GIORNATA DELLA MEMORIA

24/gen/2014 16.21.26 Missione della Chiesa di Scientology di Barletta Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 Il 27 gennaio ricorre la Giornata Internazionale della Memoria, data 
 dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, per ricordare lo sterminio degli 
 ebrei, la Shoah, la persecuzione, le leggi razziali, la morte, l'orrore 
 dell'azione dell'uomo che dal 1938 al 1945 si è macchiato del più terribile dei 
 crimini della storia. 
 
 La storia deve insegnare a non commettere mai più un simile crimine contro 
 l'umanità. Ed è dalla storia che si deve partire per onorare il "peso della 
 memoria".
 
 LA SHOAH- È il vocabolo che definisce il genocidio della popolazione ebraica 
 operata dai nazisti. Voce biblica che significa "catastrofe, desolazione, 
 disastro", non ha in realtà alcun significato religioso rappresenta invece 
 l'azione criminale finalizzata alla distruzione di massa di una popolazione, di 
 un gruppo raziale o religioso. 
 
 L'odio antisemita rappresenta il motivo conduttore del nazismo alla disperata 
 ricerca della difesa della razza pura, la cosiddetta razza ariana. Con l'inizio 
 della seconda guerra mondiale (1939) le politiche anti-ebraiche già messe in 
 atto dal Partito Nazista in Germania con il razzismo di stato, vennero 
 fortemente intensificate con la concreta messa in atto della "soluzione finale 
 del problema ebraico".
 Furono uccise 6 milioni di persone, non solo ebrei ma anche zingari, testimoni 
 di Geova, omosessuali, sovversivi, anarchici.
 
 IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO DI MANFREDONIA - Anche la nostra vicina Manfredonia 
 fu sede di un campo di concentramento collocato nel mattatoio. Funzionò dal 16 
 giugno 1940 al 31 luglio 1943. Fu luogo di prigionia per 519 internati 
 antifascisti, anarchici sovversivi ed ebrei . Rappresentò per lo più un luogo 
 di passaggio, la maggioranza dei detenuti veniva infatti trasferita 
 successivamente in altri campi.
 
 Affinchè il Giorno della Memoria non diventi una vuota e sterile celebrazione, 
 questa giornata deve caricarsi di un importante compito che vorrei definire da 
 un lato di "vigilanza" poichè ognuno di noi consapevole di ciò che è stato 
 possa vigilare sulla memoria di ciò che è accaduto, sulla impossibilità che 
 qualcuno neghi l'orrore della Shoah, sulla difesa dei diritti umani, 
 sull'indifferenza verso l'intolleranza perchè nessuno oggi possa dire "io non 
 sapevo". Dall' altro di "consegna" alle giovani generazioni di questa memoria, 
 affinchè non sentano troppo lontana questa triste parte di storia della 
 "civilissima" Europa.
 
 La nostra memoria narrativa deve essere lo strumento per evitare che questo 
 accada. Per rafforzare il messaggio e non dimenticare e per fare qualcosa in merito, i volontari “Amici di L. Ron Hubbard” ricordano anche l'importanza di conoscere e far rispettare i Diritti Umani disponibili anche su internet. 
Per informazioni visita 
 il sito: www.youthforhumanrights.org 
 
 
 
 
 
 Per info:
 Aiudi Renata 335 7864031
 24 gennaio 2014

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl