Al Bar del Borgo disponibili i 14 opuscoli di prevenzione droghe Corinaldo

11/feb/2014 11:22:57 Missione della Chiesa di Scientology di Barletta Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 
 I volontari “Amici di L. Ron Hubbard” del dipartimento della Chiesa di 
 Scientology continuano a lavorare sul tema delle droghe; a sostenere questa 
 campagna anche molti negozianti, tra qui i titolari del Bar del Borgo di Corinaldo che si prestano 
 mettendo a disposizione del pubblico il materiale informativo di prevenzione.
 Da questo fine settimana saranno disponibili presso il Bar i 14 opuscoli 
 informativi di prevenzione droghe.
 Questa serie di opuscoli che forma il Kit di prevenzione differenzia i 
 diversi tipi di droghe più comuni, come alcol, cocaina, eroina, inalanti ecc.
 Uno degli argomenti trattato è l’abuso di antidolorifici da prescrizione; sono 
 potenti farmaci che interferiscono con la trasmissione di segnali al sistema 
 nervoso che percepiamo sotto forma di dolore. La maggior parte di essi stimola 
 anche alcune parti del cervello associate al piacere. In tal modo oltre a 
 fermare il dolore, producono uno stato di esaltazione. 
 Gli antidolorifici prescritti più potenti sono denominati oppioidi, un 
 composto simile all’oppio. Sono prodotti al fine di reagire sul sistema nervoso 
 allo stesso modo delle droghe derivate
 dal papavero da oppio, come l’eroina. 
 Gli antidolorifici oppioidi più comunemente abusati comprendono, hydrocodone, 
 meperidine, hydromorphne e propoxyphene. Gli oppiacei, derivati in origine dal 
 papavero da oppio, sono stati usati per migliaia di anni a scopi di diversivo e 
 medicinali. La sostanza più attiva dell’oppio è la morfina. 
 Il cui nome deriva da Morfeo il Dio greco dei sogni. La morfina è un 
 antidolorifico potentissimo, ma da anche assuefazione da cui è difficile 
 liberarsi. La morfina è stata inizialmente estratta dall’oppio in forma pura 
 agli inizi del XIX secolo. Fu ampiamente usata come antidolorifico nelle guerra 
 civile americana e molti soldati ne divennero dipendenti. Queste scoperte 
 scientifiche non dovrebbero essere sottovalutate dall’intera popolazione e, in 
 modo speciale, da chi decide di farne uso non a scopo terapeutico. In realtà di 
 “terapeutico” (inteso proprio come cura) nella morfina e negli anti-dolorifici 
 c’è ben poco; visto che queste sostanze funzionano solo per 
 attenuare dolori dovrebbe essere consentito l’uso in casi davvero gravi in 
 quanto proprio a seguito del loro uso ci si può ritrovare ad avere 2 problemi: 
 il dolore e l’assuefazione che porta a richiedere dosi sempre più elevate.
 
 Vai al sito:www.noalladroga.it e consulta tutti i materiali disponibili 
 direttamente da casa tua!
 
 
 Per info:
 Aiudi Renata 335 7864031
 07 febbraio 2014

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl