L'inglese per bambini: importante iniziare subito

13/nov/2014 15.54.20 Enzimi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Molti genitori temono che insegnare una seconda lingua troppo precocemente possa influire sulla prima lingua, magari non ancora ben consolidata. Tuttavia, prima si arriva all’esposizione del bambino a una seconda lingua meglio è, considerato il fatto la predisposizione naturale del piccolo nei confronti dell’acquisizione del linguaggio diventa più debole nel corso del tempo. In questo modo, sarà più difficile per lui seguire un percorso di apprendimento, nonostante un corso d’inglese per bambini piccoli.

Una procedura che vale anche per la lingua dei segni, poiché se arriva tardi può incontrare dei problemi dal punto di vista dell’apprendimento. Inoltre, se le due lingue da imparare sono orali, inserirne una seconda significa che il bambino potrebbe inquadrarla come meno importante, evitandola. Infatti, molti bambini delle scuole medie fanno fatica a imparare l’inglese.

Per un bambino è molto importante imparare nuove lingue, considerato il fatto che viviamo in una società multiculturale, in cui spesso vi sono famiglie ove i genitori parlano due lingue diverse. In questa circostanza, potrebbe essere importante diventare insegnante d’inglese per bambini, non solo per il loro futuro, ma anche per agevolare i genitori.

Alcuni studi hanno dimostrato che il bilinguismo rappresenta una risorsa molto importante per il bambino, in grado di fornire benefici sia dal punto di vista culturale che linguistico. Il bilinguismo è una vera e propria ricchezza dal punto di vista culturale, considerato il fatto che ogni bambino potrà confrontarsi con due differenti lingue e culture.

Insegnare la lingua inglese per i bambini delle elementari significa garantire effetti positivi sulla sua vita, sia dal punto di vista linguistico che non linguistico. Conoscere una seconda lingua significa beneficiare di una maggiore consapevolezza riguardo la struttura e la corretta funzione delle lingue, avvantaggiando il bambino nell’apprendimento di altre lingue rispetto ai coetanei.

I bambini bilingui si dimostrano molto più attenti, capaci di attenzione selettiva, riuscendo a captare le informazioni più importanti da quelle inutili. Un esempio tipico è stato condotto su alcuni bambini monolingui e altri bilingui. Nel primo caso, è stato chiesto di suddividere alcuni oggetti colorati in base alle forme, ovvero triangolo, quadrato, rettangolo e via dicendo. Entrambi i gruppi hanno eseguito il compito con esito positivo.

Successivamente, è stato chiesto loro di raggruppare gli oggetti a seconda del colore; i bambini monolingui ripeteranno l’esercizio, mettendo i triangoli con i triangoli e i quadrati con i quadrati; i bambini bilingui eseguiranno il compito quasi immediatamente. Il motivo risiede nel fatto che, conoscendo più lingue, si ha una mente molto più flessibile e in grado di gestire i possibili conflitti che spesso informazioni differenti generano.

 

Anche dal punto di vista economico vi è un grande vantaggio, poiché un bambino bilingue avrà molte più opportunità lavorative, visto che attualmente il mercato del lavoro è contemporaneo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl