Mondaino: in vista della XXI edizione del Palio del daino, uno stage di danze rinascimentali

04/giu/2008 11.10.00 Creattiva Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La PRO LOCO diMondaino

incollaborazione con

L’Associazione Culturale Fermento Etnico (RN)
organizzano:


"Stagedi danze rinascimentali"

 

Mondaino (RN), 21 e 22 giugno 2008 - Sala del Durantino(Rocca Malatestiana)

 

La Proloco di Mondaino in collaborazione con l’associazione culturale diRimini Fermento Etnico, in vista della XXI edizione del Palio del Daino che siterrà nel borgo malatestiano dal 14 al 17 agosto, organizza uno stage di danzerinascimentali condotto da Bruna Gondoni.  

 

Lacollaborazione tra le due Associazioni ha come obiettivo primario lo studio ela conoscenza delle antiche danze del tardo Medioevo, le quali vedranno la loronaturale collocazione ed esecuzione nello splendido scenario dellamanifestazione storica della prossima estate.

 

Il programma della due giorni mondaineseprevede lo studio delle danze nobili del XV e XVI secolo: legeometriche Bassedanze e i pantomimici balli del 1400, le maestose Pavane e leallegre e saltate Gagliarde del 1500.

 

Lostage si svilupperà nell’arco di un week-end, sabato21 e domenica 22 Giugno ’08 e per chi vorrà, sarà possibileusufruire della formula vacanza-studiola quale permette agli iscritti al laboratorio di frequentare l’attività legataalla danza per c.a. 8 ore nei due giorni (3 ore sabato pom. - 3 ore domenicamatt. - e 2 ore domenica pom.) e, per il resto del periodo, di godere di unsoggiorno convenzionato presso un albergo o un agriturismo della zona, immersonel verde della campagna riminese, in una delle più storiche ed affascinantilocalità della provincia.

 

 

Per informazioni e iscrizioni: info@paliodeldaino.it o 3497531670 (Giuseppe).

E' gradita la prenotazione e l'iscrizioneanticipata (numero minimo di partecipanti 14  - massimo di 26) Le adesionidovranno pervenire entro sabato 14 giugno 2008.

Il costo del laboratorio è di euro 40,00(sconti riservati ai soci  Fermento Etnico e ProLoco di Mondaino). Tutti gli iscritti godrannodi ingresso omaggio al  "Palio de lo Daino".

 

Programma dello stage:


LE DANZE NOBILI ( DI CORTE) DEL XV E XVISECOLO


Nelle corti italiane del 1400 e 1500 la festa era un momento d'incontro perscambi politici, conoscenza fra casate, dimostrazione del proprio status.

E' proprio nell'ambito delle sontuose feste allestite pernozze, fidanzamenti, ambascerie e visite di duchi e marchesi,che la danza trova la sua collocazione principale.

 

Curata e documentata in ambiente colto (ma spesso ispiratoo attinto dal repertorio popolare), da maestri di ballo impregnati dellacultura filosofica, alchemica, astronomica e matematica della corte, essadiventa l'espressione delle ricerche spaziali, dei rapporti matematici edesoterici che regolano il cosmo e le trasmutazioni degli elementi.


Il nobile doveva saper usare la spada, andare a cavallo e danzare. La danza eral'arte della memoria, della maniera e dell'aere (leggerezza del corpo).Inserendosi quindi come talune pratiche ed arti nella vita del nobile, glipermette di raggiungere quell'Armonia così anelata nel nostro Rinascimento.

 

Guglielmo Ebreo, uno dei primi maestri dell'arte deldanzare, inizia così il suo De Pratica SeuArte Tripudi Vulgare Upusculum : "Dall'armonia suave el dolce canto che per l'auditopassa dentro al core. Di gran dolcezza nasce un vivo ardore da cui el danzarpoi vien che piace tanto".


In questo laboratorio studieremo le geometriche Bassedanze e i pantomimici ballidel 1400, le maestose Pavane e le allegre e saltate Gagliarde del 1500.
Ogni danza trattata verrà accompagnata da una fotocopia del testo originale edella ricostruzione fatta dall'insegnante.

 

Il seguente è un programma di massima:

 

        Branles double, simple, dei cavalli, delle lavandaie (4 varianti di branles)

        Bassadanza Gioliva di Guglielmo Ebreo

        Ballo Amoroso di Domenico da Piacenza

        Pavana e Gagliarda la Ferrarese

 

Curriculum dell’insegnante:

 

Bruna Gondoni

 

Segue il corso di Scrittura all’Accademia di Belle Arti diFirenze e si avvicina alla danza classica e contemporanea frequentando la Dance Theatre Schoole l’Imago Lab di Firenze.

Dal 1982 si interessa alla danza rinascimentalecollaborando come interprete, coreografa e insegnante con la compagnia di danzaantica “Il Ballarino” fondata da Andrea Francalanci, e con essa partecipa anumerose tournees e creazioni teatrali in Europa, in America ed in India.

Nel 1988 danza con la compagnia francese “Ris et danceries”di Francine Lancelot nella creazione  “Tempore et mesura” per la Biennale della Danza diLione e per il Maggio Musicale Fiorentino.

Nel 1989 prende parte alla realizzazione televisiva, per la Thames TV (londra), “unastravaganza dei Medici”. Lavora poi al Teatro Nazionale di Strasburgo e alFestival Barocco di Versailles e alle celebrazioni di Claudio Monteverdi alTeatro Ponchielli di Cremona.

Danza e coreografa con il gruppo di musica antica londineseTavener Consort diretto da A. Parnot “Il Ballo delle Ingrate” al Festival diDuisburg, per il Teatro Massimo di Palermo “La Dafne” di M. da Gagliano, diretta da G. Garnido eper il Festival d’Ambronay l’opera del 1851 “Le Ballet comique de la Royne”.

Nel 1996 coreografa per Le Ballet du Rhin il pezzo “De labellezza”.

Nel 1997, Marika Bresobrasova, direttrice dell’Accademia didanza classica Princesse Grace di Montecarlo, l’ha invitata per coreografare ledanze di corte eseguite durante i festeggiamenti dei 700 anni di regno deiPrincipi Grimaldi.

Ultimamente ha partecipato al “Medina Festival” di Tunisi;al Festival del Palais de Beaux- Arts di Bruxelles, al Festival Musicale diBuenos Aires, al Camino del Baroco a Santiago, al Festival di Baranquilla inColombia, di Torino Settembre in Musica, di Kyoto, al Boston Early MusciFestival, al Palau de la Musica Catalana di Barcellona ed altri.

In qualità di insegnante tiene regolarmente corsi di danzaal Centro di Musica Antica di Ginevra e all’Accademia di Danza e Musica Anticadi Sablé.

Ama far coesistere le attività di ricerca, insegnamento espettacolo con esperienze diverse quali: la danza barocca; la danzacontemporanea; il tai-chi; lo yoga; il trekking in Nepal e le danze sacre.

Frequenta l’Università europea Samadeva con sede vicino aStrasburgo (antropologia, yoga dei dervishi, psicologia).

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl