Torna la Vendemmia dei bambini, sabato 13 alla Coop. Agr. Legnaia

Agr. Legnaia Comunicato stampa AIA IN FESTA CON LA VENDEMMIA DEI BAMBINI: TORNA LA PIGIATURA DELL'UVA ALLA COOPERATIVA DI LEGNAIA (Cooperativa Agricola di Legnaia Centro agro-commerciale di Sollicciano, via Baccio da Montelupo 180 - sabato 13 settembre ore 10) Tempo di vendemmia e la Cooperativa Agricola di Legnaia riscopre i gesti della tradizione con l'Aia in festa.

11/set/2008 11.48.58 Cooperativa Agricola Legnaia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato stampa

 

AIA IN FESTA CON LA VENDEMMIA DEI BAMBINI: TORNA LA PIGIATURA DELL’UVA ALLA COOPERATIVA DI LEGNAIA

(Cooperativa Agricola di Legnaia Centro agro-commerciale di Sollicciano, via Baccio da Montelupo 180 – sabato  13 settembre ore 10)

 

 

Tempo di vendemmia e la Cooperativa Agricola di Legnaia riscopre i gesti della tradizione con l’Aia in festa. Un appuntamento rivolto a tutti i bambini per rivivere l’emozione della classica pigiatura dell’uva che, sabato 13 settembre dalle 10 in poi, animerà il Centro agro-commerciale di Sollicciano, in via Baccio da Montelupo 180. Saranno infatti proprio i bambini a cogliere i grappoli d’uva, nei filari adiacenti alla Cooperativa, per poi riempire il tino preparato per l’occasione, dando il via alla festa. Ci sarà per tutti la possibilità di provare l’emozione della tradizionale pigiatura dell’uva con i piedi, gesto primario e ricco di significati delle antiche tecniche di vinificazione contadina.

“Riscoprire i gesti e i sapori della tradizione – spiega David Bocciolini, presidente della Cooperativa Agricola di Firenze – è essenziale per non perdere il contatto con le nostre radici culturali. Le iniziative che animano gli appuntamenti con l’Aia in festa, come la pigiatura dell’uva, la svinatura o la doma dei vitelli, sono un modo per far conoscere e per far vivere anche ai più giovani tradizioni e gesti che si stanno lentamente perdendo. Un modo comprendere i valori della nostra tradizione, ma anche per riscoprire l’importanza della stagionalità per i prodotti della nostra terra”..

La magia della pigiatura dell’uva proseguirà anche nei giorni successivi con la ‘fermentazione a cappello aperto’. Tutte le sere alle 18, si procederà alla ‘rottura del cappello’, una sorta di ulteriore pigiatura necessaria per il corretto andamento di quella prima fase della vinificazione che viene definita come ‘fermentazione tumultuosa’. Sabato 20 settembre, dalle 16, si procederà alla svinatura, con la strizzatura delle bucce e il trasferimento del mosto in un’apposita ‘botticella’ sigillato con un bollitore, sistemata nella hall del Centro agro-commerciale per la fase finale della fermentazione, che sarà possibile seguire sino a marzo.

 

 

Firenze, 11 settembre 2008

                  

L’Ufficio Stampa

349/2133482

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl