Progetto Tanzania: l'Università di Firenze invia un tesista e parte la sperimentazione agricola a Itigi

L'UNIVERSITÀ FIORENTINA INVIA UN TESISTA Parte la sperimentazione agricola all'ospedale di Itigi e la Facoltà di Agraria dell'Università di Firenze invia un tesista ad affiancare l'agronomo già impegnato sul campo.

30/gen/2009 11.15.14 Cooperativa Agricola Legnaia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato stampa

 

PROGETTO TANZANIA: AL VIA LA SPERIMENTAZIONE AGRICOLA ALL’OSPEDALE DI ITIGI. L’UNIVERSITÀ FIORENTINA INVIA UN TESISTA

 

 

 

Parte la sperimentazione agricola all’ospedale di Itigi e la Facoltà di Agraria dell’Università di Firenze invia un tesista ad affiancare l’agronomo già impegnato sul campo. Si arricchisce di nuovi spunti Progetto Tanzania, promosso dalla Cooperativa Agricola di Legnaia, in collaborazione con le onlus Pangea di Scandicci e Amici dei Missionari del Preziosissimo sangue e con la Facoltà di Agraria dell’Università di Firenze, per sostenere le strutture missionarie del Villaggio della Speranza di Dodoma e dell’ospedale di Itigi.

Dopo il lavoro svolto al Villaggio della Speranza, l’impegno di Daniele Di Martino, agronomo che per un anno seguirà il progetto nel paese africano, si rivolge adesso all’ospedale di Itigi, dove, dopo la sistemazione dell’agrumeto e la copertura fitopatologica delle coltivazioni, è partita la sperimentazione sui sei acri di terreno antistanti la struttura medica.

“Il nostro agronomo – spiega David Bocciolini, presidente della Cooperativa Agricola di Legnaia – sta promuovendo una sperimentazione con alcune colture indigene, che si potrebbero adattare bene e ampliare anche su altri tratti di savana che circonda l’ospedale, favorendo la sua autosufficienza. In particolare stiamo lavorando sulla iatropha, sul caianus, una leguminose locale che produce semi utilizzati per arricchire la dieta di proteine, il girasole e erbai per produrre foraggio che consenta di non acquistarlo a sostegno della stalla con le mucche da latte. E’ importante sottolineare come il protocollo d’intesa con la Facoltà di Agraria dell’Università di Firenze abbia reso possibile l’invio di un tesista in Tanzania, per sviluppare ulteriormente l’aspetto sperimentale dell’intervento”.

Proprio in questi giorni, infatti, è partito per l’Africa Mariano Galla, 23enne tesista della Facoltà di Agraria.

“Siamo di fronte a un’iniziativa che è una novità anche per noi – ammette Alessandro Ragazzi, professore di Patologia vegetale alla Facoltà di Agraria di Firenze e rappresentante dell’Università per il progetto -, che unisce ricerca e assistenza, attraverso un’importante forma di sperimentazione sul campo. Galla sarà impegnato in una ricerca legata alle patologie vegetali sugli ortaggi, per capire quali si dimostrino più produttivi e insieme più rustici e resistenti per sostenere la produzione locale. Una sperimentazione che potrebbe avere importanti risvolti per estendere le coltivazioni anche in altre aree incolte del territorio e sviluppare l’agricoltura locale. In partiocola modo lavoreremo su pomodori, melanzane, peperoni, fagiolini, melanzane e bietola, ma anche su ocra, amaranto e mcicia, un’infestante locale che viene cotta come bietola”

Progetto Tanzania

Con il Progetto Tanzania, la Cooperativa Agricola di Legnaia si è impegnata anche a destinare l’uno per mille del suo fatturato, circa 30 mila euro annui, alla Villaggio della Speranza di Dodoma,  impegnato nella prevenzione, cura e sostegno sociale per i bambini orfani affetti da Aids o figli di genitori malati, e all’ospedale di Itigi, unico vero presidio medico in una zona estremamente disagiata, e questa cifra potrà essere incrementata da quei soci e ‘Amici di Legnaia’ che vorranno mettere a disposizione dell’iniziativa una parte dei punti fedeltà e degli sconti ottenuti facendo acquisti nei negozi della Cooperativa.

 

Firenze, 30 gennaio 2009

 

L’Ufficio Stampa

349/2133482


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl