CAMERA DI COMMERCIO DI RIMINI: AL VIA IL PROGETTO 'COAST TO COAST'

CAMERA DI COMMERCIO DI RIMINI: AL VIA IL PROGETTO "COAST TO COAST" Comunicato stampa Rimini, 9 maggio 2007 COAST TO COAST: una nuova porta del medio Adriatico per i Balcani Si è costituito l'8 maggio us. presso la Camera di Commercio di Rimini il Comitato di Indirizzo del progetto "Coast to Coast", finalizzato all'attivazione di flussi turistici bidirezionali tra il bacino del medio-alto Adriatico - in prossimità della costa romagnola e la zona del Delta del Po - e quella dell'Istria, del Golfo del Quarnaro e della Dalmazia.

09/mag/2007 10.49.00 UNICA srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

Comunicato stampa

Rimini, 9 maggio 2007

 

COAST TO COAST:

una nuova porta del medio Adriatico per i Balcani

 

Si è costituito l’8 maggio us. presso la Camera di Commercio di Rimini il Comitato di Indirizzo del progetto “Coast to Coast”, finalizzato all’attivazione di flussi turistici bidirezionali tra il bacino del medio-alto Adriatico - in prossimità della costa romagnola e la zona del Delta del Po - e quella dell’Istria, del Golfo del Quarnaro e della Dalmazia. Si tratta di un progetto che la Camera di Commercio di Rimini presentò nel 2003 all’allora Ministero delle Attività Produttive e che ha ottenuto un finanziamento in base alla legge n. 84/2001 e che sarà coordinato dall’Unione nazionale delle camere di Commercio.

 

Le finalità del progetto “Coast to coast”

Il progetto, che ha preso avvio il 12 marzo 2007 e si concluderà l’11 settembre 2008, sarà determinante per la preparazione di uno studio di fattibilità che dovrà arrivare a delineare le azioni possibili per realizzare ed incrementare relazioni di tipo economico, commerciale, sociale tra le due sponde, con particolare riferimento al turismo ed alle attività ad esso connesse.  In particolare i due settori su cui dovrà incentrarsi lo studio riguarderanno l’offerta di pacchetti turistici integrati fra i due paesi e lo sviluppo delle relazioni fra PMI con particolare riferimento alla filiera turistica.

 

L’impegno della Camera di Commercio di Rimini

La Camera di Commercio di Rimini, anche attraverso questo progetto, ancora una volta testimonia fattivamente il suo impegno per la promozione dell’economia del proprio territorio e dell’internazionalizzazione delle imprese riminesi.

 

I partecipanti all’incontro di ieri

Al kick off meeting di ieri mattina 8 maggio erano presenti il dott. Maurizio Temeroli, Segretario Generale della Camera di Commercio di Rimini; il dott. Fabio Pizzino, in rappresentanza di Unioncamere Nazionale; e il dott. Vinko Mičetić, Presidente della Camera di Commercio di Rijeka (Croazia), che costituisce il soggetto pubblico capofila del progetto Coast to Coast sull’altra sponda dell’Adriatico.

 

“La legge 84/2001 - ha sottolineato il dott. Pizzino in apertura di incontro - è una delle leggi più importanti di politica estera fatta in Italia in questi anni: con essa l’Italia ha ritenuto l’area del Sud Est d’Europa come fondamentale per l’apertura di relazioni di carattere economico ed imprenditoriale con il nostro Paese. È quindi interesse anche nostro che nei Paesi del Sud Est d’Europa si rafforzino le strutture economiche, amministrative, perché possano poi proporsi sul mercato europeo ed internazionale in maniera decisa, concreta, strutturata.”

 

PARTNERSHIP: chi è coinvolto nel “Coast to coast”.

I partner coinvolti sono 23: capofila  è la Camera di Commercio di Rimini (che ha presentato il progetto al Ministero) assieme alla Camera della Contea di Rjieka (che è capofila della sponda croata), coinvolgendo la Camera della Contea di Pula e di Zadar, la società Porin (società di promozione e sviluppo delle imprese di Rijeka).

I partner italiani sono: Aeroporto di Rimini, Aeroporto di Forlì, Aia Rimini, Aia Riccione, API Rimini, CNA Rimini, Camera di Commercio di Ferrara, Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Camera di Commercio di Ravenna, Camera di Commercio di Rovigo, Confartigianato Rimini, Confcommercio Rimini, Confcooperative Rimini, Confesercenti Rimini, Confindustria Rimini, Legacoop Rimini, Rimini Fiera, Unioncamere Regionale Emilia Romagna.

Accanto a questi partner ci sono altri 13 enti, soggetti pubblici e privati, interessati alle attività che verranno svolte dal progetto, alle quali però non viene chiesto un coinvolgimento diretto. Si tratta di: API Forlì-Cesena, API Ravenna, API Rovigo, Autorità Portuale Ravenna, Comune di Ferrara, Comune di Riccione, Comune di Rimini, Performa (API), Provincia di Ferrara, Provincia di Forlì-Cesena, Provincia di Ravenna, Provincia di Rimini, Provincia di Rovigo.

Il progetto, per quanto riguarda il versante italiano, copre quindi la costa che va da Rimini fino a Rovigo.

 

Progetto “Coast to coast”: piano di svolgimento (12 marzo 2007-11 settembre 2008)

Dopo la costituzione del Comitato di Indirizzo e dello Staff operativo avvenuta ieri, viene dato il via allo studio di fattibilità del progettoCoast to Coast”.

Sono sei, al momento, i punti principali che lo studio di fattibilità dovrà sviluppare:

-studio dei collegamenti aerei tra gli Aeroporti di Rimini, Forlì, Rijeka, Pula e Zadar;

-studio e verifica dello stato delle infrastrutture a terra nei porti turistici di Rimini, Ravenna e Cesenatico, Rijeka, Pula e Zadar per lo scalo passeggeri;

-studio dei servizi a terra di accoglienza dei turisti  (autobus, uffici dedicati, ecc.) nei porti turistici di Rimini, Ravenna e Cesenatico, Rijeka, Pula, Zadar e negli aeroporti di Rimini, Forlì, Rijeka, Pula, Zadar;

-analisi delle iniziative congiunte legate al turismo già realizzate, con il lancio di nuove iniziative congiunte;

-analisi delle opportunità di interscambio economico (di beni, servizi e know-how) tra le PMI delle due coste, legate alla filiera del turismo;

-analisi delle attività e dei servizi di supporto alle PMI (per la ricerca e interscambio di manodopera specializzata, attivazione di momenti formativi per i lavoratori, la consulenza alle imprese finalizzata ad investimenti produttivi, ecc);

 

I PROGETTI ANALOGHI GIA’ REALIZZATI DA ALTRI ENTI

Sono già due i progetti realizzati nelle province di Rimini e Ravenna (2 Progetti Interreg IIIA Transfrontaliero Adriatico) i cui risultati sono stati acquisiti nell’ambito del Coast To Coast, come materiale utile alla definizione del progetto.

 

-“In Rose”, progetto-Pilota per l'attivazione di collegamenti marittimi tra l'Emilia-Romagna e la Croazia (dal 01/01/2004 al 31/12/2007), che ha messo in campo un partenariato tra Provincia di Ravenna, Autorità Portuale di Ravenna, Provincia di Rimini, Provincia di Forlì-Cesena, Provincia di Ferrara, Comune di Ravenna, Comune di Cesenatico, Camera di Commercio di Ravenna, Comune di Pula; Ministero dei Trasporti e Turismo del Governo Croato; con la collaborazione delle Autorità portuali Croate.

 

-“Adria Tur”: Azioni per preparare un'offerta turistica integrata delle due coste dell'Adriatico (dal 01/01/2004 al 31/12/2006), e che ha visto realizzarsi un partenariato tra ITALIA (Provincia di Rimini, Provincia di Ferrara, Provincia di Forlì-Cesena, Provincia di Ravenna); CROAZIA (Tourist Board Rijeka, Tourist Board  Dubrovnik, Comune di Pula, Contea di Zadar, Croatian Institute for Tourism - Zagreb); SERBIA E MONTENEGRO (Centre for Responsible and Sustainable Tourist Development Beograd, tourism Organization Vojvdina); BOSNIA-HERZEGOVINA (Tourist Board Medugorje, G-Tour Medugorje, Promo-Tuzla).

 

 

 

Ufficio Stampa

Camera di Commercio di Rimini

Riccardo Belotti/Unica

Tel. 3476529770

ufficiostampa@unica.sm

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl