COMUNICATO STAMPA EXCELSIOR

18/dic/2007 10.10.00 UNICA srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

Comunicato Stampa

Rimini, 18 dicembre 2007

 

Progetto Excelsior 2007

I fabbisogni delle imprese in provincia di Rimini (anno 2007)

 

Sono stati pubblicati all’interno dell’area territoriale di Rimini del portale degli Uffici Studi e Statistica delle Camere di Commercio italiane (www.starnet.unioncamere.it) i dati relativi alla pubblicazione “Rapporto Excelsior 2007 della provincia di Rimini”.

 

Cos’è il Progetto Excelsior

Excelsior è il Sistema Informativo realizzato per il decimo anno consecutivo da Unioncamere nazionale e dal sistema camerale, con il contributo del Fondo sociale europeo e dal Ministero del Lavoro della Previdenza Sociale.

 

Metodologia di analisi

Attraverso l’indagine Excelsior, vengono intervistate ogni anno, a livello nazionale, oltre 100.000 imprese con almeno un dipendente di tutti i settori economici e di tutte le tipologie dimensionali, per chiedere di rendere noto, in modo analitico, il proprio fabbisogno occupazionale per l’anno in corso. Per ampiezza e profondità di analisi, Excelsior è lo strumento informativo più completo oggi a disposizione dell’opinione pubblica per la conoscenza dei fabbisogni occupazionali e quindi dei  profili formativi richiesti dalle imprese.

 

I fabbisogni delle imprese in provincia di Rimini evidenziati dall’indagine.

*        Assunzioni previste:       

o       6.640 di cui 2.470 unità nel settore “Alberghi, ristoranti, servizi di ristorazione e servizi turistici” pari al il 37,2 %;.

o       1.100 nel settore “Industria”: 16,6%;.

o       940 unità nel settore “Trasporti, credito, servizi operativi, informatica, sanità e istruzione”: 14,1%.

o       840 nel “Commercio al dettaglio e all’ingrosso; riparazioni”: 12,6%..

o       550 unità “Servizi alle persone” (escluse istruzione e sanità): 8,3%.

o       420 unità nel settore “Costruzioni”: 6,3%.

 

*        Il saldo: per l’anno 2007 le imprese riminesi hanno previsto l’assunzione di 6.640 unità che, a fronte di 6.170 uscite dal mondo del lavoro, determina un saldo positivo di 460 unità.

 

*        Quasi il 30% delle imprese riminesi intervistate dichiara che nel corso dell’anno effettuerà nuove assunzioni, e per oltre i due terzi di queste (ben il 74,9%) la motivazione è da ricercarsi nella ripresa della domanda, a confermare una ripresa, già evidenziata dalle analisi congiunturali.

 

*        L’aumento dell’occupazione in provincia: +0,7% è in linea con quelli medi, regionale e nazionale (+0,8%).

 

*        A trainare l’andamento positivo evidenziato dalle imprese riminesi, sono quasi pariteticamente i “Servizi” con 220 nuove assunzioni, e l’”Industria” con 210.

 

*        Tipologia contrattuale

 

o       Ad evidenziare la caratteristica stagionale dell’economia riminese: ben il 65,3 % delle assunzioni avverrà con contratto a tempo determinato (contro il 49,1% a livello medio emiliano-romagnolo ed il 42,6% a livello nazionale).

o       Il 24,2% verrà assunto in provincia di Rimini con contratto a tempo indeterminato (contro il 39,8% in Emilia-Romagna ed il 45,4% in Italia).

o       Il 15,7% dei neo-assunti verrà poi assunto con contratto part-time (in linea con il dato medio emiliano-romagnolo: 15,2% e con quello medio italiano: 15,0%).

 

*        Non sempre alle intenzioni di assunzione corrisponde però un’azione concreta, in quanto per un’elevata percentuale (30,7%) di esse le imprese dichiarano difficoltà nel reperimento delle figure professionali cercate.

o       Le ragioni sono le insufficienti motivazioni economiche (29,2 dei casi)

o       La mancanza della necessaria qualificazione (28,1%)

o       La ridotta presenza della figura professionale (21,9%).

 

*        Il 31,8% delle assunzioni previste riguarda personale immigrato (2.110 persone), in particolare nel settore “Alberghi, ristoranti, servizi di ristorazione e servizi turistici” (1.030).

 

*        Per quanto concerne il livello di istruzione richiesto

o       per oltre 1/3 (33,8%) delle figure professionali indicate è sufficiente l’assolvimento della scuola dell’obbligo

o       per il 47,5% il titolo indicato è quello della “scuola secondaria superiore”

o       per il 14,0% il livello di “qualifica professionale” (istruzione e formazione)

o       solo per il 4.7% è il conseguimento del “titolo universitario”. A livello medio regionale, l’analogo dato regionale è quasi il doppio del dato provinciale (9,3%).

 

 

Ufficio Stampa Camera di Commercio di Rimini

Riccardo Belotti/Unica rsm

Tel. 3476529770 - ufficiostampa@unica.sm

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl