Amianto di Oricola-Carsoli: il sollecito del Presidente di Contramianto

Al Preg.mo Sindaco di Oricola Al Preg.mo Assessore Ambiente di Oricola Al Preg.mo Direttore Generale ASL di Aquila Al Preg.mo Direttore Generale ARTA Abruzzo OGGETTO: BONIFICA AMIANTO ex Fornace Corvaia di Golfarolo, in Oricola (Aq).

13/feb/2011 10.24.54 Virgilio E. Conti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

IL PRESIDENTE DI CONTRAMIANTO E ALTRI RISCHI ONLUS

 

Ancora irrisolta la questione relativa alla BONIFICA AMIANTO della ex Fornace Corvaia di Golfarolo, in Oricola (Aq) per questo oggi 10 dicembre 2010 abbiamo scritto alle istituzioni per sollecitare un urgente intervento per la tutela della salute della popolazione.
Di seguito il testo della lettera inviata.


Al Preg.mo Sindaco di Oricola
Al Preg.mo Assessore Ambiente di Oricola
Al Preg.mo Direttore Generale ASL di Aquila
Al Preg.mo Direttore Generale ARTA Abruzzo

OGGETTO: BONIFICA AMIANTO ex Fornace Corvaia di Golfarolo, in Oricola (Aq).

Alla scrivente Associazione CONTRAMIANTO E ALTRI RISCHI – ONLUS è stata segnalata la situazione in atto relativa al sito industriale in oggetto, peraltro ampiamente nota pubblicamente.
Il sito per quanto appreso dalle informazioni fornite sembrerebbe interessato da una vasta estensione di coperture in eternit di circa 10.000 mq mentre amianto friabile, bianco e blu, parrebbe essere stato impiegato per coibentazione e difesa dal calore ed ancora presente all’interno della fabbrica.
Pur nel rispetto della procedura giudiziaria in atto riteniamo che per l’estensione dei manufatti e per la vetustà degli stessi andrebbero poste in atto degli adempimenti di tutela sanitaria per la popolazione con la messa in sicurezza dell’area e successiva bonifica.
Uno studio sulle sole dispersioni di amianto dalle coperture in cemento amianto “eternit” ha messo in evidenza che ogni metro quadrato di lastre rilascia ogni anno mediamente 3 grammi di amianto questo significa che l’area interessata dell’ex Fornace Corvaia di Golfarolo, in Oricola (Aq) che ha una estensione di 10.000 metri quadri ogni anno andrebbe a disperdere nell’aria 30 chilogrammi di amianto, un quantitativo enorme se si tiene conto che un centimetro lineare di amianto contiene 335.000 fibre di amianto.
Milioni di fibre di amianto che ogni giorno si andrebbero a disperdere nell’aria dal solo tetto in attesa di essere inalate senza considerare possibili dispersioni aggiuntive anche di amianto friabile, bianco e blu, eventualmente presente ancora in fabbrica.
La situazione prospettata riteniamo sia meritevole di interventi urgenti per i possibili rischi di sanità pubblica derivanti dagli effetti cancerogeni delle polveri di amianto.
Certi della Vostra attenzione restiamo nell’attesa di risposta e disponibili a confrontarci anche pubblicamente sulla questione posta.
Distinti saluti

Il Presidente
CONTRAMIANTO E ALTRI RISCHI ONLUS

autore CONTRAMIANTO 02:16 11/12/10

_________________________

Si ringrazia

CONTRAMIANTO E ALTRI RISCHI ONLUS associazione

Via Nitti 2A 74123 TARANTO Tel. 0999942604 cell. 3288228177 Fax 0996903114

e-mail contramianto@libero.it

WEB contramianto.beepworld.it BLOG contramianto.bloggatore.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl