AIEA - l'amianto di Oricola tra i siti di bonifica di interesse nazionale

04/mar/2011 17.21.53 Virgilio E. Conti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’Associazione Italiana Esposti Amianto chiede che

 

il sito inquinato ex fornace Corvaia di Oricola venga

inserito nei siti di bonifica di interesse nazionale

                                                     

Da: Associazione Italiana Esposti Amianto AIEA


A Spett.li:

Ministro dell'Ambiente
On. Stefania Prestigiacomo
Ministero della Salute
Provincia di l'Aquila
Comune di Oricola
Regione Abruzzo
e p.c. a Spett.li:
Prefettura di l'Aquila
Corte di Appello di L'Aquila
ARTA Abruzzo
ASL n° 1 Avezzano - Sulmona
Dipartimento della Protezione Civile di Roma
Carabinieri per la Tutela dell'Ambiente
Guardia di Finanza

Oggetto: sito gravemente inquinato da amianto nel comune di Oricola (AQ)

In relazione all'appello in allegato (omissis), rivolto anche ai movimenti ambientalisti, nel quale viene evidenziata una grave e persistente situazione di rischio e di possibile danno alla salute per i cittadini che vivono nelle vicinanze del sito ex fornace Corvaia di Golfarolo, Comune di Oricola (AQ), nell'intero comune e nella zona circostante, l'Associazione Italiana Esposti Amianto (AIEA) intende prendere posizione e fare una precisa richiesta. L'AIEA ha  sede in Milano, è stata fondata a Casale Monferrato nel 1989, si batte per l'eliminazione dell'amianto su tutto il territorio nazionale (e a livello mondiale poiché è parte della rete internazionale Ban Asbestos con sede a Londra), è stata fra i promotori  di due Conferenze nazionali (Monfalcone 2004, Torino, 2009), di una Conferenza Europea (Bruxelles 2005), di una conferenza internazionale (Torino, 2010); è parte civile nei più importanti processi per morti e malati da amianto (Torino, contro ETERNIT; Verbania, contro Montefibre; Saluzzo, contro ALLSTOM; Mantova, contro Montedison, Padova, contro Marina Militare).

- Va considerato  che dal 2007 il sindaco del Comune di Oricola ha emanato un'ordinanza di bonifica e messa in sicurezza del sito in questione; che,   il medesimo Comune, non sembra essere in grado di fare fronte alle spese per esercitare i poteri sostitutivi, in quanto il proprietario non provvede;

- considerando che sono state interessate tutte le autorità Amministrative territoriali e quella  regionale,

- che pure è intervenuta la Procura della Repubblica,

- che la situazione di rischio permane grave e immutata e le stesse amministrazioni comunali, provinciali, regionali e sanitarie risultano, allo stato attuale, inadempienti


AIEA CHIEDE AL MINISTRO DELL'AMBIENTE


che il sito ex fornace Corvaia di Golfarolo, Comune di Oricola (AQ), di cui si parla venga inserito nei siti di bonifica di interesse nazionale  di cui al decreto del ministero dell'Ambiente 18 settembre 2001 n. 468 (in riferimento all'art. 1 comma 3 legge 9 dicembre 1998 n. 426) o che in alternativa trovi altre forme che permettano la messa in sicurezza e la bonifica in tempi certi e brevi non superiori a 90 giorni a partire dal 1 gennaio 2011.

Si ringrazia per l'attenzione e si resta in attesa di una Sua cortese risposta conformemente a quanto stabilito dalla legge 241/90

Il Presidente                             

Armando Vanotto

 

Il segretario
Fulvio Aurora
                    
Milano, 27 dicembre 2010

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl