tante vite salvate dai volontari della gna

03/gen/2011 21.50.14 guardia nazionale ambientale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il primo intervento di emergenza del 2011 della Guardia Nazionale Ambientale è stato operato a Frattamaggiore. Il suo Presidente, dott. Alberto RAGGI, lo ha definito “un atto di indiscusso coraggio, spirito di sacrificio e di abnegazione che ha consentito il salvataggio di un elevato numero di vite”.

Erano passati poco più di dieci minuti dalla mezzanotte quando alcune forti deflagrazioni hanno attirato l’attenzione dei residenti in via Leopardi.

Uno scenario infernale: tre auto in sosta avvolte dalle fiamme ed è stato subito panico. Traffico in tilt e curiosi riversi in strada.

L’agente Andrea Galasso, che abita a poche centinaia di metri, ha subito contattato il Comando delle Guardie Ambientali locali per segnalare l’accaduto.

Dal Comando sono partite le chiamate al 112, 113 e 115, ma i gravi incidenti verificati la notte di capodanno nella città di Crispano (un morto e un ferito grave a causa di proiettili d’arma da fuoco vaganti) impegnavano le forze dell’ordine in altre zone.

Sul posto, tuttavia, è giunta prontamente l’autovettura di servizio della Guardia Nazionale Ambientale, con il comandante Antonio Vitale, il Vicecomandante e Responsabile Provinciale di Napoli Maggiore Francesco Vitale con l’Agente Ferdinando Marzano.

Gli uomini della Gna hanno provveduto subito ad allontanare le decine di persone che erano a pochi metri dalle vetture in fiamme facendole portare a distanza di sicurezza.

Per di più la strada è stata chiusa al traffico che gli Agenti dirottavano su altra strada per l’incolumità degli automobilisti.

Dopo qualche minuto la valvola di sicurezza dell’impianto gpl di un’auto in fiamme si è aperta facendola partire (stranamente) come un razzo nella vetrina di un negozio.  Da quest’ultima autovettura si sprigionavano fiamme che raggiungevano direttamente il balcone del primo piano di un’ abitazione sovrastante e che si avvicinavano pericolosamente alle tubazioni del gas condominiale. 

Su disposizione del comandante, con degli estintori, si è cercato di abbassare le fiamme che,  ciò nonostante, avevano la meglio;  già precedentemente gli agenti avevano già invitato i residenti nel palazzo ad uscire dalle proprie abitazioni, a spostarsi a diverse centinaia di metri in una postazione di sicurezza e a tranquillizzarsi e questo ha evitato conseguenze ancor superiori e gravi. I volontari hanno altresì soccorso un’anziana donna con difficoltà motorie a lasciare la sua casa.

I vigili del fuoco sono giunti dopo quasi un’ora, per i numerosi roghi causati dai fuochi di inizio anno, impiegavano quasi due ore per spegnere l’incendio e verificare che le tubature del gas non avessero riportato danni. Per tutta la notte gli agenti della G.N.A. hanno poi provveduto a spegnere diversi roghi in varie parti della città e a segnalare alle forze dell’ordine la presenza di petardi inesplosi.

Dalla Casa Comunale un plauso comune dal Sindaco Francesco Russo e dal Vicesindaco Limatola: “Le Guardie ambientali sono il valore aggiunto della nostra città. Del loro valore ce ne accorgiamo giorno dopo giorno. Sempre in prima linea, rappresentano una realtà difficilmente sostituibile”.

Il Presidente della Guardia Nazionale Ambientale, dott. Alberto RAGGI,  ha così descritto l’intervento dei suoi Agenti: “tantissime vite salvate in un gesto di alto senso civico, senso del dovere e amore per il prossimo, un gesto che è l’esempio di ciò che anima e muove tutto il mondo del volontariato”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl