Villa Literno - Comune e scuole uniti contro la dispersione

Villa Literno - Comune e scuole uniti contro la dispersione.

Persone Elena Iovine, Angelina Sagliocchi, Francesco Policarpio, Nicola Tamburrino, Contro, COMUNICATO STAMPA27, Leonardo da Vinci, Pasquale
Luoghi Villa Literno, Penza
Organizzazioni Ministero della Pubblica Istruzione
Argomenti diritto, istruzione, scuola

27/ott/2011 17.03.57 Comune di Villa Literno Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNE DI VILLA LITERNO

PROVINCIA DI CASERTA

 

Ufficio del Sindaco

 

COMUNICATO STAMPA
27 ottobre 2011

 

Comune e scuole uniti contro la dispersione
firmato un protocollo d'intesa con i dirigenti scolastici

Contro la dispersione scolastica, il Comune di Villa Literno e le scuole cittadine hanno firmato un protocollo d'intesa con l'obiettivo di studiare e attuare misure congiunte per garantire che venga rispettato il diritto/dovere allo studio. Lo hanno firmato il Sindaco Nicola Tamburrino, il consigliere delegato alla Pubblica Istruzione Francesco Policarpio e i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi "Leonardo da Vinci" e "Don Lorenzo Milani", Angelina Sagliocchi e Pasquale di Pasqua.

L'iniziativa prende spunto dalla considerazione che il territorio liternese è da considerarsi "a rischio": la responsabile dei Servizi Sociali del Comune, Elena Iovine, che cura il progetto, fa sapere che pur non essendoci più un'alta percentuale di dispersione scolastica (come purtroppo avveniva nei decenni passati), a Villa Literno c'è ancora un alto livello di 'disfrequenza', cioè una frequenza irregolare e non produttiva delle lezioni, soprattutto fra i residenti immigrati.

Il protocollo mira ad intercettare e sanare le situazioni di disagio che si manifestano nelle scuole liternesi, attraverso interventi mirati, consulenza familiare per favorire la comunicazione fra genitori, figli e docenti, incontri di informazione, attività specifiche per "minori a rischio". Le scuole si impegnano a richiamare per iscritto le famiglie dopo 7 giorni di assenza ingiustificata, segnalando al Comune le assenze e i comportamenti anomali.

"Una iniziativa importantissima- ha dichiarato Policarpio - che va incontro alle esigenze di un territorio a rischio".

 

 L'addetto stampa
 
 P RIFLETTI PRIMA DI STAMPARE, PENSA ALLA SALUTE DEL PIANETA
Non stampare questa e-mail se non è necessario (e, se proprio devi, utilizza carta riciclata)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl