Villa Literno - La Giornata della Memoria

COMUNE DI VILLA LITERNO PROVINCIA DI CASERTA Ufficio del Sindaco COMUNICATO STAMPA 27 gennaio 2012 Giornata della Memoria a Villa Literno, emozione e commozione al convegno in Sala Con una commovente cerimonia, il Comune di Vill Literno ha celebrato venerdì pomeriggio la Giornata della Memoria, in ricordo della giorno in cui le forze alleate chiusero per sempre il campo di concentramento di Auschwitz.

Persone Mario Cuccaro, Antonio Ciliento, Cecere, Pascarella, Angela Bocchino, Lorenzo, Gaetano, San Matteo
Luoghi Terzo Mondo, Villa Literno
Organizzazioni Auschwitz
Argomenti politica, storia contemporanea, storia, istituzioni

27/gen/2012 20.36.35 Comune di Villa Literno Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNE DI VILLA LITERNO
PROVINCIA DI CASERTA

Ufficio del Sindaco

COMUNICATO STAMPA

27 gennaio 2012


Giornata della Memoria a Villa Literno,
emozione e commozione al convegno in Sala

Con una commovente cerimonia, il Comune di Vill Literno ha celebrato venerdì pomeriggio la Giornata della Memoria, in ricordo della giorno in cui le forze alleate chiusero per sempre il campo di concentramento di Auschwitz. L'iniziativa è stata organizzata dalla professoressa Angela Bocchino. Dopo la sessione mattutina, dedicata ai bambini delle scuole (con la proiezione del film "Il bambino col pigiama a righe"), nel pomeriggio c'è stato il convegno “L’olocausto: sapere per non dimenticare”, con la presenza del Senatore Gaetano Pascarella, presidente dell'associazione nazionale partigiani italiani, accompagnato da uno dei sopravvissuti, il signor Cecere, che ha raccontato la sua storia di figlio della Resistenza, essendo stato concepito proprio da un rifugiato e da una donna che lo aveva accolto. Molto sentito ed emozionante l'intervento di Lorenzo, un medico veterinario africano che opera sul litorale casertano, il quale ha ricordato come l'uomo non abbia imparato dal suo passato, visti i tanti genocidi che, dopo la Shoah, si sono succeduti nel Novecento nel mondo, soprattutto nel Terzo Mondo, sotto gli occhi dei governanti, che non intervengono se non vengono toccati i propri interessi. Un appello alla politica raccolto dal Presidente del Consiglio Comunale di Villa Literno, Antonio Ciliento, che, nel ricordare gli spunti più interessanti del film proiettato in mattinata, ha sottolineato come spesso, anche nei giorni nostri, i dittatori usino la propaganda e la menzogna per coprire i propri errori e i propri crimini, anche nei confronti dei propri seguaci. Prima del convegno, Mario Cuccaro, rappresentante della locale Acr, ha letto un estratto dal libro di Primo Levi "Se questo è un uomo".

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl