CRISI E POVERTA' - Nasce il Banco Alimentare di Villa Literno

24/mar/2012 15.04.28 Comune di Villa Literno Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNE DI VILLA LITERNO
PROVINCIA DI CASERTA

COMUNICATOSTAMPA
24 marzo 2012

 

Nasce il Banco Alimentare di Villa Literno
Cento pacchi al mese per le famiglie indigenti

 

Il Comune di Villa Literno, nell'ultima riunione di Giunta, ha approvato la sottoscrizione di un protocollo d'intesa con il "Banco Alimentare Campania", fondazione che si occupa di dare assistenza alle famiglie indigenti, recuperando e ridistribuendo gratuitamente le eccedenze alimentari non più commercializzabili.

Come funziona? Ogni giorno, grosse quantità di cibo vengono ritirate dal mercato e destinate al macero perché prossime alla data di scadenza oppure (in agricoltura e allevamento) per mantenere alti i livelli di prezzo dei prodotti. I volontari del Banco Alimentare, invece, ogni giorno recuperano le eccedenze alimentari agricole (grazie ad un'apposita agenzia, l'Agea) e quelle della grande distribuzione (direttamente presso i produttori e i centri commerciali), per poi ridistribuire il cibo agli emarginati e agli indigenti, direttamente oppure utilizzando gli enti caritatevoli che gestiscono le mense per i poveri.

Dalle prossime settimane, di questo sistema beneficeranno anche alle famiglie liternesi, segnalate dall'ufficio socio assistenziale del Comune, grazie alla nascita del progetto "Banco Alimentare Villa Literno", grazie al quale che preparerà ogni mese cento pacchi gratuiti da distribuire sul territorio. Il Comune contribuirà all’iniziativa con una sovvenzione di 5 mila e 500 euro, a copertura delle spese

Ovviamente, tutti gli alimenti sono rigorosamente controllati e conservati a norma di legge.

In periodo di crisi - ha dichiarato l’assessore Nicola Griffo - con l’aumento dei poveri, dei disoccupati, dei separati, si creano tante situazioni difficili, e gli enti locali hanno l'obbligo di preoccuparsi delle condizioni della parte di popolazione più debole e disagiata. Avremmo voluto fare di più, ma speriamo che questa piccola goccia possa alleviare i problemi delle famiglie più bisognose. Mi piace che questa iniziativa arrivi proprio a ridosso della Pasqua, per questo colgo l’occasione per fare anche gli auguri, a nome dell’amministrazione, a tutti i cittadini”.

Responsabile del procedimento, per il Comune, è la funzionaria Elena Iovine.

 

L'addetto stampa

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl