Scaduta la prima rata Imu, l'ufficio tributi resta aperto per i ritardatari

18/giu/2012 15.43.09 Comune di Villa Literno Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA
18 giugno 2012
 
 
Scaduta la prima rata Imu,
l'ufficio tributi resta aperto per i ritardatari
 
Dopo la scadenza, il 18 giugno, della prima rata dell'Imposta Municipale Unica (Imu), l'ufficio Tributi del Comune di Villa Literno resterà regolarmente aperto per dare spiegazioni ai ritardatari: la sanzione è davvero minima in caso di piccolo ritardo e per questo i cittadini sono invitati a procedere celermente ai pagamenti, per non incorrere in maggiorazioni più elevate.
 
Ricordiamo che l'Imu sostituisce la vecchia Ici e si applica sia sui terreni che sulle abitazioni (anche la prima casa).
Bisogna prestare particolare attenzione - fanno sapere dal Comune - ai terreni ex agricoli divenuti edificabili a seguito dell'approvazione del Puc (ex Piano Regolatore): in tal caso, infatti, non fa fede la rendita agricola (che risulta dalla visura catastale), ma vanno prese in considerazione i parametri decisi dal Comune, così come risultano dalla tabella allegata alla relativa delibera di Consiglio Comunale. A seconda dell'area sulla quale ricadono i terreni, infatti, si ha ha un diverso valore catastale al metro quadro e quindi un diverso imponibile ai fini del pagamento Imu. Il calcolo si effettua allo stesso modo in cui si faceva con l'Ici: moltiplicando il valore al metro quadro per l'ampiezza del terreno (espressa in metri quadri).
 
Gli impiegati dell'ufficio Tributi sono a disposizione dei cittadini per qualsiasi ulteriore spiegazione mentre le verifiche sul Puc vanno effettuate presso l'ufficio Urbanistico. Nel caso in cui sia già stato effettuato il pagamento della prima rata e i calcoli risultino errati (perché basati su una rendita non aggiornata) sarà possibile versare la differenza con un nuovo pagamento entro il mese di dicembre. Ma anche in questo caso occorre far presto: prima si paga e minore sarà il rischio di mora.
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl