Libertà di parola e legge 40 - se ne discute a Roma

24/lug/2006 11.56.00 Comune di Villa Literno Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Comune di VILLA LITERNO

(PROVINCIA DI CASERTA)
 

UFFICIO  STAMPA

TEL: 081.816.98.07 - FAX: 081.892.90.24

ufficiostampa@comunevillaliterno.it

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

“Libertà di parola” per i malati di Sla.

Antonio Tessitore a Roma incontra il Ministro Mussi.

Il giovane Liternese affetto da SLA è intervenuto nell'incontro dell'associazione Luca Coscioni e ha ricordato la proposta del Comune di Villa Literno

 

 

Si è tenuto a Roma il Consiglio Generale dell'Associazione Luca Coscioni, alla presenza, fra gli altri, del Ministro dell’Università e della Ricerca Fabio Mussi, della rappresentante del Ministro della Salute responsabile per la riforma delle linee di guida della "legge 40" Maura Cossutta, nonché del Presidente della Commissione Sanità del Senato Ignazio Marino, con fiducia per un proficuo confronto sui temi della ricerca, della fecondazione assistita, del testamento biologico.

 

All'incontro era presente anche Antonio Tessitore, giovane di Villa Literno affetto da Sclerosi Laterale Amiotrofica,  componente del consiglio generale dell'associazione.

Il giovane è intervenuto in particolare per denunciare la lentezza dei tempi della burocrazia italiana: "ci sono malattie e malati che non possono aspettare tanto tempo", aveva risposto a chi ipotizzava per fine anno la modifica delle linee guida della legge 40, "tempi troppo lunghi" per Tessitore e gli altri soci.

 

Nella sede dell'incontro è stato poi ricordato l'impegno del Comune di Villa Literno, della Provincia di Caserta e della Regione Campania sul progetto "Libertà di parola", con il quale l'associazione sta proponendo agli Enti Locali di deliberare l’acquisto di particolari dispositivi di Comunicazione Aumentativa Alternativa da destinare a persone non in grado di comunicare mediante l’utilizzo di strumenti standard.

Si tratta dei cosiddetti "comunicatori simbolici", che consentono di "scrivere con gli occhi" grazie ad un puntatore ottico e ad un sintetizzatore vocale.

 

Proprio Antonio Tessitore era stato promotore la scorsa settimana dell'incontro fra il presidente della Provincia di Caserta, on. Sandro De Franciscis e il sindaco di Villa Literno, Enrico Fabozzi, per sottoscrivere il progetto "Libertà di parola".

La proposta è stata poi inoltrata al presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, con il quale verrà fissato un nuovo incontro nei prossimi giorni.

 

"E' una cosa in cui credo fortemente" aveva dichiarato il presidente De Franciscis dopo l'incontro.

A lui e al sindaco Fabozzi sono andati i ringraziamenti di Maria Antonietta Farina, moglie di Luca Coscioni e presidente dell'omonima associazione, che ha dichiarato: 

il nostro obiettivo è che questa sensibilità istituzionale non sia rivolta al caso specifico ma diventi un diritto per tutti i malati”.

Non vogliamo pietà ma il diritto alla parola”, le ha fatto eco Antonio Tessitore, giovane Liternese che convive da anni con la Sclerosi Laterale Amiotrofica.

La sua forza d’animo merita il nostro sostegno”, ha commentato il sindaco di Villa Literno.

 

Nel mese di agosto Antonio Tessitore si sottoporrà alla prova per l'utilizzo del My Tobil, il dispositivo che gli potrebbe consentire di comunicare con l'ausilio di un sintetizzatore vocale.

 

 

SEGUIRA' UN NUOVO INVIO CON I SEGUENTI ALLEGATI

- comunicato stampa più ampio

- n° 1 foto di Antonio Tessitore a Roma, in formato Jpeg

 

L'addetto stampa

Pietro Cuccaro
320.65.11.716
 
 
 
 
**************************************************************************************************************************************************
Gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono da precedenti contatti con le persone stesse o da elenchi e servizi di pubblico dominio, da dove sono stati prelevati.
Per essere rimossi immediatamente dal nostro archivio è sufficiente inviarci un messaggio con oggetto “elimina”.
Per non ricevere più comunicazioni attraverso la posta elettronica è sufficiente inviarci un messaggio con oggetto “cancella”.
__________________________________________________________________________________________________________________________________________________
Questa e-mail è indirizzata ad operatori dell'informazione per la diffusione di notizie per conto del mittente.
In ogni caso, la mail e gli eventuali relativi allegati possono contenere informazioni riservate esclusivamente al destinatario specificato in indirizzo.
Se l’avete ricevuta per errore, se è stata inoltrata come SPAM o se semplicemente ritenete di non essere fra i destinatari di questa comunicazione,
Vi chiediamo gentilmente di informarci e di distruggere l’originale.
Qualunque utilizzazione, divulgazione o copia non autorizzata di informazioni riservate o che il mittente non desidera rendere pubbliche è rigorosamente vietata e perseguita dalla legge.
Grazie per la collaborazione
***************************************************************************************************************************************************

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl