Frattamaggiore, eccellenza europea con progetti di riqualificazione energetica e riduzione delle emissioni di CO2

12/nov/2014 16:57:23 Spotzone srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

FRATTAMAGGIORE. Grande partecipazione di pubblico al convegno “Frattamaggiore, verso nuovi edifici ad impatto zero. Dall’esperienza del Progetto ELIHMed alla redazione aggregata dei PAES per una pianificazione evoluta del territorio e la condivisione dei saperi”, che si è svolto il 12 novembre nella sala consiliare del Palazzo Municipale di Piazza Umberto I. Al centro del dibattito, i progetti messi in campo dall’Amministrazione Russo in tema di efficienza energetica e sviluppo ecosostenibile del territorio. Ad aprire i lavori conferenziali, Francesco Russo, sindaco di Frattamaggiore, che ha illustrato l’iter procedurale relativo alla stesura ed alla approvazione del Piano per l’Energia Sostenibile (PAES), promosso da Frattamaggiore assieme ai Comuni di Cesa, Frattaminore, Grumo Nevano, Sant’Arpino e Succivo, per la riduzione delle emissioni di CO2. “Siamo molto soddisfatti” ha infatti sottolineato Russo “del lavoro sinora svolto e dei risultati raggiunti. Questa aggregazione di Comuni ci inorgoglisce e ci sprona a continuare sulla strada della condivisione delle buone pratiche e dei saperi, per garantire uno sviluppo omogeneo dei territori”. Sulla stessa falsariga anche i rappresentanti delle altre Amministrazioni locali firmatarie del PAES. “Abbiamo aderito al Patto dei Sindaci e quindi al PAES con entusiasmo” ha dichiarato Antonio Tinto, sindaco del Comune di Succivo, “Mi auguro che in futuro ci siano sempre più occasioni di confronto, di progetti come questo per condividere esperienze ed informazioni importanti per il futuro delle nostre città”. Soddisfatta dell’iniziativa anche Giovanna Farlese, consigliera del Comune di Sant’Arpino, che, nel corso del suo intervento, ha invitato ed auspicato un utilizzo sempre più consapevole delle risorse, al fine di tutelare e salvaguardare le città a nord di Napoli. Valeria Serafino, assessora al ramo del Comune di Grumo Nevano, infine, ha sottolineato l’importanza del PAES per avviare uno screnning del territorio ed avere dati certi da cui partire per programmare interventi mirati alla riduzione delle emissioni di CO2. La parola è quindi passata a Gaetano Fasano, responsabile ENEA dell’Unità Tecnica di Efficienza Energetica, che ha elogiato il lavoro svolto, sia dalla parte politica sia dalla parte tecnica, nell’ambito del progetto ELIHMed, efficienza energetica nelle abitazioni a basso reddito, realizzato a Frattamaggiore in 18 alloggi di via Rossini e che è diventato un caso di eccellenza europea. “Eccellenza perché” ha spiegato lo stesso Fasano, “A Frattamaggiore, a differenza degli altri Paesi comunitari interessati dal Progetto ELIHMed, sì è intervenuto in un contesto particolare, un piccolo comune che è riuscito a mettere insieme le giuste competenze per fare innovazione in tema di riqualificazione energetica, in un contesto tra l’altro difficile quale è quello delle abitazioni a basso reddito”. A spiegare, invece, come in breve tempo siano riusciti ad attuare un progetto importante e nel contempo complesso quale è ELIHMed, Bartolomeo Sciannimanica, coordinatore del progetto ELIH-med del Comune di Frattamaggiore. “L’iniziativa comunitaria prevedeva il risparmio energetico in nuclei familiari a basso reddito, da qui la sfida raccolta con successo dagli Amministratori locali che ci hanno creduto sin da subito e che sono riusciti a realizzare il progetto che ormai si avvia alla fase conclusiva, quella del monitoraggio. E’ stata un’esperienza importante che ha avuto ricadute positive sul territorio. Stiamo lavorando al prosieguo” ha quindi concluso Sciannimanica “Abbiamo in cantiere infatti un progetto di formazione, finanziato sempre con fondi comunitari, che punta alla pianificazione evoluta del territorio ed alla condivisione dei saperi”. Gli aspetti tecnici del Progetto ELIHMed, lo stato dei lavori e le caratteristiche degli impianti installati nelle abitazioni di Via Rossini sono stati illustrati da Cristian Filagrossi, consulente in Materie Energetiche e Politiche Territoriali del progetto ELIH-Med del Comune di Frattamaggiore. A chiudere i lavori del convegno, cui ha partecipato anche un delegazione dell’istituto Professionale Niglio, Carmela Cotrone, esperta in progetti di Cooperazione e Programmazione Europea che sì è complimentata con i Sindaci presenti in sala per il lavoro svolto, esortandoli ad accedere a tutte le forme di finanziamenti messe a disposizione delle Amministrazioni locali sia dalla Comunità Europea sia dalla Regione Campania.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl