RACCOLTA MEDICINALI - Con il progetto 'Ancora utili!'

22/dic/2010 14.00.58 Comune di Ferrara Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CronacaComune

Ufficio Stampa
0532.419.243/244/338/452 (fax 0532.419.263)
http://www.comune.fe.it/stampa
ufficiostampa@comune.fe.it
RACCOLTA MEDICINALI - Destinati ad ONG che operano in Paesi in via di sviluppo
Con il progetto 'Ancora utili!' per rimettere in campo farmaci inutilizzati


22-12-2010

Si pone l’obiettivo di raccogliere e riutilizzare i medicinali non scaduti provenienti dalle donazioni di privati cittadini, di ambulatori e strutture ospedaliere, a favore degli Enti no profit. E’ 'Ancora Utili!', il progetto nato nel maggio scorso all'insegna di "Invece di buttarlo via portalo in farmacia" all’interno del già consolidato Progetto Last Minute Market e che ha già domostrato di saper coniugare la solidarietà con la salvaguardia dell'ambiente e con l'impegno per diminuire gli sprechi. Proposto da Afm Farmacie Comunali di Ferrara, è promosso con la collaborazione di Comune e Provincia di Ferrara, facoltà di Farmacia di Ferrara, associazione Farmacia Senza Frontiere, Centro di Ateneo per la Cooperazione allo Sviluppo Internazionale dell’Università di Ferrara, Hera Spa - Struttura Operativa Territoriale di Ferrara, associazione Titolari di Farmacia Ferrara, Azienda USL di Ferrara e Last Minute Market s.r.l. Spin-off dell’Università di Bologna. L’iniziativ a è stata illustrata oggi nella residenza municipale dall’assessore comunale all’Ambiente e Relazioni internazionali Rossella Zadro alla presenza di Stefano Gamberini dell’associazione Farmacia senza Frontiere, Anna Siniscalchi della Facoltà di Farmacia dell’Università di Ferrara responsabile del progetto, Pierluigi Eleopra presidente dell’associazione Federfarma, Alberto Santini di Hera, Andrea Segrè presidente di Last Minute Market s.r.l. e Riccardo Zavatti direttore di Afm-Farmacie comunali.
Da maggio scorso, quindi, i medicinali inutilizzati dai ferraresi possono essere lasciati in appositi contenitori presso le undici farmacie comunali di Ferrara e, a breve, anche nelle farmacie private che daranno la loro adesione. Una volta recuperate le confezioni vengono poi controllate attentamente e suddivise per categoria terapeutica da un gruppo di studenti tirocinanti della Facoltà di Farmacia di Ferrara - che integrano così il loro percorso didattico obbligatorio normalmente svolto in farmacia - affiancati da farmacisti volontari.
Le operazioni di controllo dei farmaci donati prevedono l'eliminazione delle confezioni con validità residua inferiore ad un anno, confezioni danneggiate in cui non risulti leggibile la data di scadenza o il lotto di produzione, che appartengano alle tabelle degli stupefacenti o che richiedano particolari precauzioni per la conservazione. Vengono invece recuperati farmaci in confezione integra o parzialmente utilizzati, i cui blister risultino in perfetto stato di conservazione e riportino i caratteri identificativi leggibili.
Beneficiari della raccolta di 'Ancora utili!' sono alcune ONG che operano in Paesi in via di sviluppo che, di volta in volta, fanno pervenire agli operatori coinvolti nel progetto la lista dei prodotti di cui hanno bisogno in modo da evitare sprechi o invio di materiale che resterebbe inutilizzato.
Dalla data di partenza di maggio il progetto ha consentito la distribuzione di farmaci a strutture mediche dello Zimbabwe, della Tanzania e del Congo per un totale di 3.723 confezioni, pari a un valore economico di euro 35.619 (calcolato come prezzo al pubblico al cambio italiano). In particolare hanno ricevuto i farmaci: St. Albert hospital - Zimbabwe, 2.129 confezioni (euro 18.143); Associazione Mungano di Parma per l’ospedale di Goma, 276 confezioni (euro 2.726); Africa Twende, associazione ferrarese che opera in Tanzania all'ospedale di Mahenge, 1.318 confezioni (euro 14.750). I farmaci che dopo il controllo sono risultati inidonei alla donazione, per vari motivi, sono stati pari a 3.570 confezioni.
Al 3 dicembre scorso la giacenza di farmaci pronti alla consegna risultava di 2.752 confezioni pari a euro 36.199,70.


Primi risultati e nuove prospettive di “Ancora Utili!” ancora utili conf_ stampa_rev.ppt
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl