MOBILITA E AMBIENTE - Guerra alle micropolveri con i gioved senzauto dal 13 gennaio al 31 marzo

Il divieto non si applica inoltre in: via Ravenna; via Wagner; nell'area Rivana; in via Beethoven; nell'area del parcheggio del centro commerciale Il Castello; nell'area del parcheggio Comet - Idrosart; via della Fiera; via Pomposa (tratto da segnale INIZIO Centro abitato Ferrara a via Pontegradella); nell'area del parcheggio del supermercato Interspar; nell'area del parcheggio Ipercoop Le Mura; via Caretti; via Pontegradella (da segnale INIZIO Centro abitato Ferrara a Via Caretti); via Comacchio; via Modena (tratto da segnale INIZIO Centro abitato Ferrara a Via del Lavoro); via Schiavoni; via Arginone (da via Schiavoni a rotatoria via Trenti); via Trenti; via Bonzagni; via Del Lavoro (area di parcheggio); via Marconi; via Michelini; via Levi; via Eridano (tratto da segnale INIZIO centro abitato Ferrara a via Modena); via Roiti; nell'area di Parcheggio "Ex Montedison"; via Baruchello, (tratto da via Padova all'ingresso del Centro Grossisti Diamante); nell'area di parcheggio del Centro Grossisti Il Diamante; via Copparo; via Carli; via dei Calzolai; via Pannonio; via Bacchelli; via Canapa; via F.lli Rosselli; via Bentivoglio (tratto compreso da via F.lli Rosselli e via Maragno); via Maragno (tratto da via Bentivoglio a via Padova).

04/gen/2011 16.44.29 Comune di Ferrara Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CronacaComune

Ufficio Stampa
0532.419.243/244/338/452 (fax 0532.419.263)
http://www.comune.fe.it/stampa
ufficiostampa@comune.fe.it
MOBILITA’ E AMBIENTE - Ancora in vigore anche le limitazioni per i veicoli più inquinanti
Guerra alle micropolveri con i giovedì senz’auto fino alla fine di marzo


04-01-2011

Lotta senza quartiere alle micropolveri da parte del Comune di Ferrara che dal 13 gennaio al 31 marzo prossimi promuove i ‘giovedì senz’auto’. Tornano infatti in vigore le restrizioni alla viabilità già adottate negli anni passati in attuazione dell'Accordo di programma per la Tutela della Qualità dell'aria, sottoscritto tra Regione Emilia Romagna e Comuni con oltre 50mila abitanti.
Il divieto di circolazione, in vigore ogni giovedì dalle 9 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18, sarà valido all’interno del centro abitato di Ferrara, con l’esclusione delle strade ‘corridoio’ e varrà per tutti i veicoli, esclusi, fra gli altri, quelli elettrici, a metano, gpl o ibridi, e quelli a benzina o diesel conformi alle direttive Euro 4 o Euro 5, nonché i diesel dotati di filtro antiparticolato (del quale risulti annotazione sulla carta di circolazione). Ulteriori deroghe riguardano inoltre le vetture con almeno tre persone a bordo se omologate per quattro o più posti e con almeno due persone se omologate per due posti, oltre ai veicoli condivisi (car sharing) e ai ciclomotori e motocicli omologati Euro 2 e Euro 3.
La misura rientra tra le iniziative che la Regione ha previsto in ottemperanza anche alle direttive europee, riguardo alle quali l’Italia si trova attualmente in procedura di infrazione e deferita alla Corte di Giustizia Europea, per il mancato rispetto delle norme comunitarie in materia di qualità dell’aria e in particolare per il superamento dei valori limite delle PM10. Questioni per le quali, tra l’altro, presidenti di Regioni e sindaci sono già stati convocati in più momenti per documentare quali azioni siano state promosse sui propri territori a tutela dell’aria.
La criticità della situazione del Bacino Padano, che è l’area più industrializzata di tutto il Paese, penalizza anche Regioni virtuose come l’Emilia Romagna che da tempo promuove e sottoscrive accordi di programma con i propri Comuni, investendo ingenti somme per infrastrutture e misure finalizzate al miglioramento della qualità dell’aria. “In circa 10 anni di intensa attività - sostiene a questo proposito l’assessore comunale all’Ambiente Rossella Zadro - la situazione è nettamente migliorata e i valori annui di PM10 si sono portati sotto i limiti consentiti dalla legge (40 ug/m3), mentre la numerosità delle giornate di superamento dei limiti giornalieri (non più di 35 giornate anno possono superare il limite giornaliero di 50ug/m3) rappresenta ancora una criticità. A Ferrara il 2010 si è chiuso con una media annua di 34ug/m3, rilevata dalla centralina di Corso Isonzo e di 26ug/m3, rilevata dalla centralina di Villa Fulvia. Valori, entrambi, sotto i limiti consentiti dalle n orme ed inferiori a quelli dello scorso 2009 (36 e 28). I giorni di superamento invece sono stati 59 in Corso Isonzo (66 lo scorso anno) e 26 a Villa Fulvia (30 nel 2009). Situazione dunque migliorata ma da migliorare, - conclude l’assessore Zadro - mobilità, riscaldamento, attività produttive rendono i mesi invernali critici e pertanto soggetti a misure che richiedono attenzione, responsabilità e un po’ di sacrifici a tutti, per il bene di tutti”.

Giovedì senz’auto: tutti i dettagli del provvedimento
Il divieto di transito non si applica:
- lungo il percorso costituito da:
via Bologna (dal segnale INIZIO Centro abitato Ferrara a Via Wagner Beethoven); via Veneziani, (tratto da via Bologna a via Ferraresi); via Ferraresi; via Argine Ducale (tratto da via Ferraresi a via Foro Boario); via Argine Ducale (tratto da via Ferraresi a via Saragat); via Saragat; via Ippolito I Este; via Darsena (tratto compreso tra via Ippolito I Este e l’ingresso del parcheggio “Centro Storico”); via Darsena (tratto compreso tra Via Ippolito I Este e l’ingresso del parcheggio “Centro Darsena City”);

- limitatamente a coloro che sono in possesso dell’abbonamento (in corso di validità e almeno di durata mensile) per il parcheggio Rampari di San Paolo e Ex Brunelli lungo il percorso (in andata e ritorno) costituito da: via Darsena (tratto compreso tra via Ippolito I Este e Corso Isonzo);
Corso Isonzo (tratto compreso tra Via Darsena e Rampari di San Paolo) e Rampari di San Paolo;

- e lungo il percorso costituito da: via Azzo Novello; via Orlando Furioso (tratto compreso tra via A. Novello e via Leopardi); via Leopardi; via Parini; via Arianuova ( tratto compreso tra via Parini e l’ingresso del parcheggio Diamanti); nel parcheggio Ex Mof (Rampari di San Paolo 1) e nel parcheggio Centro Storico.

Il divieto non si applica inoltre in:
via Ravenna; via Wagner; nell’area Rivana; in via Beethoven; nell’area del parcheggio del centro commerciale Il Castello; nell’area del parcheggio Comet - Idrosart; via della Fiera; via Pomposa (tratto da segnale INIZIO Centro abitato Ferrara a via Pontegradella); nell’area del parcheggio del supermercato Interspar; nell’area del parcheggio Ipercoop Le Mura; via Caretti; via Pontegradella (da segnale INIZIO Centro abitato Ferrara a Via Caretti); via Comacchio; via Modena ( tratto da segnale INIZIO Centro abitato Ferrara a Via del Lavoro); via Schiavoni; via Arginone (da via Schiavoni a rotatoria via Trenti); via Trenti; via Bonzagni; via Del Lavoro (area di parcheggio); via Marconi; via Michelini; via Levi; via Eridano (tratto da segnale INIZIO centro abitato Ferrara a via Modena); via Roiti; nell’area di Parcheggio “Ex Montedison”; via Baruchello, (tratto da via Padova all’ingresso del Centro Grossisti Diamante); nell’area di parcheggio del Centro Grossisti Il Diamante; via Copparo; via Carli; via dei Calzolai; via Pannonio; via Bacchelli; via Canapa; via F.lli Rosselli; via Bentivoglio (tratto compreso da via F.lli Rosselli e via Maragno); via Maragno ( tratto da via Bentivoglio a via Padova).

Centro cittadino ancora proibito per i veicoli più inquinanti
Resta inoltre valido, sempre fino al 31 marzo prossimo, il divieto di circolazione (in vigore dal 3 novembre scorso) nelle vie e nelle piazze della zona storica dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 18,30, per i veicoli a benzina non catalizzati (immatricolati fino al 31/12/1992) e per i veicoli diesel pre Euro, Euro 1 ed Euro 2, oltre che per i ciclomotori e i motocicli a due tempi non rispondenti alla direttiva Cee/Ce 97/24. In questo caso l'area interdetta al transito è quella compresa all'interno del perimetro formato da: viale IV Novembre, via Darsena, viale Volano, via San Maurelio, viale Alfonso d'Este, Rampari di San Rocco, corso Porta Mare (tratto compreso tra Rampari di San Rocco e piazzale San Giovanni), piazzale San Giovanni, via Gramicia, via Bacchelli, via Porta Catena, viale Po (tratto compreso tra via Porta Catena e viale IV Novembre).


Clicca qui per leggere il testo integrale dell’ordinanza


Consulta la cartina dell’area interessata dai provvedimenti


Sul sito del Comune di Ferrara www.comune.fe.it è disponibile il link al sito di Arpa per conoscere la situazione dell’aria nel proprio Comune e in Emilia Romagna e per consultare altre notizie in tema di mobilità e ambiente: www.arpa.emr.it/aria oppure www.liberiamolaria.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl