CENTRO DI MEDIAZIONE - 'Summer school' al Grattacielo promossa a pieni voti

CENTRO DI MEDIAZIONE - "Summer school" al Grattacielo promossa a pieni voti Ufficio Stampa 0532.419.243/244/338/452 (fax 0532.419.263) http://www.comune.fe.it/stampa ufficiostampa@comune.fe.it CENTRO DI MEDIAZIONE - Esiti e riflessioni degli operatori sull'attività rivolta ai cittadini stranieri "Summer school" al Grattacielo promossa a pieni voti 05-01-2011 Era partita un po' in sordina nell'estate 2009.

05/gen/2011 10.41.45 Comune di Ferrara Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CronacaComune

Ufficio Stampa
0532.419.243/244/338/452 (fax 0532.419.263)
http://www.comune.fe.it/stampa
ufficiostampa@comune.fe.it
CENTRO DI MEDIAZIONE - Esiti e riflessioni degli operatori sull'attività rivolta ai cittadini stranieri
'Summer school' al Grattacielo promossa a pieni voti


05-01-2011


Era partita un po' in sordina nell'estate 2009. Un progetto sperimentale di insegnamento della lingua italiana rivolto agli alunni stranieri delle scuole primarie e secondarie del territorio ferrarese: la 'summer school'. A Ferrara non esisteva nulla del genere nel periodo giugno-settembre, così poi quando i ragazzi tornavano dalle vacanze, non abituati a parlarlo nei mesi estivi, l'italiano lo avevano un po' dimenticato, risultava arrugginito. Per non parlare poi degli alunni neo-arrivati, sottoposti ad una sorta di trauma all'avvio del loro primo anno scolastico in Italia senza capire la lingua. Così operatori e responsabili del Centro di Mediazione - Servizio Sicurezza del Comune di Ferrara, si sono detti: "Siamo al Grattacielo. Qui c'è bisogno di stare insieme, servono attività costanti, simboli positivi, occorre far vivere questo luogo attraverso la partecipazione di tutti, adulti e bambini. C'è la più alta concentrazione del nostro territorio di culture da tutto il mond o e ci sono pure tanti bambini e ragazzi. Chiediamo a queste persone, alle famiglie, cosa si aspettano d'estate dal loro quartiere, oltre a giochi, animazione, spettacoli, musica che già organizziamo da qualche tempo". Così è partita un'analisi dei bisogni, è stata coinvolta l'Istituzione Servizi Educativi e Scolastici del Comune e sono stati trovati, nell'ambito delle associazioni, insegnanti competenti e già motivati a mettersi in gioco in un percorso nuovo, da giugno a settembre. E' nata la prima Scuola Estiva di Italiano per minori a Ferrara. Durante il primo anno, nel 2009 appunto, attraverso il progetto pilota sono stati coinvolti 22 bambini, quasi tutti residenti nelle due torri, felici tutte le mattine di prendere l'ascensore con mamma o papà, stare insieme, parlare e scrivere italiano. Nel 2010 si è deciso di 'aprire le porte' a tutti i bambini della città". Con il coinvolgimento di tutti gli Istituti Comprensivi cittadini la summer school di italiano per stranieri ha portato ad iscriversi, nell'estate 2010, ben 60 bambini d! i 13 div erse nazionalità: est-europei, marocchini, pakistani, cinesi, dell'Africa nera, etc. Per un totale di 300 ore di lezione. Così, molti di questi bambini, si sono ritrovati durante l'ultima estate ad avere "l'agenda piena..." al Grattacielo: la mattina a scuola d'italiano, il pomeriggio i giochi di animazione nei giardini, la sera spettacoli di musica e intrattenimento. I residenti "storici", quelli un po' più anziani, felici di vedere il proprio quartiere popolato da gioventù in festa e adesso arrivano anche gli apprezzamenti dalle scuole coinvolte.

Le insegnanti dell’Istituto Comprensivo Govoni hanno preso carta e penna e in una apposita relazione valutativa sull'impatto prodotto dalla summer school hanno scritto: "Un gruppo numeroso di bambini dell’Istituto ha frequentato la scuola estiva del Grattacielo, ottenendo risultati molto positivi. I bambini neoarrivati, a settembre, hanno iniziato la scuola con un bagaglio lessicale minimo (... prendi il quaderno, taglia, scrivi, disegna... ) che ha consentito loro, di affrontare i primi giorni di scuola con tranquillità. L’esperienza presso la scuola estiva ha inoltre preparato, quasi tutti gli alunni neoarrivati, ad affrontare in modo adeguato regole, tempi e ritmi scolastici. Le famiglie hanno consegnato subito a noi insegnanti di classe, l’attestato che avevano ricevuto dagli insegnanti della scuola estiva, considerandolo una sorta di 'lasciapassare' per la nuova esperienza scolastica dei loro figli. Relativamente agli alunni arrivati in Italia lo scorso anno, gli i nsegnanti rilevano un miglioramento nel lessico e nella comprensione orale, ma anche nella padronanza della lettura e della scrittura. Tutto ciò ha avuto una ricaduta positiva sull’autostima degli alunni e di conseguenza ha migliorato la loro integrazione. Visti i risultati, è un’esperienza che sicuramente deve continuare, considerando anche che, per alcuni bambini, la scuola del Grattacielo ha rappresentato l’ unica possibilità di parlare l’italiano durante tutto il lungo periodo estivo".
C'è soddisfazione e orgoglio per i risultati raggiunti al Centro di Mediazione del Comune i cui peratori ribadiscono alcuni concetti fondamentali: "anche così si crea integrazione, anche così si produce sicurezza".
Il Progetto Scuola Estiva "Il Grattacielo" è stato promosso - all'interno del progetto Ferrara città solidale e sicura - dal Comune di Ferrara tramite il Centro di Mediazione del Servizio Sicurezza Urbana e dall'Ufficio Integrazione Stranieri dell'Istituzione Scolastica, per poi essere attuato dall’associazione cittadina Viale K.




Centro di Mediazione - Viale Cavour 177-179, Ferrara tel.0532 770504
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl