ASSESSORATO ALLO SPORT Equiraduno nazionale dal 2 al 5 giugno allippodromo comunale di Ferrara

"Si tratta - come spiegato dal consigliere della Federazione Emilio Lodigiani - di dodici percorsi, di lunghezza variabile fra i 50 e i 500 km, tracciati dalla Fitetrec lungo il Po o con convergenza verso il grande fiume.

Persone Laura Trentini, Luigi Mauriello, Federazione Emilio Lodigiani, Luciano Masieri, Gala, Domenica
Luoghi Italy, Rome, Lombardy, Piedmont, Venetia, Po River, Emilia Romagna, Ferrara
Organizzazioni potranno seguire
Argomenti music, zoology

30/mag/2011 14.10.45 Comune di Ferrara Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CronacaComune

Ufficio Stampa
0532.419.243/244/338/452 (fax 0532.419.263)
http://www.comune.fe.it/stampa
ufficiostampa@comune.fe.it
ASSESSORATO ALLO SPORT - Equiraduno nazionale dal 2 al 5 giugno all’ippodromo comunale
Ferrara capitale italiana del turismo equestre


30-05-2011

Storia, arte e natura da scoprire in sella a un cavallo. Questa l’essenza del turismo equestre, attività in continua diffusione, che per il 2011 ha scelto Ferrara come cornice del proprio raduno nazionale. Per quattro giorni, dal 2 al 5 giugno prossimi, la nostra città indosserà infatti le vesti di capitale italiana del turismo equestre aprendo le porte a centinaia di cavalieri in arrivo da tutta la penisola per la 40a edizione dell’Equiraduno organizzato dalla Federazione Italiana Turismo Equestre (Fitetrec).
Centro nevralgico della manifestazione, patrocinata da Comune e Provincia, sarà l’ippodromo cittadino, dove da giovedì a domenica si susseguiranno appuntamenti e iniziative di ogni genere, per far conoscere ad adulti e bambini il mondo dei cavalli e delle innumerevoli attività equestri. E sempre qui, come spiegato stamani in conferenza stampa dall’assessore comunale allo Sport Luciano Masieri e dai rappresentanti della Fitetrec, convergeranno nel pomeriggio di sabato, i circa 5-600 cavalieri che nei giorni scorsi sono partiti, in sella ai loro animali, da varie località del Nord Italia e non solo, per percorrere le dodici tratte di avvicinamento a Ferrara. “Si tratta - come spiegato dal consigliere della Federazione Emilio Lodigiani - di dodici percorsi, di lunghezza variabile fra i 50 e i 500 km, tracciati dalla Fitetrec lungo il Po o con convergenza verso il grande fiume. Percorsi che sono destinati a divenire parte dell’ippovia del Po, sulla base del progetto europeo che l a stessa Federazione sta curando con il coinvolgimento delle Regioni Emilia Romagna, Piemonte, Lombardia e Veneto”.
Altro evento clou della quattro giorni sarà il tour a cavallo che, partendo dall’ippodromo, condurrà i trekker giunti da tutta Italia alla scoperta di Ferrara, dei suoi monumenti e delle sue mura, lungo un tragitto di circa sette chilometri tra centro storico e parco urbano. Il tutto secondo un copione elaborato con il coinvolgimento delle forze dell’ordine e della Polizia municipale, a garanzia, come sottolineato dal questore Luigi Mauriello e dal comandante dei vigili urbani Laura Trentini, della sicurezza di partecipanti e spettatori, che sono invitati a prestare la massima attenzione agli animali di passaggio.
Già a partire da giovedì 2 giugno, dalle 14, appassionati e curiosi potranno assistere, sempre all’ippodromo, alle prove agonistiche di monta da lavoro veloce e di ‘Gimkana’, mentre venerdì dalle 9 si potranno ammirare i cavalieri in erba cimentarsi nel Campionato italiano ludico per giovanissimi. Il tutto corredato, nelle quattro giornate, dalle iniziative organizzate dalla società Mri1, tra cui la messa in sella sui pony per i più piccoli, le ‘scuderie didattiche’ per bambini e adulti, le esibizioni di cavalli di ‘Pura razza spagnola’ e ogni sera balli, musica country e l’immancabile stand gastronomico. Domenica, inoltre, i bambini potranno seguire il tour a cavallo della città a bordo del ‘pony bus’, una carrozza trainata da quattro pony che farà tappe di circa 600 metri.
Per i cavalieri del raduno, invece, la cena di gala, assieme alle autorità, è prevista per sabato a palazzo della Racchetta.


LA SCHEDA a cura della Federazione Italiana Turismo Equestre
40° EQUIRADUNO NAZIONALE FITETREC-ANTE
Ferrara 2.3.4.5 giugno 2011


Il grande evento, supportato da tutte le istituzioni locali e nazionali, vanta un palinsesto di appuntamenti che entusiasmerà dai giovanissimi alle amazzoni e ai cavalieri di lungo corso con iniziative agonistiche e di valorizzazione del territorio.
L’Equiraduno rappresenta il culmine dell'attività federale nell’ambito del turismo equestre e premia la regione ospitante con forti motivazioni promozionali, il cui raggio di azione spazia a tutto tondo tra storia, cultura, tradizioni, ambiente, tipicità, enogastronomia ed eccellenze del territorio.
L'evento, nella sua formula itinerante, costituisce così un volano turistico di primaria importanza, il cui successo si fonda su sinergie che rendono l'esperienza in sella un'autentica full immersion nell’anima più profonda delle regioni.
Il comitato regionale dell’Emilia Romagna ha organizzato l’Equiraduno in un'area ricca di paesaggi di struggente bellezza, di siti storici e artistici unici al mondo e forte di un'enogastronomia tra le più apprezzate. I partecipanti potranno scoprire, attraverso le molte iniziative organizzate dalla Federazione, i luoghi più famosi ma anche siti meno frequentati, non certo di minore fascino. Dagli etruschi, agli Estensi, ai Papi, la storia ha infatti reso di Ferrara uno dei propri epicentri.
E non meno interessanti sono gli aspetti legati al territorio. Tra terra e acqua, la città è regina della pianura lambita da Po, disseminata di pinete, specchi salmastri, argini fluviali e dune che celano e difendono vegetazione e fauna selvatica uniche.
I cavalieri giungeranno a cavallo da tutta Italia (sono previsti oltre 500 cavalli e moltissime carrozze e carovane) attraverso le tratte e sono cavalieri di ogni età dai più piccini ad un Signore di 89 anni che a cavallo arriva da Roma accompagnato da un gruppo di 20 cavalieri.
L’equitazione vista come filosofia di vita, di connubio con l’animale cavallo che diventa un mezzo si di trasporto ma soprattutto un compagno, un amico da valorizzare e non da sfruttare solamente.

Programma della manifestazione:

Giovedì 2 giugno, dalle 14, Ippodromo Comunale di Ferrara:
- Monta da lavoro; i concorrenti dovranno dimostrare la loro abilità in sella portando a termine il percorso costituito da cancelli, barriere e barili.
- Gimkana; è una prova di abilità e velocità a cavallo che consiste nel superare piccoli ostacoli, strettoie, ponticelli nel minor tempo possibile.

Venerdì 3 giugno, dalle 9, Ippodromo Comunale di Ferrara:
- Campionato ludico addestrativo dei circoli per ragazzi e bambini. La sfida avverrà su percorsi di piccoli ostacoli, cancelli e gimkana.

Sabato 4 giugno, dalle 15:
Arrivo dei cavalli e cavalieri da tutta Italia attraverso le tratte stabilite dalla FITETREC-ANTE.
Cena di Gala che si terrà nel centro di Ferrara, all'interno di Palazzo La Racchetta (palazzo del 1400 ricco di fascino e storia fra i più belli della città estense patrimonio dell’Unesco).
Alla cena di Gala parteciperanno tutti i cavalieri che sono giunti a Ferrara dalla tante tratte di avvicinamento e saranno presenti personalità politiche e del mondo equestre.

Domenica 5 giugno, dalle 9,30:
Tutti i cavalieri giunti a Ferrara il giorno prima si raduneranno nell'Ippodromo per un momento ufficiale.
Poco dopo inizieranno un tour a cavallo che attraverserà la città di Ferrara per visitare i monumenti più suggestivi della capitale estense. Il classico evento che corona ogni equiraduno federale farà
entrare tanti cavalli e cavalieri in una delle città italiane che ha fatto la nostra storia. Le meraviglie della dominazione estense, e non solo, vissute come un tempo: uomo e cavallo.
Per seguire la manifestazione, sarà presente il Pony Bus; ogni 600 metri una carrozza trainata da pony accompagnerà i bimbi lungo il percorso effettuato dai cavalli.

Per tutta la durata della manifestazione presso l’Ippodromo di Ferrara, si svolgerà il battesimo della sella nel campo pony, che consiste nella prima messa in sella ad un pony di bimbi di età non inferiore ai 5 anni.
Saranno inoltre presenti stand gastronomici, mercatini e intrattenimento musicale.

Scarica la presentazione_equiraduno2011.pdf


Per informazioni:
www.equiraduno.it
www.mri1.org
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl