comstampa - dati turismo 2007

16/apr/2008 14.30.00 Comune di Ferrara Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CronacaComune

Ufficio Stampa
0532.419.243/244/338/452 (fax 0532.419.263)
http://www.comune.fe.it/stampa
ufficiostampa@comune.fe.it
Le presenze crescono del 21% e arrivano a 444mila trainate da mostre ed eventi culturali
A Ferrara boom di turisti nel 2007


16-04-2008

Per la prima volta Ferrara supera quota 400mila. Nel 2007, infatti, sono state 444.115 le presenze di turisti in città. Il consuntivo dell’anno è ricco di soddisfazioni. Oltre all’incremento di 80.000 presenze rispetto al 2006, pari a un aumento del 21,2%, si segnala una marcata crescita dell’indice di utilizzo della ricettività, che passa dal 33,2 al 39,4, premiando in maniera sostanzialmente omogenea tanto le strutture alberghiere quanto quelle extralberghiere.
“Prosegue e si rafforza un trend positivo che dura dal 1993 - ha affermato l’assessore al Turismo Davide Stabellini - che in 15 anni ci ha visto passare da 154mila alle attuali 444mila presenze. Registriamo fra l’altro una sostanziale omogeneità di flussi, tant’è che nemmeno i mesi di fisiologico calo (gennaio, febbraio, novembre) risultano più essere tali. Inoltre si confermano picchi significativi in coincidenza con mostre ed eventi. In particolare, accanto ai Buskers e allo spettacolo pirotecnico di Capodanno, nel 2007 sono risultati trainanti il Balloons festival e il nuovo festival Internazionale”.
L’aumento delle presenze riguarda tanto gli italiani (25,3%), quanto gli stranieri (11,9). Ma anche gli arrivi,197.589 in totale rispetto ai 169.030 del 2006, registrano un indice positivo, con un 18,9% per gli italiani e un 11,9% per gli stranieri. Le regioni di provenienza più rappresentate sono Lombardia, Lazio, Puglia, Campania, Piemonte e Toscana. Dall’estero invece i maggiori flussi riguardano Germania, Stati Uniti, Francia, Spagna, Paesi Bassi, Regno Unito e Romania.
“In città scontiamo ancora un radicato pregiudizio sugli investimenti culturali - ha commentato il sindaco Gaetano Sateriale - secondo il quale la spesa in questo ambito risponde solo ai bisogni di una parte delle popolazione e perciò potrebbe essere ridotta senza significative ricadute. Invece i dati dimostrano con chiarezza l’effetto di traino per tutto il sistema turistico. Dove c’è investimento c’è riscontro anche nei mesi più difficili. Con le nostre politiche culturali basate sulla qualità e sulla continuità dell’offerta riusciamo a raggiungere e fidelizzare pubblici ampi ed eterogenei. Credo che anche il Cittàterritoriofestival che inauguriamo domani avrà questa positiva funzione, come già è stato in autunno con il festival Internazionale”.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl