Ferrara celebra la carriera di Florestano Vancini

13/mag/2008 17.49.00 Comune di Ferrara Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CronacaComune

Ufficio Stampa
0532.419.243/244/338/452 (fax 0532.419.263)
http://www.comune.fe.it/stampa
ufficiostampa@comune.fe.it
Il 15 e 16 maggio la consegna di due riconoscimenti al regista
Ferrara celebra la carriera di Florestano Vancini


13-05-2008

Figura tra le più emblematiche del cinema italiano, Florestano Vancini sarà celebrato dalla sua città con due riconoscimenti alla sua prestigiosa carriera: il Premio Città di Ferrara e la Laurea honoris causa in Filosofia. Le cerimonie di consegna, in programma il 16 maggio prossimo, saranno accompagnate da una breve rassegna dell’opera cinematografica del regista ferrarese alla sala Boldini, a ingresso gratuito. Giovedì 15 alle 21 sarà proposta “La lunga notte del ’43”, mentre venerdì 16, sempre alle 21, sarà proiettato il film Le stagioni del nostro amore. Le due opere saranno introdotte rispettivamente da Alberto Boschi, docente di Storia del Cinema all’Università di Ferrara, e da Marco Bertozzi, docente di Filosofia Teoretica della stessa Università. La proiezione di venerdì sarà preceduta dalla consegna, da parte del sindaco Gaetano Sateriale, al Maestro Vancini del premio “Città di Ferrara”. Mentre nella mattinata di venerdì alle 11, nell’aula magna del Rettorato! , a Palazzo Renata di Francia (via Savonarola 9), avverrà la cerimonia di consegna della Laurea honoris causa in Filosofia.

Dapprima aiutante di Soldati e Zurlini, Florestano Vancini ha esordito nel 1960 nel cinema a soggetto con La lunga notte del ’43 - pellicola selezionata tra i cento film considerati patrimonio della storia del cinema italiano - esemplare adattamento per il grande schermo di uno dei racconti del libro Cinque storie ferraresi di Giorgio Bassani che ottenne il premio come migliore opera prima alla Mostra del Cinema di Venezia. Da allora altri quattordici film hanno consegnato la figura di Florestano Vancini alla storia del cinema nazionale, con capolavori che testimoniano la sua capacità di coniugare con esiti altissimi l’impegno politico, la narrazione storica ed il puro spettacolo, e con la realizzazione, fra l’altro, di opere che hanno contribuito a fare conoscere il nome di Ferrara in ambito nazionale ed internazionale.
L’opera del Maestro Vancini è contraddistinta da impegno politico e testimonianza storica di alcuni importanti eventi delle vicende della nostra nazione, fra i quali la strage di Bronte, episodio dimenticato dell’impresa garibaldina in Sicilia, la resistenza partigiana, le crisi staliniste degli anni ’60 del secolo scorso e i problemi sociali dell’Italia.
La sua filmografia comprende quindici opere, fra le quali, oltre a La lunga notte del ’43, La banda Casaroli (1962), Le stagioni del nostro amore (1966), Bronte - Cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato (1972), il delitto Matteotti (1973), Amore amaro (1974), La neve nel bicchiere (1984), …e ridendo l’uccise (2005).


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl