com.stampa - fondazione vittime reati

Sergio Zavoli ha illustrato oggi a Ferrara, nella cornice dei giardini del grattacielo, gli scopi e l'attività svolta dalla Fondazione per le vittime dei reati, operativa dal 2005, della quale è presidente fin dalla costituzione.

11/lug/2008 19.20.00 Comune di Ferrara Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CronacaComune

Ufficio Stampa
0532.419.243/244/338/452 (fax 0532.419.263)
http://www.comune.fe.it/stampa
ufficiostampa@comune.fe.it
Illustrati al grattacielo scopi e attività della Fondazione regionale presieduta da Sergio Zavoli
Un aiuto concreto e immediato alle vittime dei reati


11-07-2008

Uno strumento in grado di dare risposte tempestive e concrete alle vittime di azioni criminose o ai loro familiari. Sergio Zavoli ha illustrato oggi a Ferrara, nella cornice dei giardini del grattacielo, gli scopi e l’attività svolta dalla Fondazione per le vittime dei reati, operativa dal 2005, della quale è presidente fin dalla costituzione. Con lui l’assessore comunale Raffaele Atti, l’assessore provinciale Diego Carrara, il dirigente comunale Ivano Guidetti e la direttrice della Fondazione Vilma Ecchia.
L’ente, voluto dalla Regione Emilia Romagna e partecipato da istituzioni locali, fra le quali Comune e provincia di Ferrara, fornisce - ha spiegato Atti - “una solidarietà non soltanto a parole” alle persone che subiscono, in termini di lutti o danni gravi, le conseguenze di reati. Il sostegno può essere espresso in termini monetari, ma anche di assistenza e di servizi.
“La politica ruota attorno alla parola insieme”, ha ricordato Zavoli, rimarcando il carattere solidale della Fondazione e aggiungendo che “dalle sofferenze e dal malessere del nostro tempo si esce insieme o non si esce”.
La filosofia della Fondazione è intervenire sul bisogno. Subito. Vilma Ecchia ha precisato che in questi anni sono stati erogati quasi 700mila euro a beneficio delle vittime o dei loro familiari. “In alcuni casi abbiamo garantito la disponibilità di dispositivi di sicurezza per assicurare la tranquillità delle persone - ha esemplificato - in altri abbiamo affrontato spese mediche per prestazioni particolari non coperte dalle Asl o spese legale, magari per perizie particolarmente costose; in altre circostanze abbiamo indennizzato i mancati guadagni causati dall’inattività dovuta alle conseguenze di un’invalidità”.
La Fondazione emiliano-romagnola per le Vittime dei Reati ha sede presso il servizio per la Sicurezza e la Polizia locale della Regione Emilia-Romagna in viale Aldo Moro 64 a Bologna. Tel. 051-283240 - 283401 - Fax 283087, e-mail: fondazionevittime@regione.emilia-romagna.it.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl