Contributi per l'acquisto di ausili per disabili

05/mar/2009 14.57.44 Comune di Ferrara Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CronacaComune

Ufficio Stampa
0532.419.243/244/338/452 (fax 0532.419.263)
http://www.comune.fe.it/stampa
ufficiostampa@comune.fe.it
Fino al 31 maggio la raccolta delle richieste al Centro H
Autonomia possibile con i contributi per gli ausili alla disabilità


05-03-2009

Indipendenza e autonomia di spostamento non sono più traguardi irraggiungibili per le persone disabili. A loro supporto le moderne tecnologie offrono infatti strumenti e ausili in grado di contribuire alla piena autosufficienza. E ad aprire la strada verso l’utilizzo di questi supporti giungono anche quest’anno i contributi finanziari previsti dalla legge regionale 29/97. Ci sarà infatti tempo fino al 31 maggio prossimo per presentare al Centro H (InformaHandicap – Caad) di via Ungarelli 43 le domande di finanziamento per le spese sostenute da persone disabili, in relazione all’acquisto o all’adattamento di veicoli o all’acquisto di ausili e tecnologie utili per favorire la permanenza all’interno della propria abitazione.
Aperto il martedì dalle 9 alle 13, il giovedì dalle 15,30 alle 19 e il venerdì dalle 9 alle 13, il Centro H è disponibile per chiarimenti anche al numero di telefono 0532-903994 o all’indirizzo di posta elettronica info@centrohfe.191.it (www.centrohfe.191.it) e per la distribuzione dei moduli da compilare (disponibili anche presso tutti i Comuni del Distretto e su internet, all’indirizzo www.emiliaromagnasociale.it).
Rispetto alle indicazione dello scorso anno la concessione di contributi 2009 presenta alcune novità, tra cui la possibilità per i richiedenti di essere inseriti in graduatoria anche per spese effettuate entro maggio 2009. E’ inoltre possibile presentare domanda anche per spese effettuate prima del 2008, ma verrà comunque data priorità in graduatoria alle spese effettuate nel solo anno precedente e in quello in corso rispetto a quello della domanda. Variazioni sono state introdotte anche in riferimento ai tetti di spesa ammissibili a contributo e ai valori Isee da considerare quali limiti di accesso ai contributi. Le domande ammesse in graduatoria ma che non riceveranno il contributo saranno automaticamente spostate al bando dell’anno successivo per un periodo massimo di tre anni; i vari contributi previsti non sono cumulabili tra loro.
Hanno diritto al beneficio economico i disabili gravi con o senza patente di guida, i conviventi o le persone che hanno un rapporto consolidato di assistenza con il disabile (intestatari dell’autoveicolo) che devono acquistare un veicolo o adattarne uno di loro proprietà per il trasporto del disabile, disabili gravi di età inferiore ai 65 anni (per veicoli senza particolari adattamenti), disabili titolari di patenti di guida speciali che abbiano dovuto adattare i comandi di guida del veicolo. Inoltre possono accedere al contributo per l'acquisto di ausili e tecnologie da installare nelle abitazioni, i disabili gravi, le persone che esercitano la patria potestà o tutela, l’Amministratore di sostegno, con diverse tipologie di erogazione dei fondi in base alle caratteristiche degli strumenti acquistati e dei loro destinatari, mentre due sono i requisiti principali per poter presentare la domanda: un valore dell’ISEE (Indicatore della situazione economica) non superiore ai 21.00! 0 euro, mentre è necessario allegare alla richiesta anche la certificazione dell’handicap rilasciata dalla Commissione sanitaria dell’USL e la fattura per la spesa sostenuta.

SCHEDA INFORMATIVA
Modalità di accesso ai finanziamenti della Legge Regionale 29/97, Art. 9 e 10

La Regione, con una direttiva (DGR 1161/04), ha delegato ai Comuni la gestione dei contributi previsti dalla LR 29/97 agli articoli 9 e 10, per agevolazioni a favore dei disabili sia per usufruire di un mezzo di trasporto privato idoneo, sia per l'acquisto di ausili e tecnologie, per favorire il permanere dei disabili nella propria abitazione.
Acquisto o adattamento di un veicolo (art.9)
I contributi sono rivolti a favorire l'adattamento o l'acquisto di un veicolo: per adattamento si intendono le modifiche ai comandi di guida prescritti dalla Commissione per le patenti speciali e le modifiche alla carrozzeria e alla sistemazione interna del veicolo necessarie per l'accesso e l'utilizzo del mezzo da parte del disabile.
Hanno diritto al beneficio economico:
• disabili gravi (Legge 104, art. 3, comma 3) con o senza patente di guida;
• i conviventi o le persone che hanno un rapporto consolidato di assistenza con il disabile (intestatari dell'autoveicolo) che devono acquistare un veicolo o adattarne uno di loro proprietà per il trasporto del disabile;
• disabili gravi di età inferiore ai 65 anni (per veicoli senza particolari adattamenti);
• disabili titolari di patenti di guida speciali che abbiano dovuto adattare i comandi di guida del veicolo.
Tipologie dei requisiti di reddito e entità del contributo
• per l'acquisto di un veicolo con adattamenti particolari (per permettere al disabile di entrare nel veicolo e ed essere trasportato o guidare lui stesso), l' ISEE deve essere inferiore a 21.546 euro: il contributo è il 15% del tetto massimo di spesa, pari a 31.806 euro;
• per l'adattamento alla guida e/o al trasporto di un veicolo destinato abitualmente a un disabile, e al suo trasporto , l' ISEE deve essere inferiore a 21.546 euro: il contributo è il 50% del tetto massimo di spesa, pari a 8.496 euro;
• per l'acquisto di un veicolo destinato abitualmente a un disabile con età inferiore a 65 anni, l' ISEE deve essere inferiore a 13.806 euro: il contributo è il 15% del tetto massimo di spesa, pari a 10.620 euro (il contributo viene concesso per il solo acquisto e non per eventuali adattamenti);
• per l'adattamento di un veicolo destinato abitualmente a una persona titolare di patenti speciali A, B o C con incapacità motorie permanenti , non sono previste soglie di reddito: il contributo è il 20% della spesa effettivamente sostenuta e documentata.
• i contributi competono per un solo autoveicolo o per lo stesso adattamento nel corso di un quadriennio decorrente dalla data di acquisto. E' possibile riottenere il beneficio per acquisti e/o adattamenti effettuati entro il quadriennio, qualora il primo autoveicolo beneficiario risulti precedentemente cancellato dal Pubblico Registro Automobilistico. In caso di furto il contributo regionale può essere richiesto entro il quadriennio, in tal caso il contributo deve essere calcolato al netto dell'eventuale rimborso assicurativo.
Acquisto di ausili e tecnologie, per favorire il permanere dei disabili nella propria abitazione (art.10)
I contributi sono rivolti all'acquisto di strumentazioni tecnologiche per favorire la vita del disabile nella propria abitazione.
Hanno diritto ai contributi:
• disabili certificati come gravi in base alla legge 104/92 (art.3, comma 3);
• chi esercita la patria potestà o la tutela;
• l'Amministratore di sostegno.
Tipologie di contributo
• per strumentazioni tecnologiche e informatiche per il controllo dell'ambiente domestico e lo svolgimento delle attività quotidiane: 50% della spesa sostenuta su un massimo di spesa ammissibile di 13.806 euro;
• ausili, attrezzature e arredi personalizzati per migliorare la fruibilità della propria abitazione: 50% della spesa sostenuta su un massimo di spesa ammissibile di 11.682 euro;
• attrezzature tecnologiche per svolgere attività di lavoro, studio e riabilitazione nella propria abitazione quando non sia possibile svolgerle all'esterno: 50% della spesa sostenuta su un massimo di spesa ammissibile di 4.248 euro.
Il contributo copre spese già effettuate nell'anno precedente e non è cumulabile con quello previsto dalla legge 13/89.
Il requisito di reddito per richiedere il contributo è un valore ISEE non superiore a 21.546 euro.
Inoltre:
In caso di genitori della persona con disabilità separati o divorziati, entrambi i genitori possono presentare domanda di contributo, anche per interventi uguali, in modo tale che entrambi i genitori siano in grado di poter attrezzare o adeguare la propria abitazione di residenza o la propria autovettura e di poter così continuare ad assistere il proprio figlio.

Nel caso in cui la persona con disabilità sia, al momento della scadenza del bando, ancora in attesa di visita o rilascio della certificazione di handicap con connotazione di gravità, potrà presentare richiesta di contributo l’anno successivo se in possesso di tale certificazione, anche per spese effettuate nel corso dei due anni precedenti alla scadenza dell’ultimo bando;
Dove presentare le domande
Le domande per i residenti a Ferrara, devono essere presentate presso il Centro H in Via Ungarelli - 43, per i residenti presso gli altri comuni del distretto (Masi Torello, Voghiera, Copparo, Berra, Formignana, Iolanda di Savoia, Ro Ferrarese, Tresigallo) anche presso il proprio Comune entro il 31 maggio di ogni anno. La modulistica è reperibile presso il Comune di residenza, presso il Centro H o può essere scaricata dal sito internet.

I documenti che occorrono:
• Certificato ISEE da compilare gratuitamente presso un patronato * *
• Certificazione dell’handicap rilasciata dalla Commissione sanitaria (AUSL)
• Fattura della spesa sostenuta

Per l'attestazione I.S.E. / I.S.E.E. si dovrà dichiarare quanto segue
• reddito complessivo IRPEF di tutti i componenti il nucleo familiare, quale risulta dall'ultima dichiarazione dei redditi presentata (Mod. UNICO, Mod. 730) o, in mancanza di obbligo della presentazione della dichiarazione dei redditi, dall’ultima certificazione rilasciata dai datori di lavoro o enti pensionistici (Mod. CUD 2004);
• Patrimonio mobiliare dei nucleo familiare alla data 31/12/2003 (esempio: conti correnti e libretti bancari c/o postali, BOT, CCT, azioni, obbligazioni, ecc.);
• patrimonio immobiliare del nucleo familiare alla data dei 31/12/2003, (si fa riferimento al valore catastale, calcolato ai fini I.C.I.);
• data e numero di registrazione del contratto di locazione;
• importo dei canone di locazione relativo all'anno 2004;
• eventuali invalidità solo se superiori al 66%, e/o handicap (L. 104/92 Art. 3, comma 3°);
• codice fiscale e dati anagrafici di tutti i componenti il nucleo familiare;
• composizione del nucleo familiare;

** ELENCO Centri di assistenza Fiscale (per attestazione I.S.E / I.S.E.E.)
A.C.L.I. VIA ARIOSTO,.88 Tel. 0532/210268
CONFAGRI VIA BOLOGNA, 63718 Tel. 0532/979111
F.A.B.I. VIA CONTRARI, 7/B Tel. 0532/210353
C.I.A. VIA BOLOGNA, 592/A Tel. 0532/978550
PENSIONATI C.NA. VIA CALDIROLO, 84 Tei. 0532/67555
PENSIONATI C.NA. VIA GRILLENZONI, 3 Tel. 0532/765656
50&PIU' - ENASCO VIA BARUFFALDI, 18 Tel. 0532/234211
SICUREZZA FISCALE VIA DARSENA, 178 Tel. 0532/778411
U.I.L. VIA DEL MULINETTO, 63 Tel_ 0532/766126
COLDIRETTI VIA BOLOGNA, 637 Tel. 0532/979711
C.G.I.L. P.ZZA VERDI, 5 Tel. 0532/783202
C.I.S.L. C.SO PIAVE, 60 Tel. 0532/777611
C.I.S.L. VIA BECCHI, 6 Tel. 0532/768058
PENSIONATI C.I.S.L. VIA RISORGIMENTO, 45 Tel. 0532/462634
CONF. S.A.L. C.SO DELLA GIOVECCA, 47 Tel. 0532/246262
CONFARTIGIANATO VIA VENEZIANI, 1/5 Tei. 0532/786111
U.C.I. C.SO ISONZO, 73 Tel. 0532/242227

Per informazioni telefonare al Centro H, tel. 0532/903994. L’ufficio è aperto il martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13,00 e il giovedì dalle ore 15,30 alle 19,00

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl