Nuove case di edilizia agevolata, una risposta sociale e urbanistica

08/ott/2009 15.24.45 Comune di Ferrara Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CronacaComune

Ufficio Stampa
0532.419.243/244/338/452 (fax 0532.419.263)
http://www.comune.fe.it/stampa
ufficiostampa@comune.fe.it
Presentato l'avvio della realizzazione di un programma di 'housing' sociale in Foro Boario
Nuove case di edilizia agevolata, una risposta sociale e urbanistica


08-10-2009

Saranno realizzati e consegnati entro la primavera del 2011 nella zona di Foro Boario, riqualificando un'area della città, i 58 alloggi di edilizia agevolata costruiti secondo i criteri di benessere abitativo, sicurezza e risparmio energetico e di un rigido bando regionale che prevede 6milioni euro di contributo pubblico a fronte di un investimento complessivo di 9 milioni. Questa la sintesi di un programma di housing sociale messo in campo dal Gruppo Sefim di Ferrara in collaborazione con le cooperative sociali e il Comune.
All'incontro di presentazione svoltosi questa mattina, giovedì 8 ottobre, nella residenza municipale hanno preso parte tra gli altri Daniele Guzzinati, presidente Gruppo Sefim, Raffaele Lungarella, dirigente assessorato Regionale alla Programmazione e sviluppo territoriale, Roberta Fusari, assessore Comunale all’Urbanistica, Edilizia Privata e Pubblica, Chiara Sapigni, assessore Comunale alla Sanità, Servizi alla Persona e Immigrazione, Mirco Dondi, Presidente Legacoop Ferrara, Roberto Pennini, presidente PAR.CO. e Franco Vincenzi, presidente Cooperativa Il Castello.
“Questa programma si inserisce e in parte anticipa le politiche abitative che questa Amministrazione vuole portare avanti. L'attenzione alla qualità edilizia di questo intervento bene si fonde con un alto livello di qualità urbana” ha affermato l'assessore Fusari mentre per l'assessore Sapigni ha sottolineato “il bisogno di questa città di dare case alle famiglie, luoghi non isolati nel tessuto cittadino e una qualità di vita che consenta relazioni sociali in spazi idonei”. Proprio in un gruppo di case saranno realizzati servizi per i cittadini e una “Casa dei piccoli” intitolata all'architetto Emilio Manara, già progettista del gruppo Sefim e amministratore di questa città con il ruolo di assessore alla Cultura negli Anni '80.

LA SCHEDA (a cura del Gruppo Sefim)
L’edilizia residenziale agevolata e convenzionata è il risultato di un confronto costante e di una collaborazione attiva tra diversi soggetti: Regione, Amministrazione Comunale, Cooperative e Imprese concorrono alla realizzazione di programmi edilizi capaci di rispondere alle necessità abitative delle persone, in particolare quelle con un reddito basso.
Da sempre Gruppo Sefim dimostra interesse al problema della casa, sia in proprietà che in locazione: la programmazione e la realizzazione di soluzioni a favore di chi ha difficoltà economiche rappresentano uno dei principali obiettivi da perseguire.
Il nuovo progetto edilizio del Gruppo, inserito nell’ambito del programma della Regione Emilia-Romagna “3.000 case per l'affitto e la prima casa di proprietà", è un intervento di recupero e di sviluppo urbano dell’area Foro Boario, con tutti i requisiti dell’edilizia agevolata e convenzionata.
Il centro residenziale sorgerà infatti su una superficie di proprietà dell’Amministrazione Comunale inserita all’interno di un piano particolareggiato di iniziativa pubblica e già approvato, che prevede prezzi agevolati per la vendita degli alloggi come prima casa di proprietà o l’assegnazione in locazione permanente a canone concordato.
“La Piramide” è il progetto di diverse società del Gruppo Sefim:
- la Cooperativa Borgo Punta realizzerà 23 alloggi per la prima casa di proprietà e uno spazio da destinare a nido condominiale: questo luogo sarà dedicato alla memoria di Emilio Manara, l’architetto che ha progettato l’intervento.
In una fase successiva, Borgo Punta coordinerà inoltre i servizi sociali comuni per il centro residenziale;
- l’impresa di costruzioni PAR.CO. costruirà 19 alloggi per la prima casa in proprietà;
- il Consorzio Servizi Urbani (C.S.U.) realizzerà 16 alloggi in locazione permanente per i soci della Cooperativa Borgo Punta e della Cooperativa Il Castello.
Un totale di 58 abitazioni caratterizzate da tecniche costruttive che aumentano benessere e sicurezza rispettando i criteri del risparmio energetico (muratura con cappotto esterno, teleriscaldamento, riduzione del consumo di acqua potabile ecc.).
Per ogni alloggio la Regione Emilia-Romagna autorizza un mutuo di 100.000 euro, pagando direttamente gli interessi di 50.000 euro: un contributo vero per chi acquista la casa.
L’obiettivo del Gruppo è offrire alle persone la possibilità di scegliere la qualità dell’abitare a costi accessibili, rispondendo concretamente al fabbisogno sociale di una casa di proprietà o in locazione permanente.
Gruppo Sefim è una realtà solida e concreta del settore edilizio e immobiliare, composta da imprese che, insieme, forniscono un servizio globale, accurato e competente.
Sefim gestisce tutti i servizi immobiliari relativi al settore costruzioni, Borgo Punta è la cooperativa edificatrice che opera nell’ambito degli alloggi in proprietà, PAR.CO. è l’impresa di costruzioni e il Consorzio Servizi Urbani (C.S.U.) progetta e realizza abitazioni da assegnare in locazione permanente ai soci, anche a quelli della Cooperativa Il Castello.
La conclusione dei lavori del centro residenziale “La Piramide” è prevista per la primavera del 2011: è già possibile chiedere informazioni sulle proposte abitative presso gli uffici del Gruppo in via Zappaterra 18 a Ferrara.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl