FINALMENTE TRASFERITE ALLA PROVINCIA DI MODENA LE COMPETENZE PER LA REALIZZAZIONE DELLA TANGENZIALE

19/mar/2005 21.04.27 Ufficio Stampa Del Comune di Nonantola (MO) Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Venerdì 18 marzo sono stati firmati i verbali con cui viene trasferita definitivamente da Anas alla Provincia di Modena la titolarità dell’intervento per la realizzazione della tangenziale di Nonantola.
E’ un risultato davvero importante, commenta il Sindaco di Nonantola Pier Paolo Borsari, frutto di un lavoro avviato a luglio 2002 da parte di Anas, Regione, Provincia di Modena e Comune di Nonantola, con la collaborazione esterna del comitato “Voglio la Tangenziale a Nonantola”, per definire un percorso chiaro e funzionale che consentisse un proseguimento migliore e più veloce dell’iter amministrativo per la realizzazione della variante alla Sp.255. Ora questo percorso si è concretizzato con il trasferimento della titolarità dell’opera alla Provincia e sono convinto che questo sia il passo decisivo per dare impulso alla costruzione di un’opera attesa da anni e necessaria per sgravare il centro storico di Nonantola da un traffico veicolare in continua ascesa.
Plaudo al senso di responsabilità mostrato dagli Amministratori della Provincia che hanno permesso la firma del verbale nonostante l'incertezza delle risorse, che non vengono trasferite completamente e colgo l’occasione per ringraziare i ns. parlamentari, in particolare l’On.Manzini, che hanno favorito il conseguimento di questo risultato. Con la Provincia continua il Sindaco - sarà fondamentale continuare il percorso di confronto avviato con le associazioni degli agricoltori e con i proprietari dei terreni interessati al passaggio dell’opera a nord del capoluogo, per verificare la possibilità di superare gli elementi di contenzioso, che a suo tempo hanno portato al blocco dell’appalto per ben due volte. Sarà fondamentale prestare attenzione a questi aspetti per non incappare negli errori del passato, laddove hanno inciso anche disattenzioni procedurali da parte di Anas. Sarà importante mettere in campo una positiva e proficua capacità di ascolto e di negoziazione in grado!
di poter conciliare, da un lato l’esigenza di dare risposte e certezze ai cittadini espropriati , dall’altro di poter accelerare le procedure per il riavvio dei lavori , nel momento stesso in cui la Provincia , ora divenuta titolare dell’opera , è chiamata a ultimare la definizione progettuale. In tal senso la Provincia di Modena ha confermato che il progetto, da ultimo approvato e preso in carico col passaggio da Anas, ha recepito le indicazioni e prescrizioni che a suo tempo furono presentate dal Ministero per i beni e le attività culturali per la sua autorizzazione, per ridurre l’impatto ambientale e paesaggistico della variante ed ha provveduto all’eliminazione dei cavalcavia originariamente previsti , adottando soluzioni quali sottopassi e rotatorie nei principali svincoli.
Se si riuscirà a raggiungere nei prossimi mesi l’accordo con i proprietari dei terreni interessati all’attraversamento dell’opera, non è irrealistico che entro fine anno i lavori possano iniziare. Se invece tutto ciò non sarà possibile, si dovranno attendere altri 24 mesi, il tempo necessario per gli espropri eseguiti in via amministrativa.

--
Mailing list "Comunicati stampa" della rete civica del comune di Nonantola. Per rimuovere la propria adesione:
http://web.comune.nonantola.mo.it/default.php?t=mail

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl