[COMUNICATI STAMPA]IL CONSIGLIO COMUNALE HA APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE PER IL 2005

Martedì 29 marzo il Consiglio Comunale ha approvato il bilancio di previsione per l'anno 2005, dopo che nelle settimane scorse si sono svolti gli incontri pubblici di presentazione che hanno coinvolto le associazioni di categoria, i sindacati e i cittadini.

31/mar/2005 15.55.34 Ufficio Stampa Del Comune di Nonantola (MO) Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Martedì 29 marzo il Consiglio Comunale ha approvato il bilancio di previsione per l’anno 2005, dopo che nelle settimane scorse si sono svolti gli incontri pubblici di presentazione che hanno coinvolto le associazioni di categoria, i sindacati e i cittadini.
La nuova Amministrazione ha approvato il primo importante provvedimento di legislatura in una situazione in cui il Governo centrale continua a trasferire sempre meno risorse economiche agli enti locali, accrescendone però competenze e oneri, e in un contesto in cui con l’ultima finanziaria che ha riscritto totalmente il patto di stabilità per gli Enti Locali, è stato introdotto un tetto alla spesa per gli investimenti, che va a sommarsi a quello già esistente per la spesa corrente.
La naturale conseguenza di questo quadro è la forte criticità nella gestione delle risorse e nella pianificazione delle scelte da parte dei Comuni (compreso Nonantola), sempre più mortificati e penalizzati nella loro autonomia finanziaria e conseguentemente nella capacità progettuale a medio e lungo termine. Con il bilancio 2005 l’Amministrazione ha cercato di contenere le ricadute sui bilanci delle famiglie e prendendo a riferimento l’ultimo triennio, emerge che per il 2005 si è previsto un contenimento delle spese, e contemporaneamente si è cercato di non inasprire marcatamente il prelievo tributario locale. Le uniche voci in aumento sulle entrate locali, riguardano la TARSU (+8%) conseguendo la sostanziale copertura del 100% dei costi dei servizi di igiene urbana, le rette sull’asilo nido comunale ferme dal 2001 (mediamente l’aumento sulle fasce è di un +5%) e quelle sul trasporto scolastico (dai 5 ai 10 euro sulla retta mensile); tutti gli altri servizi sono stati manten!
uti a tariffe inalterate e senza aumenti per i cittadini. Anche l’ICI non subirà aumenti, ma si continuerà ad operare per il recupero dell’imposta evasa.
Per ottenere una riduzione delle spese si è operato soprattutto sul piano finanziario: (-203.500 euro di rate sul debito frutto della estinzione dei vecchi mutui); si è inoltre richiesto alla struttura comunale uno sforzo particolare, diminuendo le voci di spesa di funzionamento della organizzazione comunale (-100.000 euro complessivi) continuando a cogliere opportunità di riduzione dei costi come è per esempio la scelta di aderire a consorzi pubblici per l’acquisto di energia elettrica sul libero mercato, senza far venir meno la qualità delle prestazioni acquisite.
Non si è ritenuto di accendere nessuna fonte di finanziamento ulteriore ma si è ritenuto di lavorare per sviluppare nel prossimo triennio una dotazione di risorse importanti, necessarie per sviluppare azioni di risposta ai bisogni che una comunità in movimento come la nostra genera ed in coerenza con quelli che sono gli impegni esplicitati sul programma elettorale di legislatura. . In tal senso una delle scelte che saranno valutate nel corso del 2005 è quello di dotare il Comune di una società patrimoniale alla quale affidare parti di attività e/o progetti d’investimento su propri beni, con l’obiettivo di recuperare margini e risorse.
Sul piano degli investimenti, il 2005 sarà un anno di transizione con circa 1.000.000 di euro disponibili. I principali filoni di investimento riguarderanno gli interventi sulla sicurezza stradale per il miglioramento della viabilità e della segnaletica ( 165.000 euro), gli interventi per l’edilizia scolastica ( 184.500 euro) , gli interventi sugli impianti sportivi (100.000 euro), gli interventi per la sistemazione del cimitero del capoluogo e per l’ampliamento del cimitero frazionale di Redù (150.000 euro), gli interventi per le aree verdi ( 25.000 euro) e quelli sull’ area di Riequilibrio del Torrazzuolo (85.000 euro), gli interventi sugli spazi destinati allo sportello sociale ed alla ristrutturazione dei locali del centro di accoglienza (43.500 euro).

--
Mailing list "Comunicati stampa" della rete civica del comune di Nonantola. Per rimuovere la propria adesione:
http://web.comune.nonantola.mo.it/default.php?t=mail

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl