[EVENTI] "BUFFO E GIOCOSO" IN SCENA DOMENICA 11 ALLA SALA TROISI

07/dic/2005 09.52.41 Ufficio Stampa Del Comune di Nonantola (MO) Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

AMICI DELLA MUSICA DI MODENA
REGIONE EMILIA ROMAGNA
PROVINCIA di MODENA
COMUNE di CASTELNUOVO RANGONE
COMUNE di SPILAMBERTO
COMUNE di SAN CESARIO sul Panaro
COMUNE DI NONANTOLA

UNICREDITBANCA
BANCO POPOLARE DI VERONA E NOVARA
META spa
INTERAUTO
IMMOBILIARE GEMINI

NOTE DI PASSAGGIO
Autunno Musicale Nonantolano

domenica 11 dicembre ore 17
Nonantola Teatro Troisi
ingresso libero

BUFFO E GIOCOSO
Musiche di Mozart, Rossini, Donizetti, Verdi

Elena Rossi - soprano
Maurizio Leoni - baritono
Dario Giorgelè - basso buffo
Claudio Rastelli - pianoforte

don Pasquale di G. Donizetti: duetto Norina - Dott. Malatesta
Le convenienze e inconvenienze teatrali di G. Donizetti: aria di
Mamma Agata
Dalle Soirées musicales di G. Rossini: L’Invito (Bolero)
L’Elisir d’Amore di G. Donizetti: duetto Adina - Dott. Dulcamara
Il Viaggio a Reims di G. Rossini: aria di Don Profondo
G. Verdi: Stornello
Il Turco in Italia di G. Rossini: duetto Don Geronimo - Selim

-------

La Cenerentola di G. Rossini: duetto Dandini - Don Magnifico
L’Elisir d’Amore di G. Donizetti: aria di Adina
Il Campanello dello speziale di G. Donizetti: duetto Enrico - Don
Annibale
Don Giovanni di W. A. Mozart: terzetto Donna Elvira - Don Giovanni -
Leporello


Nata a Reggio Emilia, Elena Rossi studia canto all'Accademia
Filarmonica di Bologna. Giovanissima, vince il premio "Città di
Chioggia" e debutta al Festival Opera Wexford in Elena da Feltre di
Mercadante sotto la direzione di Maurizio Benini. Partecipa al
Rossini Opera Festival di Pesaro in Isabella di Azio Corghi e,
successivamente, debutta nel ruolo di Adina in Elisir d'amore di
Donizetti a Cesena. Nel 2001 interpreta Giulia nella Scala di seta di
Rossini a Reggio Emilia e Sandrina nella Finta giardiniera di Mozart a
Cento, sotto la direzione di Claudio Desderi.
Nel 2001 prende parte all'inaugurazione del Teatro dell'Opera di Roma
ne La Rondine di Puccini sotto la direzione di Gianluigi Gelmetti e
partecipa al Concerto di Capodanno nella Piazza del Quirinale a Roma.
Interpreta il ruolo di Violetta ne La Traviata nel film di Marco
Bellocchio Addio del passato, presentato nel 2002 alla Mostra del
Cinema di Venezia, dove ha riscosso un grande successo di critica.
Alla Konzerthaus di Vienna interpreta il ruolo di Sofia ne Il Signor
Bruschino di Rossini, sotto forma di concerto.
Dal 2001 al 2003 partecipa a varie edizioni del Festival
Internazionale dell'Operetta al Teatro Verdi di Trieste. Nella
stagione 2003 è impegnata al Teatro Regio di Parma nel concerto Nei
lieti calici, nell'ambito del Festival verdiano, sotto la direzione
di Donato Renzetti. Al Teatro Massimo di Palermo interpreta il ruolo
di Elisetta nel Matrimonio segreto di Cimarosa.
Nel 2004 interpreta Giulia nella Scala di seta di Rossini al Teatro
Marrucino di Chieti, Serpina ne La serva padrona di Pergolesi al
Teatro Massimo di Palermo e Anne nel Rake's Progress di Stravinskij
al Teatro Verdi di Trieste, sotto la direzione di Julian Kovatchev.
Per l'Arena di Verona partecipa ad importanti concerti in Italia e
all'estero (Hong Kong, Canada, Parigi).
Nel 2005 interpreta Elisetta nel Matrimonio segreto di Cimarosa al
Teatro Marrucino di Chieti e al Teatro Verdi di Pisa, opera della
quale è stata fatta l'incisione per la Naxos.
Nel mese di luglio 2005, al Festival di Macerata, sotto la direzione
di Guillaume Tourniaire e con la regia di Pierluigi Pizzi, è stata
Thérèse nelle Mamelles de Tirésias di F. Poulenc, riportando un
grande successo personale.

Maurizio Leoni, baritono, si è diplomato con lode nella classe
cantanti all'Accademia Filarmonica Bolognese e al conservatorio G. B.
Martini della stessa città.

E' stato finalista al Concorso As.Li.Co. e menzione speciale alla
finale del Concorso Internazionale di Adria, vincitore della VI
edizione del Concorso A. Lazzari di Genova e primo premio assoluto
alla rassegna di musica da camera D. Caravita.

Ha debuttato in varie opere fra le quali Il campanello di G.
Donizetti alla Fondazione Walton di Ischia, Il Turco in Italia e
Matilde di Shabran di G. Rossini al Rossini Festival di Wildbad
(Germania), La Bohème di G. Puccini al Teatro La Fenice di Venezia,
Carmen al Teatro Verdi di Pisa. Artista eclettico, ha al suo attivo
anche esperienze nell'operetta ( La vedova allegra, Il paese del
sorriso ), di musica contemporanea (prima assoluta de La Victoire de
Notre Dame di F. Angius, Catulli Carmina nell'ambito dell'Aterforum di
Ferrara, prima assoluta de Il teatrino delle meraviglie di P. Furlani,
Magma di L. Coccioli a Lugo di Romagna, Messer Lievesogno e la porta
chiusa di C. Galante) e di prosa e regia ( Don Giovanni di V. Righini
al Belcanto Festival di Dordrecht). E' componente stabile del
Farbenmelodie Ensemble, quartetto musicale e duo pianistico, del
Notschibikitschi Ensemble, originale formazione da camera composta da
tre voci e tre clarinetti e del Gruppo Erlebnis col quale tra l'altro
ha eseguito Das Lied von der Erde di G. Mahler ed ha inciso per la
Radio Svizzera Italiana Serenade op. 24 di A. Schönberg.

Vari Artisti hanno contribuito alla sua formazione operistica e
cameristica tra cui Ulla Casalini, Dorothy Dorow , Claudio Desderi ,
William Matteuzzi.

Nelle ultime stagioni è comparso in scena a Torino in Die Teufel von
Loudon di K.Penderecki e in Wozzeck di Manfred Gurlitt, ed al Teatro
Comunale di Bologna in Salomé di R. Strauss con la direzione di
Daniele Gatti, ne La scala di seta di Rossini con la direzione di
Claudio Desderi all'Opéra Comique a Parigi e al Teatro Valli di
Reggio Emilia, al Teatro dell'Opera di Roma in Romanza, ed ha
interpretato Leporello nel Don Giovanni di Mozart con la direzione di
J.C. Malgoire

Tra gli impegni più recenti ricordiamo L'equivoco stravagante di
Rossini al Festival di Strasburgo diretto da A. Zedda e
l’interpretazione di Figaro ne Il Barbiere di Siviglia con la
direzione di G. Carella, la Boheme a Catania e a Tokyo diretto da D.
Renzetti ed ancora a Catania Il Prigioniero di Dallapiccola sotto la
direzione del maestro Pesko.


Dario Giorgelè si è diplomato brillantemente presso il Conservatorio
di Bolzano e nel febbraio 1996 ha debuttato al Teatro Comunale di
Modena in Prova di un’Opera seria di F. Gnecco (Maestro Campanone),
con la direzione di E. Maschio e la regia di F. Crivelli. Si è
perfezionato presso importanti istituzioni tra le quali il Teatro
Comunale di Modena, l’Accademia Lirica Internazionale diretta da K.
Ricciarelli, la Scuola di Musica di Fiesole con master tenuti da M.
Freni, R. Kabaivanska, L. Valentini Terragni, A.Pola, N. Ghiaurov,
C. Desderi, K. Smith, M. King. Studia attualmente sotto la guida del
baritono G. Angiari.

Vincitore di concorsi internazionali (Audizioni internazionali di
Imola ‘96, VI edizione Walton, A.GI.MUS di Firenze ‘97), ha al suo
attivo debutti in ruoli protagonistici, tra i quali Don Bartolo, Don
Pasquale, Dulcamara, Papageno, Uberto, Schaunard, Tobia Mill (La
cambiale di matrimonio), Batone e Tarabotto (L’inganno felice), Don
Parmenione (registrato per RAISAT), Martino (L’occasione fa il
ladro), Bruschino e Gaudenzio (Il Signor Bruschino), Gasparo (Rita),
Don Annibale Pistacchio ed Enrico (Il Campanello), Bacocco (Il
Giocatore), Vanesio (Larinda e Vanesio),
Voltaire-Pangloss-Martin-Cacambo (Candide). Ha cantato presso
importanti istituzioni italiane ed estere, tra le quali la Buxton
Opera House, i festival di Badkissingen e Ludwigsburg, l’Opera House
di Seoul, il Cantiere d’Arte di Montepulciano, il festival
donizettiano di Bergamo, Bassano, il Teatro Regio di Torino, la
Fenice di Venezia, l’Opera Comique di Parigi, il Teatro dell’Opera di
Roma, il Teatro Argentina, il Teatro Filarmonico di Verona, il Teatro
Sociale di Rovigo, il Teatro Sociale di Mantova, i Teatri di Chieti,
Livorno, Lucca, Piacenza, Pisa, Ravenna, Ancona, sotto la direzione
di N. Santi, D. Renzetti, C. Desderi, G. Andretta, K. Martin, M.
Freccia, D. Lucantoni, R. Palumbo, R. Bonucci, A. Marcon, B. Aprea,
T. Severini e V. Sutej.

Particolarmente apprezzato per le sue doti attoriali, ha collaborato
con registi quali U. Santicchi, I. Nunziata, J. Miller, F. Crivelli,
M. Nichetti, M. Placido, S. Mazzonis, L. Puggelli, H. Holmann, R.
Canessa, J. Lavelli, L. Kemp, I. Guerra e con cantanti tra i quali J.
Carreras, P. Domingo, K. Ricciarelli, L. Nucci, U. Benelli, A.
Rinaldi. Nel marzo 2002 alla Konzerthaus di Vienna ha cantato i ruoli
di Bruschino e Tobia Mill sotto la direzione del maestro C. Desderi,
registrandoli per la casa discografica Naxos. E’ stato presente nella
stagione areniana del 2004 mentre nel febbraio 2006 sarà Maurizio ne I
quatro rusteghi al Teatro la Fenice di Venezia.



Claudio Rastelli inizia gli studi musicali a otto anni nella classe
di violino di Alessandro Materassi. Sette anni dopo comincia gli
studi di composizione e, successivamente, di pianoforte, diplomandosi
in entrambi al Conservatorio di Parma.
Camillo Togni è stato senz’altro la figura più importante nella sua
formazione di compositore. In seguito studia all’Accademia Chigiana
di Siena (Franco Donatoni) e alla Scuola di Musica di Fiesole (ancora
con Camillo Togni). Allievo di Daniela Landuzzi per il pianoforte,
dopo il diploma si perfeziona con Pier Narciso Masi. Pianista e
compositore, le sue musiche sono state eseguite in Italia, Francia,
Germania, Olanda, Svizzera, Spagna, Polonia, Giappone e Stati Uniti.
Sue composizioni sono state registrate per Radio Tre e per la radio
polacca. Partecipa a numerose attività musicali di divulgazione e
approfondimento; tiene incontri sulla storia e sull’ascolto della
musica e lezioni-concerto. Dal 2001 collabora col Teatro Comunale di
Modena nell’ambito del progetto Scuola-Città. E’ direttore artistico
degli Amici della Musica di Modena.


--
Mailing list "Eventi" della rete civica del comune di Nonantola. Per
rimuovere la propria adesione:
http://web.comune.nonantola.mo.it/default.php?t=mail

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl