NO ALLA POLITICA DEI CONDONI - APPROVATO UN O.D.G. IN CONSIGLIO COMUNALE

scorso, con 13 voti favorevoli e 3 contrari (Forza Italia), ha

06/mar/2003 13.08.20 Ufficio Stampa Del Comune di Nonantola (MO) Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il Consiglio Comunale di Nonantola nella seduta del 27 febbraio
scorso, con 13 voti favorevoli e 3 contrari (Forza Italia), ha
approvato un o.d.g. con cui esprime la propria decisa contrarietà
all’impostazione della politica delle entrate, imperniata sui condoni
fiscali, promossa dal Governo, perchè stravolge lo stato di diritto,
il senso di giustizia e dell'interesse generale che sono alla base di
una tranquilla, convinta e feconda convivenza civile.

Facendo proprie le critiche di Associazioni economiche, sindacali e
della società civile e le preoccupazioni della Corte dei Conti, il
C.C. ha preso atto con preoccupazione delle proposte di condono
fiscale del governo, perché costituisce un insulto a milioni di
contribuenti onesti e tra viene disciplinata prevedendo
sconti/regalie economiche e giuridiche, che sono profondamente
antitetiche ai capisaldi di uno Stato di diritto.

Con tale politica dei “saldi” e dei condoni fiscali tutte le
aliquote di penalizzazione sono state più che dimezzate in modo da
allettare il più vasto numero di evasori con pagamenti minimi, talora
irrisori. Il tutto in base all'iniquo criterio secondo cui chi più ha
frodato meno pagherà, e offrendo agli evasori un anonimato blindato.
Si è arrivati al punto di consentire di accedere alla scappatoia del
condono perfino a coloro che sono già indagati per reati penali,
connessi all'evasione fiscale.

Paradossalmente però, questa politica piuttosto allettante per gli
evasori avrà come conseguenza una diminuzione delle entrate fiscali.

Nell’O.d.g. il C.C. auspica quindi che questa impostazione di
politica delle entrate profondamente dannosa per l’intero Paese,
possa essere totalmente rivista dal Parlamento, avviandosi invece
nella direzione di un’equa diminuzione del prelievo fiscale.

Nell’O.d.g. approvato infine si chiede alla Giunta di non utilizzare
lo strumento del condono fiscale (peraltro già accolta come
proposta), laddove questo prefiguri una rinuncia da parte del Comune
di Nonantola a quote di imposta evasa o non pagata di tributi locali
da parte di contribuenti, e di perseguire nell’indirizzo seguito in
questi anni finalizzato alla costruzione di un rapporto trasparente,
equo ed equilibrato col contribuente nonantolano.



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl