[EVENTI] "L'ALTALENA CHE DONDOLA DA SOLA" DOMENICA ALLA SALA TROISI

03/feb/2006 06.11.32 Ufficio Stampa Del Comune di Nonantola (MO) Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Domenica 5 febbraio alle ore 16.45 presso la Sala Cinema Teatro
Massimo Trosi di Nonantola, all’interno della rassegna di teatro per
ragazzi, il centro teatrale La Corte Ospitale presenta L’Altalena che
dondola sola, testo di Bruno Tognolini, regia Franco Brambilla, con
Olek Mincer e Ornella Serafini - Compagnia Locus Solus, musiche
dmitri Shostakovich. Lo spettacolo è in replica lunedì mattina per le
scuole.

Un angelo, colpito dalla dolcezza di un uomo anziano che ogni giorno
raccoglie le immondizie sparse in un grigio giardinetto di città,
decide di regalargli mezz’ora di aria pulita, come quella della sua
giovinezza: e prende a frullare le sue grandi ali…
Valentino, un bambino come tanti, vive in una grande città, come ce
ne sono tante. Verso sera solitamente si fa accompagnare dalla sua
dada in un giardino, dove gli piace giocare soprattutto con le
altalene. La sera della storia è una sera diversa dalle altre:
proprio su quelle altalene Valentino incontra Nataniele, l’angelo con
gli occhi storti, come ce li hanno tutti gli angeli: servono per
guardare contemporaneamente ciò che gli uomini sono e ciò che fanno.

E poi nello stesso giardino, arriva il signore anziano, con la sua
cagnetta Natalia. Insieme raccolgono i rifiuti in un grande sacco
nero, cercando di ripulire il mondo dalle cartacce, dai rifiuti e
dalla spazzatura che cittadini maleducati e frettolosi abbandonano a
terra. Così comincia la nostra storia…

I due attori-cantanti, Olek Mincer e Ornella Serafini, vestono i
ruoli dei diversi personaggi della storia: il vecchio, il bambino,
l’angelo, la dada, il mago. Il mago, dal cui cilindro escono i
personaggi della storia, è metafora del poeta, dell’artista, che è
capace di dare vita a mondi sconosciuti, e per estensione è anche
metafora del teatro, luogo magico in cui, grazie agli incanti della
musica, delle scene e delle luci, nascono personaggi, storie,
situazioni.
Tra le ottave dell’autore e gli incantesimi del mago, emerge la
tematica ambientale: nessuno di noi può salvare il mondo, ma ognuno
di noi può almeno contribuire al suo miglioramento, con un
atteggiamento civile e rispettoso, a partire dalla pulizia del
proprio giardino.

Il lavoro nasce dall’incontro del regista Franco Brambilla con lo
scrittore di libri per l’infanzia Bruno Tognolini. Da testi di Bruno
Tognolini sono infatti nati altri due spettacoli: L’Accalappiatopi e
Fuoco!, produzioni del centro teatrale La Corte Ospitale.

Lo spettacolo è rivolto a un pubblico dai 5 ai 12 anni. Il costo è di
ingresso e': bambini 4,50 euro, adulti 5 euro.

--
Mailing list "Eventi" della rete civica del comune di Nonantola. Per
rimuovere la propria adesione:
http://web.comune.nonantola.mo.it/default.php?t=mail

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl