[COMUNICATO STAMPA] IL CONSIGLIO COMUNALE HA APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE PER IL 2006

18/mar/2006 02.23.05 Ufficio Stampa Del Comune di Nonantola (MO) Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Giovedì 16 marzo il Consiglio Comunale ha approvato il bilancio di
previsione per l’anno 2006, dopo che nelle settimane scorse si sono
svolti gli incontri pubblici di presentazione che hanno coinvolto
le associazioni di categoria, i sindacati e i cittadini.

Il bilancio di previsione per l’anno 2006 punta ad un equilibrio
economico finanziario sano, nonostante si inserisca in un quadro di
forte instabilità e difficoltà a livello governativo ed economico ed
è finalizzato soprattutto a mantenere e salvaguardare l’esistente.

Sul fronte degli investimenti, per l’anno 2006, si è compiuta una
scelta forte e imponente in ambito scolastico e della sicurezza della
mobilità. Saranno 3.650.000 gli euro investiti complessivamente nel
2006, di cui i 2/3 saranno destinati ad interventi volti a dare
risposte ai bisogni nel settore scolastico, attraverso la
realizzazione di un nuovo plesso da destinare ad ampliamento degli
spazi della scuola elementare e l’adeguamento degli spazi della ex
mensa, all’interno della struttura Perla Verde, per aumentare
l’offerta di posti per l’asilo nido già da settembre 2006 , in attesa
delle ulteriori due sezioni del plesso San Francesco che saranno
attive da settembre 2007.

La sicurezza sulle strade del territorio comunale è un altro aspetto
che trova le sue prime risposte nel bilancio 2006, che prevede
manutenzioni delle strade, realizzazione di nuove zone 30,
installazioni di impianti semaforici per limitare la velocità e la
messa in sicurezza del percorso ciclabile in via V. Veneto nel tratto
urbano, uno fra i punti più delicati e ad intenso traffico della
intera rete viaria comunale.

Va inoltre evidenziato nel bilancio di previsione per il 2006 anche
l’impegno di spesa, con risorse provenienti da terzi, per completare
e rendere utilizzabile l’interno della Torre dei Bolognesi, per
addivenire in tempi brevi al completamento del progetto di recupero e
rilancio di un contenitore storico a valenza museale e culturale.

Sul fronte della spesa si è reso necessario contenere la spesa
corrente che passa da un consuntivo di 9.450.108 euro a 8.734.400
nella previsione 2006, e voluto mantenere il prelievo tributario
locale sostanzialmente inalterato.
La diminuzione della spesa corrente è compensata, nella sostanza,
dall’effetto del passaggio da tassa a tariffa della TARSU, un obbligo
che, anticipato al 2006, consente di spostare fuori dalla gestione del
bilancio di parte corrente questa voce di entrata/spesa, mantenendo su
tutto il resto lo stesso livello di copertura senza togliere o
impoverire, a partire dai servizi destinati ai più deboli e alle
famiglie.

La Tarsu inoltre, con il passaggio a tariffa, potrà essere
regolamentata con criteri che consentiranno maggiore articolazione ed
equità nel prelievo, considerando come variabile, oltre che la
superficie, anche il numero dei componenti del nucleo familiare per
le utenze domestiche, mentre per le imprese sarà il tipo di attività
che potrà fare la differenza, raddoppiando il numero di classi
tariffarie in cui vengono suddivise le diverse tipologie di attività
imprenditoriali.

Sarà l’unica voce in aumento sul prelievo (+4% del gettito) a
copertura del 100% dei costi dei servizi di igiene urbana e in virtù
della trasformazione in tariffa. Tutti gli altri servizi sono stati
mantenuti a tariffe inalterate evitando anche l’adeguamento
dell’inflazione, proprio per non appesantire la già critica
situazione economica di tanti cittadini, anche nei nostri territori.

Per le riduzioni di spesa si è lavorato soprattutto sul piano delle
spese di funzionamento e si è inoltre richiesto alla struttura
comunale un ulteriore sforzo, ricercando equilibri più efficaci sulle
modalità di erogazione dei servizi, possibili in un contesto che sarà
chiamato a ripensare se stesso per mantenere ciò che oggi costituisce
motivo di orgoglio.

Una delle scelte che saranno concretizzate nel corso del 2006 è
quello di dotare il Comune di una società patrimoniale interamente
controllata dal Comune, alla quale affidare direttamente parti di
attività e/o investimento su propri beni, avendo l’obiettivo di
recuperare margini e risorse. I servizi che verranno affidati si
muoveranno nell’ottica di salvaguardare ciò che in questi anni si è
costruito in termini di qualità della vita e che le scelte della
finanziaria imporrebbero di tagliare, se non si adottassero forme di
gestione alternativa. La Patrimoniale creerà le premesse per
sviluppare investimenti quale quello relativo alla realizzazione del
nuovo plesso scolastico, del magazzino comunale e della sistemazione
del cimitero, per dare risposte ai bisogni della comunità,
consentendo al Comune di non essere ulteriormente penalizzato dai
vincoli della Finanziaria.

--
Mailing list "Comunicati Stampa" della rete civica del comune di
Nonantola. Per rimuovere la propria adesione:
http://web.comune.nonantola.mo.it/default.php?t=mail

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl