Anguillara “Senza mafie Verso Sud” presentazione libro Orfeo Notaristefano

Un tema scottante come la criminalità organizzata è l'argomento sul quale ci si

13/gen/2006 06.40.51 Comune di Anguillara Sabazia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA
“Senza mafie Verso Sud”: presentazione del libro di Orfeo Notaristefano

Sabato 21 gennaio 2006 ore 10.30 aula consiliare del Comune di Anguillara. Partecipano
Luigi De Ficchy, viceprocuratore Nazionale Antimafia, Consolato Labate, Capo della
Procura della Repubblica di Civitavecchia, Giuseppe Mariani e Luisa Laurelli,
rispettivamente presidente e vicepresidente della Commissione speciale regionale del
Lazio sulla “Sicurezza ed integrazione sociale e lotta alla criminalità”

Un tema scottante come la criminalità organizzata è l’argomento sul quale ci si
confronterà sabato 21 gennaio 2006 alle 10.30 in occasione della presentazione nell’aula
consiliare del Comune di Anguillara del libro “SENZA MAFIE VERSO SUD - scelte ed azioni
positive”, scritto dal giornalista Orfeo Notaristefano (Rubbettino Editore 2005). Il
lavoro, dopo l’analisi dei fatti e delle condizioni che tuttora tengono il Meridione
stretto nella morsa delle mafie, intende sollevare il dibattito sulle “scelte ed azioni
positive” da intraprendere nella lotta alla criminalità. La presentazione del libro sarà
inoltre l’occasione per fare il punto sulla presenza di organizzazioni mafiose nel Lazio.
Al riguardo importanti saranno i contributi di Luigi De Ficchy, viceprocuratore Nazionale
Antimafia, di Giuseppe Mariani e Luisa Laurelli, rispettivamente presidente e
vicepresidente della Commissione speciale regionale del Lazio sulla “Sicurezza ed
integrazione sociale e lotta alla criminalità”. All’incontro prenderà parte anche
Consolato Labate, Capo della Procura della Repubblica di Civitavecchia. “Anguillara -
sottolinea il sindaco Minnucci - è attenta a questi argomenti. Sappiamo bene che la lotta
alla criminalità passa attraverso la società civile e attraverso un richiamo forte da
parte delle istituzioni. Il nostro Comune - aggiunge - non si esime dal fare la propria
parte. Attraverso la presentazione di questo libro, intendiamo contribuire nella
battaglia della conoscenza che costituisce il primo passo per combattere la presenza di
questi fenomeni consentendo ai cittadini di approfondire il tema per potersi difendere.
In questa direziona va inoltre l’apertura di uno sportello antiusura, presentato nelle
scorse settimane, e che sta per essere attivato con la collaborazione del Centro per i
Diritti del Cittadino quale strumento di ascolto per tutti quei cittadini in cerca di un
aiuto concreto”.

All’incontro intervengono:
· Emiliano Minnucci, sindaco di Anguillara Sabazia
· Andrea Camponi, giornalista
· Orfeo Notaristefano, autore
· Giuseppe Mariani, vicepresidente Commissione speciale regionale del Lazio
sulla “Sicurezza ed integrazione sociale e lotta alla criminalità”
· Consolato Labate, Capo della Procura della Repubblica di Civitavecchia
· Luigi De Ficchy, viceprocuratore Nazionale Antimafia
Conclude:
· Luisa Laurelli, presidente Commissione speciale regionale del Lazio
sulla “Sicurezza ed integrazione sociale e lotta alla criminalità”
Coordina:
· Graziarosa Villani, responsabile Ufficio Stampa Comune di Anguillara
Al termine degli interventi dibattito

“SENZA MAFIE. VERSO SUD - scelte ed azioni positive” (pp. 220, € 15) è uscito di recente
per Rubbettino Editore con la prefazione di Giuseppe Lumia, deputato, componente la
Commissione Nazionale Antimafia e la nota introduttiva è di Antonello Canzano, docente di
Sociologia dei fenomeni politici all’Università di Chieti-Pescara. Si tratta di un libro
suddiviso in due parti. Nella prima, si compie un’analisi sulle politiche pubbliche nel
Mezzogiorno in vista del 2010 e sulle scelte politiche per l’economia e le
infrastrutture. Si sviluppa poi una valutazione sulle opportunità e sui rischi del
federalismo e sulle politiche per la sicurezza e per il sociale. Nella seconda parte si
entra nel dettaglio dei fenomeni criminali presenti nelle regioni del Mezzogiorno. Si
delinea poi quello che deve essere oggi il “cambio di passo” nella lotta alle mafie, con
proposte operative e indicazioni che sono rivolte innanzitutto alla politica, ma anche ai
cittadini. Il “cambio di passo” è un po’ il cuore del libro perché si approfondisce il
tema di sempre: cosa fare per liberare il Mezzogiorno dall’oppressione e dal controllo
delle mafie. Il libro reca un sottotitolo: “scelte a azioni positive”. È al tempo stesso
un motto e un impegno a sviluppare iniziative di contrasto alla criminalità proprio nei
territori controllati dalle mafie.
Il libro è stato scritto prima dell’omicidio Fortugno, anche se il terribile omicidio di
Locri è citato nel testo. Ebbene, “scelte e azioni positive” sono proprio quelle messe in
atto dai “ragazzi di Locri” e dai cittadini calabresi che hanno partecipato alle
iniziative di ribellione contro il potere dei clan. Come avvenne a Palermo dopo la
stagione delle stragi di mafia che culminò con gli attentati di Capaci e di Via D’Amelio
dove persero la vita Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e i ragazzi delle scorte.
L’autore, Orfeo Notaristefano, è un giornalista calabrese, meridionale e meridionalista,
impegnato sul fronte della lotta alle mafie. Con questo libro Notaristefano intende
ribadire che “lo Stato, se più presente, può vincere la guerra di lungo periodo contro la
criminalità organizzata, che zavorra l’economia, impedisce lo sviluppo, vuole lasciare il
Sud nell’arretratezza e nella disoccupazione”. Questo libro lancia così un messaggio di
speranza: “le mafie sono ancora forti, ma si possono battere”.


Anguillara 13 gennaio 2006

Ufficio Stampa - Dottoressa Graziarosa Villani
uff.stampa@comune.anguillara-sabazia.roma.it
Cell. 360/805841 - 348/6916159 Tel. 06/99600023 - Fax 06/99607086
comunicato n. 0273

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl