Anguillara-Sahrawi unanimità per nuovo Patto Solidarietà

Allegati

08/mar/2006 08.27.28 Comune di Anguillara Sabazia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA
Anguillara-Sahrawi: unanimità per il nuovo Patto di Solidarietà

Consiglio comunale straordinario a 30 anni dalla nascita della Repubblica Araba
Democratica Sahrawi

All’unanimità ad Anguillara nel corso della seduta straordinaria del Consiglio comunale
di ieri è stata approvata la delibera per il rinnovo del Patto di Amicizia e Solidarietà
con il Popolo Sahrawi. Un provvedimento che riconferma l’appoggio che la comunità di
Anguillara sin dal 1988 assicura alle popolazioni sahrawi costrette a vivere nel deserto
algerino dopo l’occupazione del loro territorio da parte del Marocco e la Mauritania.
Presenti in Consiglio comunale il presidente del Consiglio provinciale di Roma Adriano
Labucci e Omar Mansur rappresentante in Italia della Repubblica Araba Democratica del
Sahrawi. Ed è stato lo stesso Labbucci, in considerazione dello stretto legame tra
Anguillara e il Sahrawi, a chiedere che il Comune di Anguillara intervenga in modo
solenne portando il proprio gonfalone alla iniziativa in programma per venerdì 10 marzo a
Palazzo Valentini nel corso del quale verrà celebrato il 30 anniversario della Repubblica
Araba Democratica Sahrawi proclamata il 27 febbraio 1976.
“La convocazione di un Consiglio comunale, l’unico tra le iniziative inserite nella
Settimana di Solidarietà con il Popolo Sahrawi - ha commentato Labbucci - non è un fatto
scontato ma è un gesto che dà peso e rafforza l’impegno dell’amministrazione comunale di
Anguillara per la causa sahrawi”. Omar Mansur, governatore tra l’altro della regione di
El Aiun gemellata con la Provincia di Roma, ha ribadito la scelta non violenta che il suo
popolo ha fatto fin dal 1991 proclamando il cessate il fuoco e la situazione di stallo
attuale dovuta soprattutto alle resistenze della monarchia del Marocco che non accetta le
soluzioni proposte per garantire il diritto all’autodeterminazioni del popolo Sahrawi in
sede Onu. “Non siamo stati, ne siamo, né saremo mai terroristi” ha ribadito Mansur
sottolineando come “sia un dovere dell’Europa incoraggiare la strada verso una soluzione
della questione sahrawi”. Nel corso dell’incontro è stato proiettato un video sulla
realizzazione a El Ayun di un cinema intitolato alla memoria di Tom Benetollo. “Dobbiamo
essere noi - ha commentato il sindaco Emiliani Minnucci - a farci interpreti della
maturità democratica del popolo sahrawi e non consentire che per la ragion di Stato
vengano negati ad un popolo i diritti umani e l’autoderminazione”. Nel suo intervento
Carlo Stronati ha ricordato le iniziative fatte ad Anguillara nel 1989 quando era
sindaco, per l’assistenza alle popolazioni Sahrawi. L’assessore alle Politiche Sociali
Saverio Fagiani ha ricordato il successo dell’iniziativa che si è svolta nella mattinata
presso la scuola con l’allestimento di una mostra fotografica sul popolo sahrawi e ha
ringraziato il parroco don Augusto Mascagna e la locale Sezione della Croce Rossa per la
disponibilità data in vista dell’accoglienza per l’estate prossima di bambini sahrawi,
accoglienza tanto più necessaria dopo che le recenti alluvioni, fatto eccezionale per il
deserto, hanno distrutto le case in muratura che meglio proteggevano dalle alte
temperature desertiche.

In allegato foto: l’intervento di Adriano Labbucci
Anguillara 8 marzo 2006
comunicato n. 0309

Ufficio Stampa - Dottoressa Graziarosa Villani uff.stampa@comune.anguillara-
sabazia.roma.it
Cell. 360/805841 - 348/6916159 Tel. 06/99600023 - Fax 06/99607086
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl