Eccezionale scoperta: 30 silos sotto piazza Magnante

08/mar/2007 16.30.00 Comune di Anguillara Sabazia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA
Piazza Magnante: i lavori di riqualificazione riportano alla luce almeno 30 silos

Il sindaco Minnucci: “una scoperta straordinaria”. Di grande pregio i frammenti di
ceramica rinascimentali rinvenuti.

“Dal punto di vista storico si tratta di una scoperta di straordinario valore che
testimonia quanto importante, anche in epoca rinascimentale, sia stata in passato la
comunità di Anguillara. Allargare gli studi sul patrimonio storico archeologico è un
impegno che ci siamo dati da subito e questi ritrovamenti costituiscono per noi uno
sprone a proseguire, in collaborazione con le Soprintendenze competenti, sulla strada
della valorizzazione dei beni culturali locali che datano dal Neolitico al Rinascimento
ed oltre passando per il periodo di epoca romana”. Così il sindaco Emiliano Minnucci
commenta il rinvenimento avvenuto in occasione dei lavori di riqualificazione di piazza
Magnante, in pieno centro storico, di almeno 30 silos per la conservazione delle derrate
alimentari, più probabilmente grano, attualmente ricolmi di terra e di dimensioni
variabili da un minimo di un metro circa fino ad un massimo di quasi tre metri, per una
profondità ancora tutta da verificare.
Sul posto per un sopralluogo è intervenuta la rappresentante di zona della
Soprintendenza
Archeologica per l’Etruria Meridionale dottoressa Ida Caruso che ha disposto, prima di
ridare il via ai lavori, per un saggio a campione sui silos rinvenuti.
Molto incoraggianti le indagini effettuate. “Sono stati ritrovati infatti – spiega
Paolo
Lorizzo addetto culturale del Comune di Anguillara - reperti consistenti soprattutto in
frammenti di ceramica rinascimentale, dalla più comune, come quella da fuoco e da
cucina,
alla più raffinata, come brocche, piatti, scodelle e ciotole smaltate o invetriate e
dipinte, che testimoniano la ricchezza delle famiglie presenti nel paese a partire dal
XVI secolo. Sono stati rinvenuti numerosi frammenti rappresentanti motivi decorativi come
fiori, i famosi ‘monticelli’, elementi geometrici, a ‘scaletta’, ma anche stemmi
rappresentanti una famiglia nobiliare e un volto di una donna”.


Anguillara 8 marzo 2007

comunicato n. 0448

Ufficio Stampa – Dottoressa Graziarosa Villani uff.stampa@comune.anguillara-
sabazia.roma.it
Cell. 360/805841 – 348/6916159 Tel. 06/99600023 – Fax 06/99607086
www.anguillarainforma.it www.comune.anguillara-sabazia.roma.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl