Il tributo del centro anziani al suo compianto presidente Primo Galeoni

E subito à venuto fuori il Primo Galeoni che tutti hanno conosciuto. â__Con lui si era creata â_" ha detto â_" unâ__intesa forte â_" fino ad arrivare ad una fiducia illimitata.

26/ott/2007 12.30.00 Comune di Anguillara Sabazia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA
Il tributo del centro anziani al suo compianto presidente Primo Galeoni

Ricordata in una commemorazione la sua figura. In programma a breve un Consiglio
Comunale aperto per un nuovo omaggio all’88enne scomparso lunedì e l’intitolazione della
struttura che fu una sua creatura

Lacrime e tanta commozioni ieri al centro anziani di via Didomenico per la commemorazione
di Primo Galeoni, il presidente della struttura, scomparso lunedì all’età di 88 anni. È
stato un incontro voluto dall’amministrazione comunale per ricordare con coloro che
possono considerarsi la “seconda famiglia” del compianto Primo, visto il tempo e
l’impegno che gli dedicava costantemente, in vista di un Consiglio comunale aperto per
ricordare la sua figura e l’intitolazione del centro stesso. Una carrellata di ricordi
con la quale ognuno degli intervenuti ha raccontato il Primo che conosceva. Ha aperto gli
interventi Lella Matteja, vicepresidente del centro anziani. E subito è venuto fuori il
Primo Galeoni che tutti hanno conosciuto. “Con lui si era creata – ha detto – un’intesa
forte – fino ad arrivare ad una fiducia illimitata. Avvallava tutte le iniziative, anche
le più innovative quando riteneva che fossero per il bene degli anziani. Era convinto che
se andava a chiedere a nome dei suoi anziani, avrebbe ottenuto ciò che chiedeva. Ed il
risultato oggi è un centro sempre più attrezzato con sempre maggiori attività. Peculiare
sotto questo aspetto l’iniziativa della ginnastica dolce per la quale ha chiesto
ottenendolo il contributo economico dell’amministrazione comunale”. Tra le lacrime è
intervenuto a ricordare la figura di Primo anche Roberto Ferri, già ex vicepresidente del
Gruppo Folkloristico di Anguillara del quale Galeoni è stato tra i fondatori e
segretario. “Il nostro è stato un rapporto forte di amicizia” ha detto. Significativo il
racconto della nipote Fabiana. “Per mio nonno – ha detto – non esistevano le persone,
esisteva il reciproco rispetto, esisteva la lealtà, esistevate voi anziani, non gli
anziani di serie A o di serie B. Voi tutti siete la testimonianza che ha sempre avuto
ragione. Guardatevi in quanti vi ha messo insieme. Contatevi in quanti siete aumentati
anno dopo anno”. (Il centro anziani conta oggi circa 700 iscritti compresa la sede di
recente inaugurata alla Stazione).
“Entrando qui oggi – ha confessato Saverio Fagiani, assessore alle Politiche Sociali, ho
avuto una stretta al cuore. Mi sono come reso conto che Primo non c’è più”. Ed ha
ricordato la stretta collaborazione tra loro, la sua grande passione. Ha fatto
riferimento in particolare al progetto I Nonni Raccontano attraverso il quale alcuni
anziani, ed in particolare Primo Galeoni, Sergio Pierdomenico, Serena Catarci e Roberto
Ferri, hanno raccontato l’Anguillara della loro infanzia agli alunni delle
elementari. “Un progetto – ha detto Galeoni – per il quale Primo era entusiasta”.
Il vicesindaco Angelo Bianchini ha portato l’attenzione sulla “grande partecipazione alle
esequie” avvenute martedì in una affollatissima chiesa di San Francesco. “Per un uomo
alla soglia dei 90 anni, non è usuale una partecipazione di questo tipo. È il segno della
stima e dell’affetto che in tanti avevano per Primo. È come se avesse raccolto ciò che
aveva seminato”. Bianchini ha ricordato inoltre i valori della solidarietà ai quali Primo
si ispirava e che gli provenivano dalla sua formazione giovanile. In chiusura
dell’incontro il sindaco Emiliano Minnucci ha ricordato il Primo Galeoni pubblico, nella
sua veste di presidente della locale Sezione dei Combattenti e Reduci. “Quello dei
discorsi de IV Novembre e del 25 Aprile nel corso dei quali, Primo, da testimone dei
fatti e da cattolico democratico qual era, si faceva interprete di tutta una generazione,
quella del fronte, della prigionia della guerra, ribadendo con forza e passione i valori
fondanti della Repubblica Italiana nata sulla Resistenza e votata alla Pace tra i
popoli”.
Nel corso dell’incontro è stata data lettura dei messaggi che il presidente della Regione
Lazio Piero Marrazzo e l’assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Roma Claudio
Cecchini hanno inviato per ricordare la figura di Primo Galeoni. “Voglio esprimere il mio
profondo cordoglio per la scomparsa di Primo Galeoni” ha detto Marrazzo. Ho avuto
l'opportunità di conoscerlo personalmente durante una mia recente visita ad Anguillara,
proprio in quel centro anziani del quale era lo stimato presidente. Un uomo pieno di
iniziativa e sempre disposto a garantire uno spazio di incontro con e tra i cittadini.
Era per Anguillara un simbolo della memoria storica e della passione civile”.
“Con la sua scomparsa – ha detto Claudio Cecchini - perdiamo un nonno con una marcia in
più, che nonostante l'età, ha saputo sempre mettere a disposizione della comunità, ed in
particolare della terza età, il suo inesauribile dinamismo, la sua cordialità e la sua
preziosa umanità”.


Anguillara 26 ottobre 2007

comunicato n. 0562 In allegato foto della commemorazione

Ufficio Stampa – Dottoressa Graziarosa Villani uff.stampa@comune.anguillara-
sabazia.roma.it
Cell. 360/805841 – 348/6916159 Tel. 06/99600023 – Fax 06/99607086
www.anguillarainforma.it www.comune.anguillara-sabazia.roma.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl