BILANCIO, MAGGIORANZA MUNICIPIO XV: GIUSTA LA PROTESTA DEI MINISINDACI, ALEMANNO BASTA DEMAGOGIA

La tariffa sui rifiuti aumenterà di un 10%, non si vedono investimenti in infrastrutture (se non quelli delle passate amministrazioni) mentre si continua a parlare di massimi sistemi come il Gran Premio di Formula 1.

23/giu/2010 18.17.21 Alessio Conti (L.Civica) Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

"Troviamo strumentale quanto stia accadendo in queste ore in occasione della presentazione del Bilancio del Comune di Roma. Il Sindaco Alemanno continua a prendere in giro i cittadini romani.
Alla prova dei fatti abbiamo un bilancio di previsione per il 2010 che arriverà a fine luglio (con 7 mesi di ritardo) nel frattempo la città è in ginocchio e i servizi essenziali come quelli sociali trovano difficioltà ad essere erogati.
Bene hanno fatto i Presidenti degli 11 Municipi di Centrosinistra a mettere in atto un ferma protesta contro il Sindaco Alemanno e l'Assessore Leo che con questo bilancio declassano il ruolo dei Municipi accentrando i poteri e poi, nei fatti, si dimostrano incapaci di gestirli"
Lo dichiarano a nome della Maggioranza di centrosinistra del Municipio XV, Alessio Conti (L.Civica) e Mimma Alfonzo Miani (P.D.) 

Al contempo - continuano i consiglieri - si prevedono aumenti per le rette degli asili nido mentre 11 nidi a Roma ultimati non vengono aperti. La tariffa sui rifiuti aumenterà di un 10%, non si vedono investimenti in infrastrutture (se non quelli delle passate amministrazioni) mentre si continua a parlare di massimi sistemi come il Gran Premio di Formula 1.
Le bugie della campagna elettorale vengono smascherate giorno dopo giorno: le ordinanze del sindaco sulla prostituzione e sui lavavetri non hanno portato risultati, l'abusivismo è presente più che mai, nel territorio del Municipio XV il Campidoglio, dopo aver provato ad inserire il più grande rottamatore d'europa a Muratella, adesso annuncia che la chiusura della discarica di Malagrotta sarà prorogata di un anno per l'incapacità dell'attuale amministrazione di indicare un sito alternativo. Stessa incapacità che sta manifestando nei confronti dei campi Rom per i quali ancora non si conosce il Piano dei Nuovi Campi mentre nel frattempo nascono insediamenti abusivi come quello di Muratella dove l'unica risposta che il Sindaco riesce a dare dopo due anni è quella di un presidio e un ampiamento ulteriore del campo nomadi di via Candoni, che insiste sempre in quella zona.

La politica dell'intolleranza e della sicurezza - concludono i consiglieri- portata avanti dal Sindaco sta facendo flop proprio perchè non è accomapgnata da quegli interventi rivolti alla promozione dell'intercultura della conoscenza del diverso, dell'integrazione e della promozione culturale che, ad esempio, hanno sempre caratterizzato questo Municipio e che quest'anno non potranno essere posti in essere per via della mancata approvazione del Bilancio, tra cui Intermundia, il Premio De Andrè, Corviale Urban Lab e tanti altri che hanno mostrato come lo strumento culturale e dell'integrazione possa essere l'arma vincente contro il degrado. Un amministrazione che non capisce questo resta chiusa in se stessa, nelle proprie stanze e pertanto bene ha fatto Gianni Paris insieme ai Presidenti dei Municipi di Centrosinistra a ricordare oggi al Sindaco ed all'assessore Leo che cosa significhi amministrare con serietà e senza demagogia.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl