MANIFESTA CON NO "EUROPA DOVE SEI?" - VENERDI ORE 11,30 VIA IV NOVEMBRE SEDE COMMISSIONE EUROPEA

Allegati

04/giu/2011 16.25.20 Consigliere del Municipio XV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

http://www.fabriziosantori.com/modules/News/images/europadovesei.jpg

NOMADI, PROFUGHI, LIBIA..

EUROPA DOVE SEI ?

VENERDI 8 APRILE ORE 11.30

VIA IV NOVEMBRE 149

C/O SEDE COMMISSIONE EUROPEA

 

 

C’è una sola parola per descrivere il comportamento che l’Unione Europea sta adottando nei confronti dell’Italia sul problema dei profughi e dei clandestini che continuano ad entrare nel nostro Paese: menefreghismo.

«La questione profughi, con Lampedusa che non fa frontiera e che viene invasa da nuovi immigrati nell'inettitudine e nell'indifferenza della UE, con Ventimiglia che si trasforma invece in una nuova frontiera paradossalmente all'interno dell'Unione stessa, dimostra ancora una volta come l'egoistica tutela degli interessi nazionali sia in grado di far morire questa Europa. Avanti così, e presto udremo i rintocchi delle campane a morto, e la bara che porteremo sarà quella dell'Europa, di quel sogno del quale volevamo essere protagonisti e del quale invece rischiamo di diventare vittime. Ma non ci arrenderemo e faremo sentire la nostra voce. Venerdì invitiamo tutti i romani che ne hanno abbastanza di questi fatti e che rifiutano come noi anche soltanto l'ipotesi di ospitare un solo nuovo profugo nella Capitale, a manifestare davanti alla sede della Commissione Europea di Via IV Novembre. Lì renderemo il triste omaggio alla fine della UE in cui tutti noi credevamo e che sta dichiarando il suo fallimento». Lo dichiara, in una nota, Fabrizio Santori, presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale, che prenderà parte venerdì mattina alla manifestazione di protesta indetta a Roma alle 11,30 davanti alla sede della Commissione europea, in via IV novembre 149, contro l'immobilismo della Ue sul problema immigrazione.

MANIFESTA CON NOI VENERDI 8 APRILE 2011 ORE 11.30

APPUNTAMENTO IN VIA IV NOVEMBRE 149 PRESSO LA SEDE DELLA COMMISSIONE EUROPEA A ROMA

Augusto SANTORI – Consigliere Municipio XV – www.augustosantori.com

ROMA, ADERISCO A MANIFESTAZIONE VENERDI “EUROPA DOVE SEI?”
Augusto Santori (PDL): “L’inettitudine dell’Europa rischia di allontanare i cittadini romani dall’Unione”

“Aderisco convintamente alla manifestazione convocata venerdì di fronte alla sede romana della Commissione Europea di Via IV Novembre da parte del Presidente della Commissione Sicurezza Urbana di Roma Capitale perché ritengo necessario rappresentare i cittadini della periferia di questa città che quotidianamente si interrogano sul perché la questione nomadi non possa essere affrontata anche attraverso le espulsioni, considerato che ad ogni sgombero le stesse persone che rifiutano l’assistenza sociale occupano abusivamente altre aree adiacenti”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV.
“Non solo – insiste Santori – il problema dei profughi è una questione che continua a preoccupare la cittadinanza romana, che ogni giorno ci contatta per sapere quali prospettive si immaginano per Roma e perché l’Europa prosegua imperterrita nel suo silenzio assordante a lasciare sola l’Italia di fronte a una vicenda di così ampia e grave portata”.

“Non posso – conclude Augusto Santori – non rappresentare tutti questi interrogativi nella utile iniziativa prevista per venerdì mattina, chiedendomi anche io Europa dove sei?”.

 

 

IMMIGRATI, SANTORI: “MENEFREGHISMO D’EUROPA CAUSERA’ NUOVI FLUSSI”

“C’è una sola parola per descrivere il comportamento che l’Unione Europea sta adottando nei confronti dell’Italia sul problema dei profughi e dei clandestini che continuano ad entrare nel nostro Paese: menefreghismo. I parlamentari di Bruxelles e i Presidenti degli altri Paesi  appartenenti all’Unione fanno orecchie da mercante, fingendo di non sapere che molti dei profughi che giungono in Italia non intendono fermarsi, ma sperano invece di ricongiungersi con amici e parenti che vivono in altri Paesi europei”, lo dichiara in una nota il presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale, Fabrizio Santori, che per venerdì prossimo annuncia una manifestazione a Roma contro la politica sull’immigrazione della Ue.
Appuntamento venerdi 8 aprile 2011 ore 1130 a Via IV Novembre 149 presso la sede della Commissione Europea a Roma.“Il progetto di un’Europa unita e casa comune dei cittadini dei singoli stati membri rischia di naufragare nella mancanza di una strategia comune, in politica estera come nella tutela delle esigenze di sicurezza che i popoli europei  manifestano da tempo. Roma è uno dei casi più evidenti, vittima di Schengen e delle sue misure intrise di rigidità e di politically correct, città soggetta da mesi a continue invasioni di popolazioni di etnia rom e di cittadini comunitari che, pur non dimostrando alcuna autosufficienza occupazionale ed abitativa, non possono comunque essere espulsi”, conclude Santori.

IMMIGRAZIONE: ALEMANNO, NECESSARIA DISTRIBUZIONE EQUILIBRATA OGGI POMERIGGIO ANDRÒ CON MANTOVANO DA BERLUSCONI (ANSA) - ROMA, 5 APR - «Stamattina ho parlato immediatamente col prefetto che mi ha garantito che gli immigrati che arriveranno oggi, non usciranno dalla caserma di Civitavecchia prima dello smistamento che li porterà nel centro-nord». Lo ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, rispondendo a chi gli chiedeva se ci fosse il timore che gli immigrati che oggi arriveranno a Civitavecchia possano restare nel Lazio. «L'impegno preciso che ci ha dato il governo - ha aggiunto - è che Roma non sarà interessata dalla presenza di immigrati clandestini. Ciò deriva da due fattori fondamentali: Roma ha già 8.000 rifugiati e richiedenti asilo già da prima di questa emergenza. Poi, in secondo luogo, chi fugge dai campi va nelle periferie delle grandi città, soprattutto Roma e Milano, e quindi rappresenta un problema che si somma a quello delle baracche che stiamo demolendo in questi giorni». Quindi, «bisogna assolutamente preservare Roma - ha concluso - da queste nuove presenze e bisogna essere molto attenti a garantire la vigilanza nei Centri di accoglienza perchè non è ammissibile che ci siano queste fughe di massa che rischiano di mandare a pezzi dieci anni di politica di controllo sull' immigrazione. Per questo oggi pomeriggio andrò con Mantovano dal presidente Berlusconi». Insomma è necessario «una destinazione equilibrata sul territorio che esclude le grandi aree metropolitane, già fortemente segnate dall'immigrazione clandestina e un grande controllo dei flussi perchè altrimenti la situazione rischia di diventare incontrollabile». (ANSA).

 

IMMIGRAZIONE: POLVERINI, ACCOGLIENZA SIA IN TUTTO PAESE 'SPERO CHE NON ACCOLTI NEL LAZIO PROSEGUANO VERSO NORD...' (ANSA) - ROMA, 05 APR - «Se questo è un Paese che deve accogliere, come noi siamo convinti, lo deve fare in maniera dignitosa, garantendo la sicurezza dei territori e coinvolgendoli tutti, Centro, Sud e Nord». Lo ha detto la presidente della Regione Lazio Renata Polverini al termine di una riunione con gli assessori convocata in merito all'arrivo a Civitavecchia della nave Clodia, carica di migranti. «Anche l'altro giorno abbiamo ribadito al governo che le Regioni avevano raggiunto un accordo soltanto sui profughi - ha spiegato - Abbiamo chiesto l'applicazione dell'articolo 20 per favorire i ricongiungimenti. Il governo ha detto che sotto la propria responsabilità avrebbe trasferito queste persone da Lampedusa sul resto del territorio nazionale. Ribadiamo - ha voluto sottolineare ancora Polverini - che se questo accade per il Lazio, per la Campania, per la Toscana, per la Liguria, per la Puglia, cioè per tutte le Regioni che sappiamo hanno già accolto, ci auguriamo che le persone che sono in esubero sulla nave Clodia e che non si fermeranno nel Lazio prendano una strada, un pò più a nord...».(ANSA).

 

IMMIGRATI - GIUDICI (PDL): EUROPA MAI STATA COSI’ LONTANA DALLA GENTE

Aderirò alla manifestazione di venerdì prossimo contro la politica sull’immigrazione della Ue


“I cittadini italiani e romani, in tema di sicurezza e di immigrazione, non si sentono un granché rappresentati dall’Unione Europea e il lassismo di questi giorni sta compromettendo ulteriormente la credibilità del nostro organismo sovranazionale. Aderirò anche io alla manifestazione indetta venerdì prossimo a Roma dal presidente della Commissione capitolina alla Sicurezza Fabrizio Santori, perché, sempre in tema di immigrazione, tastando il territorio e ascoltando la gente comune mi sono reso conto che questa Unione Europea continua ad apparire come un macchinoso burocrate che a tutto pensa, fuorché alle esigenze quotidiane dei propri cittadini. E’ bene che i nostri eurogovernanti si sveglino dal torpore e inizino a lavorare anche per il bene dell’Italia, perché mai come oggi l’Europa è stata così lontana dalla nostra gente”. Lo dichiara in una nota Marco Giudici, consigliere del Municipio XVI del Popolo della Libertà.

 

 

Dott. Augusto SANTORI

Consigliere del Municipio Roma XV

Alleanza Nazionale - Il Popolo della Libertà

 

Vice Presidente della Commissione Trasparenza, Controllo e Garanzia

Vice Presidente della Commissione Sport e Cultura

membro della Commissione Lavori Pubblici e Manutenzione Urbana

 

Sede Istituzionale – Consiglio del Municipio Roma XV

Via Mazzacurati, 73/75 – Roma

 

Ufficio (Circolo di Alleanza Nazionale – Popolo della Libertà Arvalia Portuense)

Via Dante De Blasi, 57 – Roma 00151

Tel./Fax 06.6534609

 

Cell. 347.8020091

augustosantori@virgilio.it

www.augustosantori.com

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl