ROMA, MUNICIPIO XV, CAMPI NOMADI: "A Serra e Veltroni diciamo che per i nomadi il Municipio XV ha già dato"

24/mag/2007 05.20.00 Consigliere del Municipio XV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dott.  AUGUSTO SANTORI

Consigliere  MunicipioROMA XV

Via D. DE BLASI, 57  00151 roma

tel. pers.  347-8020091  augustosantori@virgilio.it

 

COMUNICATO STAMPA

 

ROMA,MUNICIPIO XV, CAMPI NOMADI

 

Augusto Santori(AN):

“ASerra e Veltroni diciamo che per i nomadi il Municipio XV ha già dato”

“Ilpiù alto numero di stanziamenti abusivi e il campo legale di Via Candoniinsistono già nel XV Municipio”

 

“Su una cosabisogna essere chiari, in fatto di nomadi e stanziamenti abusivi e legali ilMunicipio XV ha già dato e prova ne è il fatto che i residenti mostrano rabbiaed esasperazione da molto tempo. Veltroni invece di andare a Bucarest, ritornidal ministro Amato a dire che gli stanziamenti devono sorgere al di fuori delGRA, visto che la sua città gli chiede proprio questo. Ecco l’appello cherivolgiamo al Prefetto e al Comune in questa fase di individuazione delle areedove dovranno sorgere i campi nomadi previsti dal Patto per la legalità”,così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere di AN al Municipio XV.

“Esiste già in Municipio XV – insisteSantori - il campo nomadi attrezzato di Via Candoni alla Muratella, senzaparlare dei numerosi stanziamenti abusivi che quotidianamente sorgono in tuttii quartieri: Magliana Vecchia e Nuova, Muratella, Corviale, San PantaleoCampano. Proprio in conseguenza di tale emergenza, abbiamo più volte chiesto unmaggior controllo della zona e più risorse alle forze dell’ordine, unvasto piano di sgomberi, riqualificazione del territorio e in particolare delleperiferie.

“Inoltre – prosegue il consigliere di AN -crediamo che i campi debbano essere semplicemente di transito, e non di sostasedentaria, e che debbano sorgere al di fuori del GRA. Poi ci chiediamo quando verràrivisto il Trattato di Schengen, visto che i nomadi irregolari oggi superano ledieci mila unità e i campi potranno ospitarne in totale soltanto 4mila”.

“In sostanza chiediamo che il Sindaco Veltroni,prima di andare a Bucarest – conclude la nota di Augusto Santori –parli prima con i suoi ministri: ad Amato dica che i campi non possono sorgerea Roma e a D’Alema che l’Italia deve rivedere Schengen, firmandouna moratoria che sospenda l’entrata di cittadini romeni all’internodei nostri confini, così come fatto in altre occasioni da altri membridell’UE”.

 

 

Roma, 24maggio 2007

 

PER INFO DOTT. AUGUSTO SANTORI 347.8020091

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl