ROMA PER KYOTO: AN DENUNCIA COMUNE DI ROMA ALL'UNIONE EUROPEA

25/ott/2007 15.00.00 Consigliere del Municipio XV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dott.  AUGUSTO SANTORI

Consigliere  MunicipioROMA XV

Via D. DE BLASI, 57  00151 roma

tel. pers.  347-8020091  augustosantori@virgilio.it

 

COMUNICATO STAMPA

 

ROMA,MUNICIPIO XV, ROMA PER KYOTO

AN DENUNCIACOMUNE DI ROMA ALL’UNIONE EUROPEA

                                                               

Augusto Santori (AN):“In Municipio XV scandaloso sperpero dei fondi di Roma per Kyoto”

“Ilprogetto pilota di piantumazione di alberi al Parco del Trullo è stato unfallimento”

 

“Abbiamo inviatouna denuncia formale al mediatore europeo, informando anche l’ONU, peraffermare il diritto dei cittadini romani ed europei a non vedere sperperate lerisorse a disposizione dell’intera collettività, in particolare se talisperperi riguardano fondi stanziati per la tutela dell’ambiente e lapiantumazione di nuovi alberi”, è quanto dichiara in una nota Augusto Santori, Vice Capogruppo di AN inMunicipio XV.

 

“Il progetto Romaper Kyoto rappresenta il piano di azione del Comune di Roma – dichiara Elio Sambucco, portavoce dell’associazioneambientalista Urbe Verde – al fine di sviluppare le linee dettate dalProtocollo di Kyoto, patrocinato dalle Nazioni Unite e finanziato anchedall’Unione Europea. Nell’ambito del progetto è prevista, come unodegli assi di riferimento, anche la riforestazione di numerose aree urbane, perun importo complessivo di circa 9milioni di euro. L’imponente piano di riforestazione – aggiungeSambucco – è partito proprio dal Parco di Monte Cucco, vicino al Trullo,e da un’area verde nei pressi di San Pantaleo Campano e di Via Newton,per un’area totale di circa 12 ettari, attraverso la messa a dimora diquasi 15mila alberi, tra pioppi, aceri, querce e lecci. Interventi programmatidall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma in collaborazionecon il Servizio Giardini, che però oggi sono i chiari responsabili politici diquesto vergognoso sperpero”.

 

“Invitiamo la stampa – incalzano AugustoSantori ed Elio Sambucco – a verificare lo scempio di cui questaAmministrazione Comunale è politicamente responsabile: più del 75% delle messe a dimora sono fallite, molte piantesono seccate perché le procedure di impianto sono state effettuate tra il mesedi maggio e quello di giugno, con un fallimentare sistema di irrigazione, chein moltissimi casi è risultato addirittura assente. Sono stati piantati alberiin pieno clima torrido, senza il minimo rispetto dei tempi agronomici e quindidelle risorse dei cittadini. Più di 50mila euro stanziati nella prima tranchedi intervento da parte del Comune di Roma e circa dieci mila piante installategià sono morte. Una vera vergogna, soprattutto per chi prosegue imperterrito avoler impartire ipocrite lezioni di ambientalismo”.

 

“Molti cittadini – conclude il consiglieredi AN - ci inviano foto e ci chiedono le motivazioni di tale scempio, lapolitica deve dare delle risposte anche a questi legittimi interrogativi. Pertale ragione abbiamo scritto all’Unione Europea per denunciarel’incapacità di questa giunta nel gestire le risorse economiche che glivengono assegnate dalla collettività e da un ente sopranazionale, catalogandoper l’Italia l’ennesima brutta figura in fatto di sperperi einefficienze”.

 

Roma,  Ottobre 2007

 

PER INFO

DOTT. AUGUSTO SANTORI

+39.347.8020091

augustosantori@virgilio.it

http://augustosantori.ilcannocchiale.it

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl