LA LOBBY ANIMALISTA TIENE IN SCACCO MURATELLA?

17/lug/2008 11.20.00 Consigliere del Municipio XV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dott.  AUGUSTO SANTORI

Consigliere  MunicipioROMA XV

Via D. DE BLASI, 57  00151 roma

tel. pers.  347-8020091  augustosantori@virgilio.it

www.augustosantori.com

 

COMUNICATO STAMPA

 

ROMA,MUNICIPIO XV,

LA LOBBY ANIMALISTA TIENE IN SCACCO MURATELLA?

AugustoSantori (PDL):

“Trentarandagi a pochi metri dal canile stanno esasperando i residenti”

“Chiediamoall’Assessore De Lillo un intervento determinato”

 

“Trenta cani randagi assediano da mesiMuratella, in particolare la Collina Alitalia e il comprensorio Altamira,chiediamo all’Assessore De Lillo un intervento determinato attraversol’impegno di risorse straordinarie teso a favorire un dignitoso ricoverodei cani che oggi in branco stazionano di fronte le abitazioni di centinaia diresidenti”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere delPDL al Municipio XV.

“La Legge 14 agosto 1991, n° 281 e le derivanti leggi regionali –prosegue la nota di Santori -prevedono una serie di misure per contenere ilfenomeno del randagismo, in particolare l’anagrafe canina, lasterilizzazione, e soprattutto il contenimento dei cani randagi nel canile-rifugio.Sul problema abbiamo registrato finora l’inettitudine della gestioneCirinnà, a questo punto la speranza dei cittadini è che si arrivi entro breveal cambio dei vertici dell’UDA e alla soluzione immediata delproblema”.

“La situazione di Altamira – continua ilconsigliere di AN – ha assunto infatti i caratteri della estrema gravità,dove 500 famiglie sono da mesi condizionate da più di 30 randagi che si trovanoall’esterno del comprensorio costruito qualche mese fa alla Magliana,vicino alla sede Alitalia di Via Marchetti. Donne, bambini ed anziani nonautomuniti stanno subendo uno stress psicologico che le Istituzioni devonorisolvere già nelle prossime settimane, al fine di restituire la giustaserenità a cittadini romani privati di un diritto essenziale, quello allalibera circolazione nei pressi della loro abitazione”.

“Abbiamo nei giorni scorsi presentato un espostoanche alla ASL e al Presidente della Commissione Ambiente del Comune di Roma, On. De Priamo,per via degli ulteriori rischi di natura igienico-sanitaria insiti nel contestodenunciato, nei prossimi giorni siamo pronti anche ad attivarci presso la Commissione Sicurezza Urbana visto che sono a rischio cittadini e motociclisti chesi trovano gli animali nel bel mezzo della carreggiata”.

“Risolvere il problema del randagismo - concludeAugusto Santori – non è una manifestazione di astio verso i cani, maanzi rappresenta un civile percorso per arrivare a scongiurare pericoli per irapporti persone-animali nonché tutti i rischi connaturati a una quotidianitàvissuta dall’animale nelle strade. Per questo non comprendiamo lerimostranze dimostrate da associazioni animaliste che continuano a volermanifestare il loro amore verso i cani, continuando ad incentivare progetticome i cani di quartiere, ampiamente falliti perché mai realizzati. Nonvorremmo che quello che è un paradosso, e cioè la presenza di randagi neipressi di uno dei canili più grandi e attrezzati della città, sia inveceun’operazione di un animalismo radicale che ci chiediamo se facciadavvero bene agli animali”.

 

 

Roma, 17 Luglio 2008

 

Dott. Augusto SANTORI

+39.347.8020091

augustosantori@virgilio.it

www.augustosantori.com

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl