FOIBE. IL MUNICIPIO ROMA XVI PARTECIPA ALLA GIORNATA DEL RICORDO

11/feb/2005 17.34.33 Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

FOIBE. IL MUNICIPIO ROMA XVI PARTECIPA
ALLA GIORNATA DEL RICORDO

Il presidente Bellini: «Un documento che ci impegna al ricordo,
costato tre giorni di dibatto e una tentata rissa di An»


Il  Consiglio del Municipio Roma XVI ha dedicato alla riflessione sulla tragedia delle foibe tre diverse sedute negli ultimi tre giorni. Ieri, in tarda serata, è stato infine votato un ordine del giorno sul tema. Il Municipio dà così il suo contributo al “Giorno del ricordo” che si celebra oggi.

Il documento, che “impegna il presidente del Municipio ad intervenire presso l’Amministrazione comunale affinché si individuino percorsi di memoria storica rispetto alle grandi tragedie del secolo scorso”, è frutto di un lungo e acceso dibattito, culminato con un’aggressione verbale e un tentato attacco fisico al presidente del Consiglio del Municipio, Franco Geraci (Margherita), da parte di due consiglieri di An, sedato dagli agenti della polizia municipale e da altri consiglieri.

«Il Municipio vuole così rendere omaggio alle vittime della politica di repressione delle minoranze e di italianizzazione forzata operata dal fascismo in quelle zone e la successiva guerra di aggressione verso la Jugoslavia che produsse repressione, stragi e deportazioni, ha acuito storiche divisioni e alimentato ancora di più i sentimenti antitaliani - dichiara il presidente del Municipio, Fabio Bellini (Ds) -. Come abbiamo celebrato la "Giornata della memoria", dedicata alle vittime dell’Olocausto, così oggi ricordiamo l’occupazione jugoslava, che a Trieste durò 45 giorni, causa non solo del fenomeno delle foibe, ma anche delle deportazioni nei campi di concentramento jugoslavi di popolazioni inermi e in Istria, a Fiume e in Dalmazia, costrinse oltre 300 mila persone ad abbandonare le loro case per fuggire dai massacri e poter mantenere la propria identità italiana».

Roma, 10 febbraio 2005

sito web: www.romasedici.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl