VOGLIAMO CAPIRE

Allegati

11/gen/2006 08.57.13 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 


Dott.  FABRIZIO SANTORI

Consigliere Comune di Roma  XVI Municipio

Via D. DE BLASI, 57 (monteverde – porta portese - bravetta – pisana - massimina) 00151 roma

tel. pers.  339-7360574        www.fabriziosantori.com

f.santori@libero.it

COMUNICATO STAMPA

 

SANITà ROMA:

TRASFERIMENTI DI SEDI E RIDUZIONI DI SERVIZI PER I CITTADINI

 

DI PAOLO E SANTORI (AN):

“VOGLIAMO CAPIRE COSA STA SUCCEDENDO”

 

“Abbiamo  presentato un’interrogazione presso tutte le sedi competenti, affinché il diritto alla salute dei romani venga garantito, nonostante le Giunte Veltroni e Marrazzo”, è quanto dichiarano in una nota Fabrizio SANTORI (AN), consigliere in XVI Municipio  e il consigliere regionale Pietro DI PAOLO (AN) i quali hanno presentato nei rispettivi enti locali di competenza delle interrogazioni urgenti per conoscere i motivi per cui si sta trasferendo la storica sede della Asl Roma D di Monteverde a Roma.

 

“Lo scandalo del trasferimento dell’ASL RM/D da via Revoltella a via Pascarella, deve essere assolutamente risolto in tempi brevi e nel rispetto dei cittadini. Non è possibile passare da una struttura di oltre 2000 mq a una di 800 mq, cancellando servizi essenziali per garantire la salute ai cittadini e trasferendoli chissàdove.  Non è possibile tollerare come nuova sede della Asl di zona via Pascarella, il quartiere Porta Portese è notevolmente decentrato rispetto al bacino d’utenza inoltre tra V.le Trastevere e l.go Rolli permane da anni un grave congestionamento del traffico con una permanente mancanza di posti auto sia per i lavoratori che per i futuri utenti”.

 

“Ma c’è molto di più, quello che ci preme, continuano gli esponenti di AN, è il diritto alla salute dei romani, garantito dalla Costituzione, messo in grave pericolo dalle sconsiderate scelte della Regione Lazio: curarsi a Via Pascarella sarà un’impresa soprattutto per le categorie più deboli, anziani e disabili.

Non sapendo come risolvere il problema di una nuova sede hanno scelto la soluzione peggiore, allontanando i servizi dai cittadini e diminuendone quantità e qualità. Il tutto ad un prezzo maggiore per cittadini, visto che il costo della nuova struttura sarà tre volte più elevato”

 

“Vogliamo saperne di più, concludono SANTORI e DI PAOLO, perché è stata fatta una scelta così penalizzante per i cittadini? Perché prezzi di affitto così alti? Cosa ha determinato la decisione? La sinistra vuole far pagare alle persone in difficoltà e ai  malati del territorio il prezzo di scelte sconsiderate e inette”.

 

Roma 10/01/2006

 

Clicca per vedere l’interrogazione

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl