"MUSICA IN CULLA" UN PROGETTO ALL'AVANGUARDIA

02/feb/2006 00.51.08 Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA


"MUSICA IN CULLA"
AL MUNICIPIO ROMA XVI

Iniziativa all’avanguardia nei nidi pubblici per 200 bambini da 0 a 3 anni


Il Municipio Roma XVI, presieduto dal Fabio Bellini, ha dato il via alla terza edizione di “Musica in culla”, iniziativa che coinvolge circa 200 bambini da zero a 3 anni di quattro asili nido pubblici del territorio in una particolare sperimentazione pedagogico musicale.

I nidi che partecipano a questo progetto all’avanguardia, curato dai maestri di musica della Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia e della rete nazionale di associazioni operanti nel campo, denominata "Musica in Culla", sono la Freccia Azzurra, la Coccinella, il Parco Flora e la sezione ponte Balzaretto.

         «Il progetto “Musica in culla” applica tecniche innovative per lo sviluppo della musicalità e dell'apprendimento musicale nella primissima infanzia, come tassello imprescindibile della sua educazione globale - spiega il presidente Bellini -. Finanziando questo progetto, costato 15 mila euro, speriamo di costituire, al termine della sperimentazione, un valido esempio da seguire. Sono infatti una novità assoluta  in Italia gli interventi che vedono rendere concrete le attività di “musica per i neonati” in asili nido pubblici».

La scoperta, attraverso il linguaggio musicale, della varietà di tonalità e di metrica che conduce i piccoli ad imparare dalle differenze; la capacità del bambino di ascoltare, o per meglio dire, “sentire” il canto, i fluidi gesti del corpo e le cadenze diverse prodotte dagli insegnanti, che liberamente portano i piccoli all’interazione e “all’essere se stessi”; l’importanza della presenza degli adulti (genitori, nonni o persone che hanno un forte rapporto affettivo con il bambino), che partecipano in modo attivo e rafforzano le proposte dell’insegnante: tutto questo significa regalare al bambino un grande mezzo espressivo e di comunicazione qual è la musica.

«Vogliamo offrire la possibilità al piccolo di sviluppare il suo senso di socialità, di vivere momenti esclusivi di grande empatia con i propri insegnanti e con i propri genitori, di rafforzare la sua sicurezza personale - spiega l’assessore  alle Politiche educative e scolastiche, Valentina Steri -. I bimbi, attraverso l’esperienza di “Musica in culla”, vivono anche delle “esperienze forti” dal punto di vista sonoro ed emotivo, sempre in modo gioioso e sereno, e sviluppano la coscienza della propria “unicità” in relazione al mondo che li circonda».

Roma, 2 febbraio 2006
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl