IL PIU' GRANDE POLO COMMERCIALE A 4 KM DA PARCO LEONARDO

il più grande polo commerciale della Capitale lo dichiara Fabrizio SANTORI(AN),

Allegati

21/mar/2006 06.42.01 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


Dott.  FABRIZIO SANTORI

Consigliere Comune di Roma  XVI Municipio

Via D. DE BLASI, 57 (monteverde – porta portese - bravetta – pisana - massimina) 00151 roma

tel. pers.  339-7360574        www.fabriziosantori.com

f.santori@libero.it

COMUNICATO STAMPA

 

ROMA PESCACCIO: 650.000 MC DI CENTRO COMMERCIALE

 

SANTORI(AN): “LA ZONA NON HA LE INFRASTRUTTURE ADEGUATE”.

 

“In sostituzione delle aree verdi comprese tra Via di Brava, Pescaccio, Pisana e Casal Lumbroso sorgerà il più grande polo commerciale della Capitale” lo dichiara Fabrizio SANTORI(AN), consigliere del Municipio Roma XVI, a margine dell’approvazione del progetto del Campidoglio da parte della maggioranza di centrosinistra del Municipio Roma XVI con l’astensione di Verdi e Rifondazione Comunista.

 

“Non è un caso che la maggioranza si sia spaccata, dove ora c’è un’area verde, ci sarà una colata di cemento – prosegue SANTORI – la delibera approvata dalla giunta Veltroni, per compensare la mancata edificazione prevista a Tormarancia, prevede un’edificazione di quasi 1 milione di metri cubi, una nuova città all’esterno del GRA, due terzi destinati al polo commerciale, ventiquattro palazzine, edifici pubblici, un teatro, una cavea per concerti, un parco pubblico in sostituzione delle cave presenti nella zona”.

“Il nostro territorio non ha le infrastrutture adeguate per sopportare l’impatto di un complesso di questo tipo, l’area diventerà invivibile, sarà assediata dalle automobili, come e peggio di quanto non sta accadendo a Parco Leonardo sulla Portuense a meno di quattro km di distanza – denuncia SANTORI - le strade su cui dovrebbe ricadere il traffico dal centro città verso la nuova area commerciale sono via Aurelia, via di Brava, via Casal Lumbroso, via della Pisana e via Portuense, strade che tutti sanno essere congestionate già adesso senza bisogno di traffico aggiuntivo”.

“Il progetto prevede interventi per la viabilità e la creazione di un parco ecologico di soli 22 ettari, ma successivamente alla realizzazione del polo stesso. Inoltre la messa a norma della mobilità viene legata indissolubilmente alla realizzazione del polo commerciale – conclude SANTORI - si tratta di un vero e proprio ricatto ai cittadini, costretti ad accettare un centro che non vorrebbero, per ottenere interventi ai quali hanno diritto da decenni considerata la presenza della discarica di Malagrotta, della raffineria, delle cave e di altri impianti fortemente inquinanti”.

 

Roma 21/03/2006

 

Da www.fabriziosantori.com

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl