Serviamoci dell'ufficio del decoro urbano

chiediamo continuano Davenia e Santori che fine faranno le

27/mar/2006 09.57.27 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dott.  FABRIZIO SANTORI

Consigliere Comune di Roma  XVI Municipio

Via D. DE BLASI, 57 (monteverde – porta portese - bravetta – pisana - massimina) 00151 roma

tel. pers.  339-7360574        www.fabriziosantori.com

f.santori@libero.it

COMUNICATO STAMPA

 

ROMA: DECORO URBANO E ATTI DI VANDALISMO

 

Davenia – Santori (AN): “Serviamoci dell’ufficio del decoro urbano. Non sviliamo il rapporto diretto di coordinamento e collaborazione  tra i cittadini e le istituzioni”

 

“Sarebbe grave se l’ associazione Roma Mon Amour, nata  per promuovere il rispetto della città contro l’abusivismo e gli atti di vandalismo che deturpano le strade, i marciapiedi e gli spazi pubblici e presentata oggi dall’On. Nitiffi (Margherita), venga sovvenzionata dal Comune di Roma,  alle luce del fatto che esiste già  una unità organizzativa comunale del decoro urbano che ha il compito di curare costantemente e valorizzare la città sia in termini di pulizia che di manutenzione degli elementi di arredo già presenti  -  dichiarano  in una nota Massimo Davenia, Vicepresidente del gruppo di An alla provincia di Roma e Fabrizio Santori, consigliere di An del XVI Municipio. 

 

E’ condivisibile quanto affermato dal presidente della commissione Roma Capitale, Luca Nitiffi, riguardo al fatto che se la città è tutelata il Comune non deve spendere soldi per ripulirla, ma è pur vero che il Comune dispone già di un organismo preposto a questo tipo di controllo che non dovrebbe essere delegato a nuove associazioni. L’ufficio extradipartimentale Decoro Urbano è stato creato con apposita Determinazione Dirigenziale il 25 settembre del 2002 ed è alle dirette dipendenze del Gabinetto del Sindaco di Roma.

Ci chiediamo – continuano Davenia e Santori – che fine faranno le tante lettere e segnalazioni che arrivano quotidianamente agli uffici comunali da parte dei cittadini che quotidianamente vivono i problemi dei quartieri della città, dal momento che tra i compiti dell’associazione Mon amour  ci sarebbe la raccolta di materiale di denuncia ai danni della capitale.

Centro di coordinamento tra i Municipi, Dipartimenti e Aziende del Comune di Roma, l’ufficio del decoro dovrebbe essere in grado di assicurare interventi ordinari e straordinari che riguardano la prevenzione e repressione del vandalismo grafico (fenomeno writers) che deturpa monumenti superfici di immobili privati e pubblici e l'arredo urbano in generale; il controllo, la conservazione ed il  ripristino degli elementi costitutivi dell'arredo urbano; il controllo degli elementi della segnaletica stradale turistica obsoleta o mancante; il monitoraggio, il contrasto e  la prevenzione dell'abusivismo pubblicitario; la segnalazione di motorini e auto abbandonate;  segnalazioni su discariche, abbandono di masserizie, batterie, biciclette, materassi, vetri metalli, inquinamento acustico, magnetico e idrico.

Piuttosto Nitiffi, Presidente di Roma Capitale, si facesse carico di denunciare i manifesti abusivi affissi dall’Udeur, partito della sua coalizione, su tutte le nuovissime pensiline dell’Atac appena installate ai Colli Portuensi e a Via Newton - concludono Davenia e Santori – siamo stufi dell’ennesima campagna  mediatica e puramente elettorale contro il degrado urbano se poi, a conti fatti, non solo il Comune non adempie ai suoi doveri, ma si serve di associazioni che farebbero solo da intermediari, svilendo il rapporto diretto di coordinamento e collaborazione  tra i cittadini e le istituzioni.”

 

Roma 27/03/2006

 

www.fabriziosantori.com

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl