RISCHIO IDROGEOLOGICO, PRESENTATA MOZION

05/ago/2012 18.09.59 Fabrizio Santori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

 

RISCHIO IDROGEOLOGICO, PRESENTATA MOZIONE PER STRALCIO ART. 11 PORTUENSE

 

 

SANTORI (PDL) E ROSSIN (LA DESTRA): "Stop ad articolo 11 Portunse, troppi rischi per i residenti"

 

 

“Nei pressi di Via Giannetto Valli gravi rischi evidenziati da Regione Lazio"

 

 

"Abbiamo presentato una mozione congiunta in Campidoglio per invitare l’Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale Marco Corsini a provvedere allo stralcio del PRU MAGLIANA (art. 11 legge 493/93) teso alla soppressione dell’Intervento pubblico n. 8 e, congiuntamente, alla soppressione del correlato Intervento privato n. 16, al fine di vedere salvaguardati i diritti di sicurezza e vivibilità dei residenti del quadrante Portuense, scongiurando l’ipotesi di finanziamento pubblico alla suddetta opera, finanziamenti eventualmente da indirizzare alla copertura dei progetti alternativi di viabilità già previsti dal PRU Magliana”, così dichiarano in una congiunta Fabrizio Santori, consigliere del PDL di Roma Capitale, e Dario Rossin, Capogruppo in Campidoglio de La Destra.

 

“Nella mozione si impegna l’Assessore a provvedere a lasciare invariata la destinazione d’uso dell’area, prevista dal P.R.G. vigente, di “Zona N” ( Parchi pubblici ed impianti sportivi) e a sollecitare gli uffici urbanistici di Roma Capitale per una definitiva ricollocazione dei diritti edificatori acquisiti dal privato, individuando un sito alternativo. Gli scavi attualmente in essere interesserebbero un’area verde sita a pochi passi da una superficie dichiarata dalla Regione Lazio a grave rischio idrogeologico. L’area di Via Giannetto Valli è oramai tristemente nota come l’arteria chiusa al traffico veicolare proprio per il dissesto che caratterizza le aree sotterranee alla stessa, cave di tufo abbandonate che sono state proprio interessate da un finanziamento stanziato dalla Regione Lazio ne! ll’ambito dell’emergenza Ventotene. Auspichiamo che ci sia condivisione responsabile da parte di tutte le forze politiche al fine di ridare serenità ed equilibrio ambientale a Portuense” concludono gli esponenti del Pdl e de La Destra in Aula Giulio Cesare.

 

 

Roma, 5 agosto 2012

 

MOZIONE PRESENTATA A FIRMA SANTORI ROSSIN

MOZIONE EX ART. 109

 

Stralcio intervento pubblico n. 8 ed intervento privato n. 16 nell’ambito del PRU MAGLIANA (art. 11 Legge 493/93)

 

 

L’ASSEMBLEA CAPITOLINA

 

 

Premesso che

 

 

-                           nell’ambito del Piano di Recupero Urbano Magliana, ai sensi dell’art. 11 legge 493/93, risultano previsti gli Interventi Privati n. 16 (Nuova costruzione di due edifici residenziali su Viale Prospero Colonna), n. 1D (Realizzazione di un complesso edilizio formato da edifici residenziali ed edifici terziari presso Via Cruciani Alibrandi) e n. 17 (Ristrutturazione e ampliamento di un edificio! non residenziale a Via dei Grottoni);

 

 

-                           ai suddetti Interventi Privati, nella filosofia propria di quanto previsto dall’art. 11 legge 493/93, e cioè il coinvolgimento dei privati nella riqualificazione di specifici ambiti, risultano strettamente correlati gli Interventi Pubblici n. 8 (Prolungamento di Viale Prospero Colonna fino a Via Cruciani) e n. 9 (Realizzazione nuova viabilità carrabile compreso sottopasso tra ferrov! ia e Via della Magliana);

 

 

-                           l’Intervento Privato n. 16 comporta variante di destinazione urbanistica al P.R.G. vigente, con la trasformazione dell’attuale “Zona N” (parchi pubblici ed impianti sportivi) in “Zona E2” (espansione con piani particolaraggiati o convenzionati);

 

 

-                           l’area interessata dall’Intervento Privato n. 16, di realizzazione di due edifici ad uso residenziale e delle opere di urbanizzazione ad esso affini, si colloca tra viale Prospero Colonna, via Alberto Mancini, via dei Grottoni e via Cruciani e dunque nelle zone limitrofe e per un intorno significativo da un punto di vista geo ! – morfo – idrogeologico  rispetto alle strade di via A. Mancini, via dei Grottoni, viale P. Colona e via G. Valli;

 

 

 

 

-                           l’ambito di previsione urbanistica, denominato più genericamente “Grottoni – Prospero Colonna – Cruciani”, era già stato oggetto delle tutele previste nel Piano delle Certezze (1962) per la riconosciuta rilevanza storico – monumentale, ambientale e paesistica riconosciuta all’area, per la rischiosità cui un’eventuale opera di viadotto! avrebbe sottoposto la vivibilità del detto quadrante, nonché per le previsioni di inquinamento acustico ed atmosferico ipotizzate nella prospettiva della costruzione del menzionato viadotto;

 

 

-                           fu apportata, nell’anno 1997, variante di PRG al menzionato Piano delle Certezze, di fatto sopprimendo le previsioni formulate di cui al punto precedente ed effettuando nel tempo quanto previsto dagli Interventi Pubblici e Privati, di cui alla premessa del presente atto, per il quadrante “Grottoni – Prospero Colonna – Cruciani”;

 

 

-                           l’ambito urbanistico in oggetto risulta geologicamente instabile, in base alle indagini condotte autonomamente da Roma Capitale, Provincia di Roma e Università degli Studi “Roma Tre”, e così come testimoniato tangibilmente dall’irrimediabilità della voragine dell’adiacente Via Giannetto Valli (chiusa non a caso al pubblico traffico veicolare da anni), ! dai necessari consolidamenti cui sono stati sottoposti gli edifici di proprietà ENASARCO, siti tra Via Giannetto Valli e Via Alberto Mancini, dai continui e documentati interventi di messa in sicurezza e manutenzione straordinaria effettuati da ACEA e Italgas su acquedotti e strutture fognarie che attraversano il quadrante interessato e dall’avvenuto crollo della volta garganica sita a valle di Viale Prospero Colonna;

 

 

-                           risultano inoltre note, sempre in base alle evidenze scaturite dalle indagini di cui alla considerazione precedente, le caratteristiche geomorfologiche dell’area, con la presenza di cavità sotterranee, dovute principalmente all’attività di escavazione di natura antropica effettuata nel tempo, e delle relative volte che, per cause naturali ma principalmente se sollecitate, poss! ono dare luogo a crolli con conseguenti risentimenti anche sulla superficie, nonché di accumuli di terreni di riporto, cigli di scarpata e versanti a scarsa stabilità potenziale e, in taluni casi, di falde idriche sub affioranti o comunque a scarsa profondità;

 

 

 

 

-                           nel marzo 2008 hanno avuto inizio lavori di carotaggio e verifica del sottosuolo nell’area verde situata tra Via dei Grottoni, Viale Prospero Colonna e Via Mancini;

 

Considerato che

 

 

-                           come attestato da copiosa documentazione fotografica durante le considerate opere di scavo sono stati ritrovati rilevanti quantitativi di acqua, nonché diversi reperti archeologici, in considerazione delle citate condizioni geomorfologiche del terreno in oggetto e del prezioso patrimonio archeologico di cui il sottosuolo del quadrante Portuense – Magliana dispone copiosamente;

 

 

-                           nei pressi del quadrante in oggetto risulta inconfutabile l’assenza di aree verdi attrezzate, nonostante la previsione della nascita del Parco Portuense che sorgerà nei pressi di Via Cruciani e di Via Crispigni;

 

 

-                           la viabilità della zona appare comunque critica nella sua gravità, in particolare per quel che concerne il traffico veicolare che appesantisce indiscutibilmente la vivibilità dei residenti di Via Alberto Mancini.

 

 

Rilevato  che

 

 

-                           i soggetti aventi diritto agli Interventi Privati di cui alla premessa avrebbero espresso apertamente le proprie riserve e difficoltà nel poter arrivare alla realizzazione degli Interventi Pubblici correlati, presumibilmente non in grado di garantire il livello di redditività dell’opera preventivamente fissato, anche a causa delle peculiarità tecniche e geomorfologiche dell&r! squo;area interessata;

 

 

-                           in tale contesto si sarebbe prospettata una revisione di quanto fissato dall’articolo 11 in questione per la sola parte legata alle Opere Pubbliche in programma e l’ipotesi di una conseguente redazione di un nuovo Protocollo d’intesa tra privati e Roma Capitale, in grado di garantire lo stanziamento di fondi pubblici per p! rovvedere alla conclusione di quanto previsto dagli Interventi Pubblici;

 

 

 

 

-                           attualmente progetti alternativi tesi alla riduzione dei carichi di traffico veicolare del quartiere Portuense – Santa Silvia – Villa Bonelli risultano ancora sospesi o accantonati (quali l’avvio del secondo lotto di Via Pietro Frattini, cui risulta in buona parte propedeutica la realizzazione del Ponte dei Congressi, e l’allargamento del ponte ferroviario di Via Baffi) a causa ! della sistematica carenza di risorse economiche idonee alla loro copertura.

 

 

 

Visto soprattutto che

 

 

-                           la D.G.R. del 23 giugno 2010 – Provvedimento n. 313 – Schema di Accordo di Programma tra Ministero dell’Ambiente e delle tutele del territorio e del mare e Regione Lazio, finalizzato alla programmazione e al finanziamento di interventi urgenti prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico (anche detto provvedimenti per l’emergenza Ventotene) e successiva D.G.R. del 12 ! luglio 2010 – Provvedimento n. 329 “Modifiche alla Deliberazione di Giunta Regionale n.313 (…)” stanzia quasi 3,5 milioni di euro per la messa in sicurezza di Via Giannetto Valli, di fatto riconoscendo formalmente lo stato di dissesto idrogeologico del quadrante interessato dal suddetto stanziamento;

 

 

-                           dal suddetto provvedimento si evince che l’area di via G. Valli è oggetto delle seguenti valutazioni: Classificazione :“categoria di dissesto classificata F”- (Frana) - Stato dei luoghi “Area critica non perimetrata”;

 

 

-                           con richiesta, inoltrata via mail in data 8 marzo 2011 alla Regione Lazio - Dipartimento Istituzionale e Territorio – Direzione Regionale Protezione Civile – Area Pianificazione di Protezione Civile,  i Comitati di Quartiere Santa Silvia, Salva Prospero Colonna e Ruspoli hanno chiesto informazioni sulle condizioni idrogeologi! che dell’ area interessata all’Intervento Privato n. 16 del PRU Magliana;

 

 

-                           con nota prot. n. 389073 del 06 settembre 2011, l’Area Difesa del Suolo e Concessioni Demaniali della Regione Lazio, ha espresso, nell’ambito di quanto previsto dalle procedure e dopo avere preso visione degli elaborati

 

 

 

 

progettuali trasmessi da Roma Capitale, il seguente parere sull’ Intervento Privato n. 16, “ parere favorevole con prescrizioni” esclusivamente sulla compatibilità geomorfologica dell’opera denominata “Realizzazione dell’asse viario che da via prospero Colonna esce su via Mancini ( la c.d. Opera Pubblica n. 8);

 

 

-                           con nota, prot. n. 419797 del 28/09/2011, presentata alla Regione Lazio ed avente ad oggetto “Intervento privato n. 16 nell’ambito dei Programmi di Recupero Urbano Magliana – art. 11 della legge 493/93,  relativa al parere favorevole espresso dall’Area Difesa del Suolo e Concessioni Demaniali”, i sopracitati! comitati informano gli Uffici competenti che  per le aree in stretta prossimità dell’intervento urbanistico previsto, sono stati individuati dissesti idrogeologici, così come si evince nella  D.R.G. n. 313 del  23 giugno 2012 e nella successiva D.G.R. n. 329 del 12 luglio 2010 ( di cui al c.d. Decreto Ventotene) che prevedono, tra l’altro,  un intervento relativo al consolidamento delle cavità sotterranee lungo via G. Valli, compreso tra i lavori previsti nell’Accordo di Programma finalizzato alla programmazione ed al finanziamento di interventi urgenti per la mitigazione del rischio idrogeologico;

 

 

-                           la D.G.R. n. 329 emessa in applicazione della Legge 23 dicembre 2009, n. 191, art. 2, comma 240, recante disposizioni per la formazione del Bilancio annuale e pluriennale dello Stato - Legge Finanziaria 2010,   prevede che le risorse assegnate per interventi di risanamento ambientale, con Delibera CIPE del 6 novembre 2009 pari a 1.0! 00 milioni di euro, siano assegnate a piani straordinari diretti a rimuovere le situazioni a più elevato rischio idrogeologico, individuate dalla Direzione Generale competente del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare, sentite le Autorità di Bacino, così come previsto dalla normativa vigente;

 

 

 

 

 

-                           con nota prot. n. 453827 del  21 ottobre 2011 l’Ing. Dante Novello, in qualità di responsabile dell’Area Difesa del Suolo e Concessioni Demaniali della Regione Lazio, in risposta agli esposti presentati dai comitati territoriali e di quartiere, affermava di ritenere che “qualsiasi intervento di carattere urbanistico potrà esser! e intrapreso solo dopo la mitigazione e/o l’abbattimento del rischio presente nella zona di Via Giannetto Valli, segnalata zona in dissesto idrogeologico inserita nella D.G.R. 23/06/2010 - provvedimento n. 313 di cui al punto precedente;

 

 

-                           nella suddetta nota del responsabile dell’Area difesa del Suolo e Concessioni Demaniali della Regione Lazio, si ribadisce, inoltre che il parere favorevole espresso dalla Regione Lazio del 06 novembre 2011 prot. n. 389073 inerente il progetto presentato del raccordo tra via Prospero Colonna e via A. Mancini poteva ritenersi ancora valido solo previa sistemazione dell’area in dissesto idogeo! logico della zona, fermo restando l’assenza di modifiche progettuali;

 

 

-                           con nota del 03 ottobre 2011 prot. n. 555 l’Assessorato alle Politiche del Territorio e dell’Urbanistica della Regione Lazio comunica che l’Area Difesa del Suolo non ha espresso parere relativamente “all’OP. 8 Prolungamento di via Prospero Colonna fino a via Cruciali con galleria, in quanto l’intervento proposto non può e! ssere valutato per mancanza di esaurienti indagini geologico e geotecniche che consentano di predisporre precise prescrizioni per la riduzione dei rischi connessi con la presenza di cavità sotterranee, per accertare la stabilità del complesso terreni-edifici interessanti l’opera e per verificare le condizioni idrogologiche dell’area (…) rinviando l’espressione di tale parere “in seguito alla redazione di elaborati progettuali che chiariscono gli aspetti sopra evidenziati (…)”.

 

 

 

Premesso, considerato, rilevato e visto tutto ciò,

 

 

S’impegnano il Sindaco di Roma Capitale e l’Assessore competente:

 

 

affinché pongano in essere tutte le azioni e/o i provvedimenti necessari atti ad impedire tempestivamente il prosieguo degli interventi di movimento terra in corso presso l’area di via G. Valli, essendo, la stessa, segnalata come zona di dissesto idrogeologico;

 

 

 

 

affinché provvedano allo stralcio del PRU Magliana, con soppressione dell’Intervento Pubblico n. 8 unitamente alla soppressione del correlato Intervento Privato n. 16, onde salvaguardare la sicurezza e la vivibiltà dei residenti del quadrante Portuense, scongiurando l’ipotesi di finanziamento pubblico alla suddetta opera, indirizzando, in caso contrario, tale finanziamento a copertura dei progetti alternativi di viabilità, già previsti dal PRU Magliana;

 

 

affinché provvedano a sollecitare gli Uffici competenti di Roma Capitale per una definitiva ricollocazione dei diritti edificatori acquisiti dal privato in base all’art. 11 della Legge 493/93 verso altra area edificabile del territorio, possibilmente in seno al territorio del Municipio XV, ma più adeguata in termini geo-morfo-idrogeologici e, pertanto, in grado di garantire le imprescindibili condizioni di sicurezza strutturale;

 

 

affinché provvedano a lasciare invariata la destinazione d’uso dell’area, prevista dal P.R.G. vigente, di “Zona N” ( Parchi pubblici ed impianti sportivi).

 

                                        

 

 

 

 

On. Fabrizio Santori   On. Dario Rossin

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl