SI RISCHIA IL COLLASSO

SI RISCHIA IL COLLASSOENTI LOCALI: SIRISCHIA IL COLLASSOPER LE NUOVEPOLITICHE DELL IMMIGRAZIONE,INDULTO E APERTURADELLE FRONTIERE SANTORI(AN): ESPLODERà LA RETE SOCIALE LOCALE GIà IN DIFFICOLTà ARTICOLO SU fabriziosantori.com- ESPLODERA' LA RETE SOCIALE LOCALE Le ultime decisioni in tema diimmigrazione del governo Prodi ricadranno pesantemente sulla rete di assistenzasociale dei comuni italiani creata in questi anni con grandi sforzi ed enormisacrifici lo dichiara con una nota Fabrizio Santori, capogruppo di AN del Municipio Roma XVI.

14/ago/2006 14.29.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ENTI LOCALI: SIRISCHIA IL COLLASSO

PER LE NUOVEPOLITICHE DELL’IMMIGRAZIONE,

INDULTO E APERTURADELLE FRONTIERE

 

SANTORI(AN): “ESPLODERà LA RETE SOCIALE LOCALE GIà IN DIFFICOLTà”

 

 

ARTICOLO SU fabriziosantori.com- ESPLODERA' LA RETE SOCIALE LOCALE

 

 

“Le ultime decisioni in tema diimmigrazione del governo Prodi ricadranno pesantemente sulla rete di assistenzasociale dei comuni italiani creata in questi anni con grandi sforzi ed enormisacrifici” lo dichiara con una nota Fabrizio Santori, capogruppo di AN del Municipio Roma XVI.

 

“Il dimezzamento del periodoper ottenere la cittadinanza italiana, l’ampliamento delle possibilità diricongiungimento familiare per gli extracomunitari già residenti in Italia, legrandi sanatorie di cittadini illegalmente presenti sul suolo nazionale, l’abbassamentodei fondi per il controllo delle frontiere e l’apertura delle carceri pernumerosi cittadini in difficoltà – denuncia l’esponente di AN– moltiplicano i soggetti bisognosi di sostegno sociale mandando alcollasso la rete sociale del comune di Roma. Se si considera che già da qualcheanno l’amministrazione capitolina non riesce a garantireun’assistenza piena e costante ai numerosi cittadini romani disabili,anziani, giovani e minori in difficoltà presenti in città”.

 

“Fermo restando il serviziosanitario nazionale che deve garantire qualsiasi persona sia essa regolarmentecittadino italiano o meno, ben diverso è il sistema di garanzie locali per gliimmigrati che la sinistra vuole creare allo scopo di godere in sede elettoraledi un nuovo blocco sociale: donare facilmente o a tutti i costi la cittadinanzae quindi diritti politici e sociali in cambio di un semplice voto. Tutto questoper i cittadini italiani significa maggiori costi sociali e minori diritti.

In altri termini – concludeSantori – gli italiani devono capire che alla sinistra, e la politica buonistaveltroniana ne è la prova, non interessa più tutelare, tramite i servizisociali comunali, i cittadini italiani in difficoltà. Fuori dalle graduatorieper avere una casa, per un posto all’asilo nido, per un contributo perl’affitto, per un’assistenza domiciliare per i disabili, i cittadiniitaliani dovranno far posto ai nuovi numerosi extracomunitari che otterranno lacittadinanza, loro rappresenteranno quel nucleo forte di bisognosi su cui lasinistra, in nome della solidarietà, ha già messo la propria lunga mano ma che almomento opportuno non avrà il timore di scaricare come sta facendo con le fascepiù deboli della società italiana”.

 

 

Roma 14 agosto 2006

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl