PISTE CICLABILI PERICOLOSE E INUTILIZZABILI

PISTE CICLABILI PERICOLOSE E INUTILIZZABILIPISANA, MONTEVERDEVECCHIO, LUNGOTEVEREPISTE INTEROTTE DAMURI AN: SONOSTATI SOLO SPOT ELETTORALI Lefoto dello scandalo PISTE CICLABILI: muri dell indifferenza Su www.fabriziosantori.com La piste ciclabili,annunciate dalle giunte di centrosinistra, sono un inganno nei confronti deglisportivi del territorio e allo stesso tempo risultano esserel ennesimo sperpero di denaro pubblico a danno dei cittadini lodichiarano con una nota il capogruppo di Alleanza Nazionale del Municipio RomaXVI, Fabrizio Santorie il consigliere di AN, Antonio Aumenta.

08/dic/2006 13.49.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

PISANA , MONTEVERDEVECCHIO, LUNGOTEVERE

PISTE INTEROTTE DAMURI

 

AN: “SONOSTATI SOLO SPOT ELETTORALI”

 

Lefoto dello scandalo PISTE CICLABILI: muri dell’indifferenza

 

Su www.fabriziosantori.com

 

“La piste ciclabili,annunciate dalle giunte di centrosinistra, sono un inganno nei confronti deglisportivi del territorio e allo stesso tempo  risultano esserel’ennesimo sperpero di denaro pubblico a danno dei cittadini” lodichiarano con una nota il capogruppo di Alleanza Nazionale del Municipio RomaXVI, Fabrizio Santorie il consigliere di AN, Antonio Aumenta.

 

“Tre esempi lampanti sono visibiliin via della Pisana, in Via dei Quattro Venti e lungo gli argini del Teveredove sono presenti  piste per le due ruote lunghe qualche km, abbandonate,completamente sconnesse, inaccessibili e comunque completamente estranee alcontesto urbanistico circostante, – denuncia la nota -  se inqualsiasi ora del giorno non si vede una bicicletta calpestare tali opere,fortemente pubblicizzate dall’amministrazione, perché è segno evidenteche non si permette agli sportivi del territorio di praticarle sia perl’esiguo percorso disponibile sia perché non sono affatto collegate conle piste ciclabili circostanti comunque completamente assenti nel raggio di 30 km”.

 

“Sorvolando il degrado deiterrapieni di Lungotevere degli Artigiani, dove dovrebbe esserci una lungapista di collegamento con il tragitto nord della città, la pista ciclabile divia della Pisana, invece, è inserita in un contesto totalmente avulso da unprogetto sportivo di lungo respiro che tale opera dovrebbe prevedere e cheinvece non è stato minimamente contemplato, lunga solo un Km e altamenterischiosa  per i coraggiosi ciclisti che abbiano intenzione di praticarla,a Monteverde Vecchio inoltre, la pista, lunga solo un Km, si fermainesorabilmente in Via dei Quattro Venti all’altezza della nuova stazionesenza raggiungere Piazza Cucchi, ma non solo, di fronte l’altro ingressodella pista, a Ponte Bianco, per attraversare il ponte e prendere la Circ.ne Gianicolensee proseguire verso Trastevere, ci si trova davanti un muro, il murodell’indifferenza del comune di Roma nei confronti dei ciclisti dellaCapitale”.

 

“Centinaia di migliaia di eurospesi inutilmente dalle giunte Rutelli e Veltroni – concludono gliesponenti di AN – per strappare qualche voto in più in campagnaelettorale, denaro pubblico che poteva essere utilizzato per mantenere almenopercorribili le strade della Capitale e che invece nel corso del tempo, pernegligenza e sprechi vari, non hanno subito alcuna manutenzione”.

 

Per informazioni

Fabrizio Santori

3397360574

 

Roma 8 dicembre 2006

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl