BASTA TAGLI ALLA SICUREZZA

BASTA TAGLI ALLA SICUREZZA ROMA: SICUREZZA NEIQUARTIERI IL 22 NOVEMBRE 2006 ALLEANZA NAZIONALE SCRISSE ALLE FORZE DELL'ORDINE "BASTA TAGLI, I CITTADINI HANNO BISOGNO DI UN CONTROLLO PREVENTIVODEL TERRITORIO" Cliccaper leggere la lettera inviata alle Forze dell'Ordine "Il tema della criminalità, dopo l'ultimainfelice scelta dell'indulto, sta prepotentemente tornando alla ribaltaportando al centro del dibattito politico la questione sicurezza nei quartieridelle grandi città" lo dichiarano con una nota Fabrizio Santori,capogruppo di AN, e Antonio Aumenta, consigliere di AN al Municipio Roma XVI, iquali hanno scritto il 22 novembre scorso una missiva alle forzedell'ordine del territorio dove chiedevano un maggior controllopreventivo.

01/gen/2007 19.56.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ROMA: SICUREZZA NEIQUARTIERI

 

IL 22 NOVEMBRE 2006 ALLEANZA NAZIONALE SCRISSE

ALLE FORZE DELL’ORDINE

 

“BASTA TAGLI, I CITTADINI HANNO BISOGNO DI UN CONTROLLO PREVENTIVODEL TERRITORIO”

 

Cliccaper leggere la lettera inviata alle Forze dell’Ordine

 

“Il tema della criminalità, dopo l’ultimainfelice scelta dell’indulto, sta prepotentemente tornando alla ribaltaportando al centro del dibattito politico la questione sicurezza nei quartieridelle grandi città” lo dichiarano con una nota Fabrizio Santori,capogruppo di AN, e Antonio Aumenta, consigliere di AN al Municipio Roma XVI, iquali hanno scritto il 22 novembre scorso una missiva alle forzedell’ordine del territorio dove chiedevano un maggior controllopreventivo.

“Anche prima del grave assassinio di PiazzaleDunant la situazione era peggiorata e non comprendiamo le scelte del governodell’Unione di tagliare  ancora i fondi per la sicurezza delterritorio – si legge nella lettera inviata alle 6 stazioni deiCarabinieri del XVI Municipio, al Commissariato Monteverde della Polizia diStato e al Comando del gruppo della Polizia Municipale – nei nostri quartierifortunatamente la criminalità organizzata non è di casa ma esiste quellacostante presenza di reati denominati predatori, furti in appartamenti, rapine,scippi, che stanno stravolgendo le abitudini dei residenti. Inoltre la presenzadi migliaia di nomadi, voluta da questa amministrazione di centrosinistra permeri interessi speculativi, comporta una reale insicurezza, che prima era solouna percezione, raggiungendo livelli inverosimili”.

“Tutti i semafori sono invasi da lavavetri evenditori abusivi che terrorizzano la cittadinanza e la malavita ha ormai inmano il controllo  delle migliori postazioni per mendicare –denuncia la nota – è venuto il momento di dare una maggiore attenzione aibisogni di sicurezza della gente, anche se in sede periferica è mancatol’apporto degli enti locali, che, rispetto alla necessità di condivideresforzi e strategie organizzative, si è limitato a mantenere una posizionemarginale infatti prima Rutelli poi Veltroni promisero ai cittadini romani ilvigile di quartiere mentre oggi ci troviamo ad avere una scarsissima presenzadella polizia municipale sui nostri territori”.

Manifestiamo lanostra personale solidarietà per il lavoro svolto dalle forze dell’ordinein condizioni precarie dal punto di vista delle risorse umane e dei mezzi– conclude la nota – ribadendo l’incondizionata fiducia dellastragrande maggioranza degli italiani nella speranza di riuscire a portare unaventata di sicurezza nei quartieri romani ormai diventati terra di nessuno”.

 

Roma 27 dicembre 2006

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl